sabato 23 maggio 2020

Il nuovo portafoglio aggiornato di Nelson Pelz, grande Guru di Wall Street, composto da soli otto titoli


Quali sono gli investimenti dei grandi Guru di Wall Street? Pubblichiamo oggi il nuovo portafoglio aggiornato di Nelson Pelz, uno dei grandi investitori da noi monitorati per la composizione del nostro portafoglio Top Analisti. E' un importante uomo d'affari e investitore miliardario americano, socio fondatore, insieme a Peter W. May ed Edward P. Garden, di Trian Fund Management, un fondo di investimenti alternativo con sede a New York. Il suo portafoglio è estremamente concentrato su soli otto titoli a dividendi e quindi facilmente replicabile anche da piccoli investitori. Al primo posto per importanza nel fondo troviamo Procter & Gamble (PG:NYSE) che incide attualmente per quasi il 50% del fondo. Fondata nel 1837 Procter & Gamble è una delle società che vanta una delle storie più lunghe di crescite dei dividendi, con ben 63 anni consecutivi di aumenti, e una performance record di +3763% dal 1972 ad oggi. Al secondo posto per importanza nel portafoglio troviamo Sysco Corp (SYY:NYSE), leader mondiale nel settore alimentare, con 50 anni consecutivi di aumenti dei dividendi e una performance record di +18188% dal 1972 ad oggi. Entrambe le società fanno parte da anni del nostro portafoglio Top Analisti, che raggruppa le migliori raccomandazioni a dividendo di un pannello tra i più autorevoli analisti internazionali. Dal 1 gennaio 2009 ad oggi, TOP Analisti ha messo a segno una performance record pari a +242,8% considerando il reinvestimento dei dividendi. Il portafoglio prevede costanti aggiornamenti settimanali ed è disponibile in forma integrale agli utenti iscritti al nostro portale.

Trian Fund Management - I fondatori

martedì 19 maggio 2020

Maxi dividendo 8,2% e rating BUY per un leader delle assicurazioni negli Stati Uniti e in Europa



Le forti situazioni di stress e volatilità sui mercati finanziari, come quella a cui stiamo assistendo da marzo 2020 a causa della pandemia di Coronavirus, fanno emergere opportunità di investimento particolarmente interessanti quasi impossibili da reperire in condizioni normali. La sensibile contrazione dei multipli di borsa che spesso si verifica in questi casi permette di acquistare aziende prestigiose e affermate, con lunghe storie di crescite di utili e dividendi, a prezzi che scontano solo poche volte gli utili attesi, con potenziali di guadagno e rendimenti da dividendo fortemente amplificate a parità di rischio, in un’ottica più lunga, fino alle successive fasi di uscita dalle emergenze. Basta acquistare e mantenere in portafoglio, aspettando con grande pazienza che si ripristini una situazione di maggiore regolarità e stabilità sui mercati. Uno dei parametri più importanti da considerare per l’acquisto di un business è il rapporto tra prezzo e utili (p/e o price earning), ovvero quell'indicatore che misura quante volte una determinata azienda viene venduta rispetto agli utili generati nell'ultimo anno. Questo indicatore non è valido solo per i titoli quotati in borsa, ma viene molto usato anche come uno dei parametri più comuni nelle tradizionali compravendite di aziende private, e viene considerato come uno dei sistemi più semplici ed efficaci per valutare la congruità del prezzo di un business. Più basso è questo multiplo offerto dal venditore, e meno anni saranno necessari per l'acquirente per recuperare e ammortizzare il suo capitale investito, con un maggiore rendimento anche in termini di dividendo. Ci sono casi specifici e situazioni speciali di mercato, in cui questi multipli in borsa possono temporaneamente scendere anche a livelli di poche volte gli utili (anche sole quattro cinque volte), con un rendimento implicito per chi compra che può raggiungere il 20-25% sul capitale investito, con un rischio notevolmente più ridotto rispetto alle condizioni normali. È il caso di questa importante azienda che abbiamo identificato oggi come nuovo investimento ad alto dividendo per il nostro portafoglio Top Analisti. Nonostante una storia di successo ultracentenaria, questa importante compagnia assicurativa quota oggi a sole 2,6 volte gli utili attesi per l’anno in corso, contro una media storica di quasi 10 volte gli utili. Questo significa che ad utili costanti, basterebbero solo 2,5 anni per raddoppiare il capitale investito, con un rendimento implicito di oltre il 30% annuo. Rendimenti composti a questo livello permettono potenzialmente di moltiplicare fino a 15 volte il valore dell'investimento nell’arco di 10 anni. Non solo, un possibile ripristino automatico dei multipli storici a livelli normali, che potrebbe facilmente verificarsi dopo la fine della crisi ( ritorno del price earning intorno a 9-10 volte gli utili), significherebbe un’ulteriore espansione del potenziale guadagno, creando una di quelle opportunità che si verificano raramente in un ciclo secolare dei mercati finanziari e che gli analisti amano definire come "once in a lifetime opportunity", ovvero una occasione che si presenta una sola volta nella vita. Le paure e timori degli investitori collegate con gli sviluppi economici dell’epidemia di coronavirus, stanno facendo emergere rare occasioni e opportunità come questa, che diventano ancora più interessanti anche perché disponibili non solo su piccole aziende startup operanti su nicchie di mercato a forti crescite, ma su leader di mercato già consolidati, con business tradizionali, solidi, a rischio inferiore e più facilmente prevedibili. In particolare, per la nuova azienda che analizziamo nel report di oggi, siamo rimasti fortemente colpiti dalle valutazioni del valore intrinseco (fair value) calcolato dei maggiori analisti internazionali. Su un campione dei sei tra i principali analisti e broker che analizzano questa società, emerge uno sconto di valutazione in borsa rispetto al valore intrinseco calcolato pari al 78,6%, con conseguente potenziale di oltre il 300% dalle attuali quotazioni per raggiungere il fair value, il tutto arricchito da un elevato dividendo che supera l' 8% annuo corrisposto in rate trimestrali. Su questa base, utilizziamo oggi parte della liquidità disponibile nel nostro portafoglio Top Analisti, derivante dagli ultimi dividendi incassati, per iniziare una nuova posizione su questa azienda, approfittando delle quotazioni fortemente scontate di questi ultimi giorni. 

Vediamo ora nel dettaglio le variazioni da apportare ai nostri tre modelli di portafoglio, inclusi nell’abbonamento di Secondo Livello da 19,99 euro mensili sottoscrivibile con carta di credito o bonifico bancario online.

Portafoglio Top Analisti

Descrizione portafoglio Top Analisti: Questo particolare portafoglio è attualmente uno dei più replicati dai nostri abbonati, e racchiude  in un unico modello le raccomandazioni di un pannello di alcuni tra i maggiori analisti e Guru internazionali, presenti nelle migliori classifiche di reddito e performance. Composto attualmente da oltre 60 società internazionali quotate sul Nyse e sul Nasdaq, Top Analisti si è trasformato nel corso degli anni in una vera macchina da reddito, con oltre 250 cedole accreditate ogni anno ai partecipanti e un dividendo incassato in quasi ogni giorno lavorativo dell’anno. Nel file PDF relativo al portafoglio, aggiornato ogni settimana e scaricabile ad inizio report, è indicata la percentuale investita su ogni titolo. In questo modo, ciascun abbonato può replicare il portafoglio con precisione, con importi superiori o inferiori a quelli indicati, semplicemente aumentando o diminuendo le singole quantità da acquistare per ogni titolo con la stessa proporzione suggerita nel modello.

Fondamentali portafoglio Top Analisti: Sulla base delle ultime chiusure di borsa, il portafoglio presenta un dividendo medio atteso pari al 3,9% annuo. Il price earning medio del portafoglio è pari a 16,2 volte gli utili attesi per il prossimo anno (Forward P/E). Il Pay Out medio è pari allo 0,7. Il Pay Out indica la percentuale dell’utile annuo destinata agli azionisti come dividendo. In generale, preferiamo società che mantengono livelli di Pay Out più contenuti, a garanzia di ulteriori incrementi delle cedole anche per il futuro. Attualmente il portafoglio presenta una rischiosità inferiore al mercato, con un Beta pari a 0,9. Il Beta è una misura del rischio di una azione e misura la variazione attesa del rendimento del titolo per ogni variazione di un punto percentuale del rendimento di mercato. Una azione con un Beta superiore a 1 tende ad amplificare i movimenti di mercato (il titolo è più rischioso del mercato). Al contrario, una azione con Beta compreso tra 0 e 1 tende a muoversi nella stessa direzione del mercato (il titolo è meno rischioso del mercato).

Potenziale portafoglio Top Analisti a 6-12 mesi+34,5% (30,6% target medio analisti +3,9% dividendo medio) secondo le valutazioni medie di 12 analisti internazionali, con un rating medio dei titoli pari a BUY (2,1), in una scala da 1 Strong Buy a 5 Sell. Complessivamente, le 64 società che compongono il nostro modello Top Analisti mostrano un potenziale pari a +30,6% nella rilevazione odierna, a cui si aggiunge un dividendo medio del 3,9% annuo, per un totale di incremento stimato pari +34,5%.

Movimenti di oggi per il portafoglio Top Analisti:


Nuovi acquisti: Utilizziamo la liquidità derivante dagli ultimi dividendi incassati e acquistiamo in apertura di mercato 150 azioni PASSA AL LIVELLO 2. Vediamo ora nel dettaglio l'analisi della nuova società che acquistiamo oggi per il portafoglio.

Maxi dividendo 8,2% e rating BUY per un leader nelle assicurazioni negli Stati Uniti e in Europa

Descrizione del business: Fondata nel lontano 1848 ed oltre 10.000 dipendenti, questa società, tramite le sue controllate, fornisce soluzioni di protezione finanziaria e assicurativa negli Stati Uniti, nel Regno Unito, in Polonia e a livello internazionale. Opera attraverso quattro distinti segmenti e offre una vasta gamma di prodotti assicurativi, tra cui piani per la previdenza integrativa individuali e collettivi, coperture per le disabilità e invalidità a breve e lungo termine, assicurazioni vita individuali e collettive, coperture integrative e volontarie per infortuni, malattie gravi e cure dentali. Le coperture sono offerte principalmente ai datori di lavoro a beneficio dei dipendenti. La compagnia vende i suoi prodotti attraverso una rete di agenti addetti alle vendite sul campo, broker indipendenti e consulenti.

Trend del dividendo: La società ha incrementato il suo dividendo ogni anno negli ultimi 11 anni. Il dividendo attuale è pari al 8,2% annuo, corrisposto in quattro rate trimestrali. Nel corso degli ultimi anni il rendimento medio percentuale del dividendo si è mosso in un range oscillante da un minimo di 1,1% annuo nei periodi di maggiore sopravvalutazione del titolo, fino ad un massimo di 3% annuo nei periodi di maggiore sottovalutazione. Il dividendo attuale, pari a 8,2% annuo, indica una quotazione del titolo a forte sconto rispetto alla media storica. Per ritornare nuovamente in area di sopravvalutazione, il titolo dovrebbe più che raddoppiare dai livelli attuali.

4

Trend storico degli utili e previsioni: Negli ultimi 5 anni la società ha incrementato gli utili di +10,7% annuo. Per i prossimi 5 anni gli analisti prevedono ulteriori crescite, con un aumento degli utili di +5,4% annuo.

venerdì 15 maggio 2020

Cinque società difensive ad elevato dividendo per la seconda parte del 2020


Nonostante il rallentamento dell'economia globale innescato dall'epidemia di Covid-19 ci sono ancora interessanti opportunità di investimento a dividendo su aziende leader a prezzi scontati. In questa analisi partiamo da un ampio report di ricerca pubblicato in questi giorni da Baird, autorevole società di ricerca con oltre 100 anni di storia. Pubblicando questa analisi, la società ha dichiarato: "Considerati i rimbalzi dai forti ribassi registrati a marzo, ci siamo focalizzati su nuove idee per investitori interessati a dividendi più sicuri. Con molte società che hanno annunciato recenti tagli o eliminazione dei dividendi per rafforzare i bilanci e la liquidità, questo gruppo di società ci è sembrato molto interessante da analizzare. Tutte le azioni analizzate da Baird hanno ottenuto un rating Outperform, ovvero potenzialmente capaci di generare performance superiori al mercato nei prossimi mesi. Tra queste, abbiamo selezionato le cinque che offrono a nostro avviso i migliori rapporti tra rischio e rendimento alle attuali quotazioni di borsa. E' interessante notare che due delle cinque società analizzate fanno già parte da tempo del nostro portafoglio TOP Analisti, che raggruppa da oltre 10 anni le migliori raccomandazioni a dividendo di un pannello tra i più autorevoli analisti internazionali. Dal 1 gennaio 2009 ad oggi, TOP Analisti ha messo a segno una performance record pari a +242,8% considerando il reinvestimento dei dividendi. Il portafoglio prevede aggiornamenti settimanali ed è disponibile in forma integrale agli utenti iscritti al nostro portale. Vediamo ora nel dettaglio le cinque società, con un focus più dettagliato sulle due aziende già presenti nel nostro portafoglio.

Archer Daniels Midland Company, quotata al Nyse con simbolo ADM - Presente nel nostro portafoglio senza interruzioni da oltre 10 anni ed è uno dei primi titoli su cui abbiamo investito in partenza.  Fondata nel 1902 ed oltre 31.000 dipendenti, questa importante multinazionale opera in 170 paesi del mondo e si occupa di agricoltura in tutte le sue fasi, dal raccolto nei campi fino al prodotto finito, trasformando vaste colture in prodotti che soddisfano le esigenze vitali di cibo ed energia. I ricavi 2018 ammontano a 64 miliardi di dollari. Con il trasporto, stoccaggio e attività di trasformazione, la società converte ogni giorno nel mondo mais, semi oleosi, frumento e cacao in ingredienti alimentari, mangimi per animali, combustibili rinnovabili e prodotti industriali che vengono consumati e utilizzati da milioni di persone. In aggiunta, la società produce etanolo dal mais, tecnica che viene fortemente incentivata da parte di tutti i maggiori governi del mondo, con l'obiettivo di diversificare su nuove forme alternative di energia e carburanti puliti per soddisfare la crescente domanda globale. Dalla data del nostro acquisto ad oggi, il titolo ha più che triplicato i dividendi distribuiti confermando le capacità del management di generare valore aggiunto nel tempo per gli azionisti. In aggiunta, la società ha distribuito dividendi dal 1927 ad oggi ed ha aumentato il valore della cedola ogni anno negli ultimi 45 anni. Nonostante il forte track record, secondo Baird il titolo risulta oggi sottovalutato e presenta buoni potenziali di crescita per il futuro. Grazie alla debolezza delle materie prime innescata dal petrolio, in queste ultime settimane il titolo quota in ribasso di oltre il 20% da inizio anno, creando una interessante opportunità di acquisto alle attuali quotazioni. Con un ricco dividendo del 4,2% e un prezzo attuale di 34,16 dollari, Baird assegna un target di 41 dollari, e un potenziale di +20% rispetto al valore intrinseco calcolato.

Raytheon Technologies Corporation, quotato sul Nyse con simbolo RTX - Presente nel portafoglio da oltre cinque anni.  La società è un leader mondiale nel settore della difesa, guerra spaziale e difesa missilistica con ricavi per circa 74 miliardi di dollari. Con una storia di 97 anni,  è una delle società che opera maggiormente con il governo degli Stati Uniti e produce sistemi di difesa missilistica in oltre 80 paesi del mondo. In aggiunta, progetta e produce sistemi aerospaziali per aerei commerciali, regionali, aziendali e militari. È inoltre un importante fornitore per i programmi spaziali internazionali. Fornisce prodotti industriali per le industrie degli idrocarburi, chimiche, di trasformazione alimentare, edilizie e minerarie. Con un dividendo stabile al 3,5% e un prezzo attuale di 53,86 dollari, Baird assegna un target di 101 dollari, e un potenziale di +88% rispetto al valore intrinseco calcolato.

United Parcel Service, quotato sul Nyse con simbolo UPS - Leader mondiale nel settore spedizioni in 220 paesi del mondo ed oltre 481.000 dipendenti, 237 arei di proprietà, 110.000 veicoli per le consegne e 18 milioni di pacchi consegnati ogni giorno. Con un dividendo elevato al 4,4% e un prezzo attuale di 91,69 dollari, Baird assegna un target di 116 dollari, e un potenziale di +26% rispetto al valore intrinseco calcolato. 

Verizon Communications Inc, quotato sul Nyse con simbolo VZ - E' attualmente uno dei maggiori operatori Telecom negli Stati Uniti, con oltre 120 milioni di abbonati mobili e vanta una rete capillare in fibra ottica ad alta velocità. E' un leader anche sul web, con la proprietà del noto portale Yahoo. Con un dividendo al 4,5% e un prezzo attuale di 54,91 dollari, Baird assegna un target di 58 dollari, e un potenziale di +5,6% rispetto al valore intrinseco calcolato. 

Bank Of America Corporation, quotato sul Nyse con simbolo BAC - E' una delle maggiori banche negli Stati Uniti, con oltre 5100 filiali, 16300 sportelli ATM, e numerose piattaforme per banking online. Il titolo ha evidenziato una flessione di oltre il 30% da inizio anno. Con un dividendo al 3,3% e un prezzo attuale di 21,71 dollari, Baird assegna un target di 27 dollari, e un potenziale di +24% rispetto al valore intrinseco calcolato.

giovedì 14 maggio 2020

Report Speciale - Aggiornamento "DIVIDEND ARISTOCRATS" - 64 aziende Usa con oltre 25 anni consecutivi di aumento dei dividendi

I Dividend Aristocrats sono un ristretto numero di 64 società Usa ad elevata capitalizzazione, tutte appartenenti all'indice S&P500, che vantano un primato di almeno 25 anni consecutivi di crescite dei dividendi. Storicamente, un portafoglio composto da queste società Top ha generato performance superiori alla borsa, con una volatilità inferiore. In un periodo di maggiore volatilità e rallentamento economico, queste società possono contribuire alla costruzione di un portafoglio solido e più difensivo. I titoli sono ordinati per la colonna "dividendo". Abbiamo comunque inserito un filtro per ciascuna colonna nel file Excel (vedi frecce nelle intestazioni) scaricabile gratuitamente. Si possono così creare liste personalizzate, ad esempio estrarre dal file i venti titoli migliori per colonna "Potenziale % a 6-12 mesi" e colonna rating medio degli analisti STRONG BUY o BUY (Avg Broker Rating <=2)

DIVIDEND ARISTOCRATS - DOWNLOAD EXCEL (clicca sulla tabella per scaricare)

martedì 12 maggio 2020

Nuovo BUY - Un potente network di 10.000 farmacie a sconto - Investire sul leader della salute con forti potenziali di crescita


La settimana appena trascorsa è stata caratterizzata da un andamento in deciso rialzo per i principali indici azionari americani, nonostante il dato negativo sulla disoccupazione pubblicato venerdì. L'indice S&P500, che raggruppa le 500 aziende Usa maggiormente capitalizzate ha chiuso con un guadagno di +3,5% nella settimana, spinto dal buon andamento dei titoli energetici e tecnologici. L'economia americana ha perso in aprile 20,5 milioni di posti di lavoro, spingendo la disoccupazione al 14,7%. Nonostante il dato negativo, gli investitori si sono focalizzati sul fatto che la maggioranza delle attività industriali e commerciali siano già in fase di riapertura in molti stati, con un clima di maggiore ottimismo sulla ripresa economica nei prossimi mesi.

In questo contesto, il nostro portafoglio Top Analisti ha messo a segno un deciso rialzo, con ben 22 titoli con rialzi superiori al 4% nella settimana. Tra questi, spicca il balzo in avanti di Lowe's Companies Inc (NYSE:LOW), con un guadagno di +9,4% nelle ultime 5 sedute. Questa società è un leader dei prodotti per la casa, utensili e riparazioni, con 1977 negozi negli Stati Uniti ed un ricco portale per le vendite online.

4

L'azienda è stata uno dei titoli più performanti a Wall Street negli ultimi decenni e vanta un importante track record di crescite di utili e dividendi, con un guadagno pari ad oltre 20.800% dal 1972 ad oggi.

3

In aggiunta, la società ha aumentato il dividendo ogni anno per 57 anni consecutivi, nonostante 6 recessioni economiche che si sono susseguite dal 1963 per l'economia Usa. Il titolo Lowe's è presente da tempo nel nostro portafoglio con una quota di 98 azioni. Attualmente, i 22 analisti internazionali che seguono il titolo assegnano un rating STRONG BUY, con un potenziale di +32% dalle attuali quotazioni. Continuiamo a mantenere questo investimento in portafoglio, approfittando di eventuali storni futuri per accumulare sul titolo.

Su queste basi, nel report di oggi utilizziamo la liquidità disponibile in portafoglio, derivante dagli ultimi dividendi incassati e investiamo in una società operante nel settore farmaceutico, che offre alle attuali quotazioni fondamentali a sconto e forti potenziali di crescita per i prossimi anni. La scorsa settimana, questa società ha comunicato i risultati del primo trimestre, con utili e ricavi in forte crescita, battendo in modo significativo le precedenti stime degli analisti. In particolare, la situazione sanitaria collegata con l'epidemia di coronavirus negli Stati Uniti ha portato ad un aumento delle richieste di farmaci da prescrizione, con una crescita del 12% del volume della società, portando a 541 milioni di richieste processate. Nonostante i risultati ottenuti, il titolo quota ancora a livelli interessanti in borsa, con un rapporto prezzo utili pari a sole 8,6 volte gli utili previsti per l'anno in corso e un solido dividendo trimestrale attestato sui livelli massimi degli ultimi anni. Vediamo ora nel dettaglio le variazioni da apportare ai nostri tre modelli di portafoglio, inclusi nell’abbonamento di Secondo Livello da 19,99 euro mensili sottoscrivibile con carta di credito o bonifico bancario online.

Portafoglio Top Analisti

Descrizione portafoglio Top Analisti: Questo particolare portafoglio è attualmente uno dei più replicati dai nostri abbonati, e racchiude  in un unico modello le raccomandazioni di un pannello di alcuni tra i maggiori analisti e Guru internazionali, presenti nelle migliori classifiche di reddito e performance. Composto attualmente da oltre 60 società internazionali quotate sul Nyse e sul Nasdaq, Top Analisti si è trasformato nel corso degli anni in una vera macchina da reddito, con oltre 250 cedole accreditate ogni anno ai partecipanti e un dividendo incassato in quasi ogni giorno lavorativo dell’anno. Nel file PDF relativo al portafoglio, aggiornato ogni settimana e scaricabile ad inizio report, è indicata la percentuale investita su ogni titolo. In questo modo, ciascun abbonato può replicare il portafoglio con precisione, con importi superiori o inferiori a quelli indicati, semplicemente aumentando o diminuendo le singole quantità da acquistare per ogni titolo con la stessa proporzione suggerita nel modello.

Fondamentali portafoglio Top Analisti: Sulla base delle ultime chiusure di borsa, il portafoglio presenta un dividendo medio atteso pari al 3,8% annuo. Il price earning medio del portafoglio è pari a 17,2 volte gli utili attesi per il prossimo anno (Forward P/E). Il Pay Out medio è pari allo 0,7. Il Pay Out indica la percentuale dell’utile annuo destinata agli azionisti come dividendo. In generale, preferiamo società che mantengono livelli di Pay Out più contenuti, a garanzia di ulteriori incrementi delle cedole anche per il futuro. Attualmente il portafoglio presenta una rischiosità inferiore al mercato, con un Beta pari a 0,9. Il Beta è una misura del rischio di una azione e misura la variazione attesa del rendimento del titolo per ogni variazione di un punto percentuale del rendimento di mercato. Una azione con un Beta superiore a 1 tende ad amplificare i movimenti di mercato (il titolo è più rischioso del mercato). Al contrario, una azione con Beta compreso tra 0 e 1 tende a muoversi nella stessa direzione del mercato (il titolo è meno rischioso del mercato).

Potenziale portafoglio Top Analisti a 6-12 mesi+28% (24,2% target medio analisti +3,8% dividendo medio) secondo le valutazioni medie di 12 analisti internazionali, con un rating medio dei titoli pari a BUY (2,1), in una scala da 1 Strong Buy a 5 Sell. Complessivamente, le 64 società che compongono il nostro modello Top Analisti mostrano un potenziale pari a +24,2% nella rilevazione odierna, a cui si aggiunge un dividendo medio del 3,8% annuo, per un totale di incremento stimato pari +28%.

Movimenti di oggi per il portafoglio Top Analisti


Nuovi acquisti: Utilizziamo la liquidità derivante dagli ultimi dividendi incassati e acquistiamo in apertura di mercato 30 azioni PASSA AL LIVELLO 2. Vediamo ora nel dettaglio l'analisi della nuova società che acquistiamo oggi per il portafoglio.

Nuovo BUY - Un potente network di 10.000 farmacie a sconto - Investire sul leader della salute con forti potenziali di crescita

Secondo Warren Buffett, il famoso Guru americano noto per le sue performance record in borsa, per avere successo bisogna investire su business facili da capire, e acquistati ai prezzi giusti. Sicuramente il consumo di farmaci è uno di quei settori che risponde a questi parametri ed offre le potenzialità più elevate nel medio-lungo termine. Il progressivo invecchiamento della popolazione porterà inevitabilmente ad una maggiore utilizzo di farmaci nei prossimi anni, indipendentemente dalle periodiche fasi di recessione economica. Nel caso di possibili rallentamenti economici, si potrà rinunciare a qualche bene di consumo, ma non si taglierà sicuramente il budget di spesa per la propria salute. Questa società è uno dei colossi della vendita di farmaci nel grande mercato americano, con ricavi annui per 261 miliardi di dollari e performance record in borsa dal 1972 ad oggi. Nonostante i forti progressi, negli ultimi anni il titolo ha sofferto in borsa a causa dell'ingresso di nuovi competitor sul mercato e conseguente contrazione generale dei margini. Su queste basi, il titolo quota ancora a livelli inferiori di oltre il 40% rispetto ai massimi toccati 5 anni fa. Le attuali quotazioni deboli in borsa, in controtendenza rispetto alle crescite di Wall Street degli ultimi anni, stanno creando una interessante opportunità di investimento a prezzi scontati su questa azienda leader operante in un settore strategico sul quale vogliamo puntare per i prossimi anni. 

Descrizione del business: Fondata nel 1963 ed oltre 290.000 dipendenti, questa società gestisce un network di oltre 10.000 farmacie negli Stati Uniti e vende farmaci soggetti a prescrizione medica e prodotti generici, come farmaci da banco, prodotti di bellezza, cosmetici e prodotti per la cura personale, oltre a fornire servizi di assistenza sanitaria attraverso un servizio di cliniche mediche specializzate. Recentemente l'azienda ha lanciato un nuovo format di negozio, interamente riservato alla salute. Una parte della superficie di queste nuove farmacie è dedicata alla vendita dei farmaci con prescrizione, ed una parte estesa è riservata ai trattamenti sanitari, come prodotti per il benessere e cure personalizzate. I farmacisti inoltre effettuano chiamate regolari e consultazioni di persona con alcuni pazienti per aiutarli a rimanere in linea con i loro piani di prescrizione di farmaci.

Trend del dividendo: La società ha incrementato il suo dividendo ogni anno negli ultimi 14 anni. Il dividendo attuale è pari al 3,2% annuo, corrisposto in quattro rate trimestrali. Nel corso degli ultimi anni il rendimento medio percentuale del dividendo si è mosso in un range oscillante da un minimo di 0,6% annuo nei periodi di maggiore sopravvalutazione del titolo, fino ad un massimo di 1,4% annuo nei periodi di maggiore sottovalutazione. Il dividendo attuale, pari al 3,2% annuo, indica una quotazione del titolo a forte sconto rispetto alla media storica. Per ritornare nuovamente in area di sopravvalutazione, il titolo dovrebbe più che raddoppiare dai livelli attuali.

Trend storico degli utili e previsioni: Negli ultimi 5 anni la società ha incrementato gli utili di +10,6% annuo. Per i prossimi 5 anni gli analisti prevedono ulteriori crescite, con un aumento degli utili di +5,8% annuo.

Multipli di borsa: Il price earning attuale del titolo è pari a sole 8,6 volte gli utili attesi per il 2019. La capitalizzazione attuale è pari a 80 miliardi, con un rapporto prezzo/ricavi pari a 0,3 volte.

Giudizio degli analisti e valutazioni: Il giudizio medio dei 16 analisti e broker che seguono il titolo è pari a BUY (1,6) su una scala da 1 a 5 ( 1= Strong Buy, 2=Buy, 3=Hold, 4=Moderate Sell, 5=Sell) con un target medio pari a +31% per i prossimi 6-12 mesi. In aggiunta, nelle ultime settimane gli analisti di Morningstar hanno assegnato al titolo il rating massimo di cinque stelle, con un potenziale pari a +46% rispetto al valore intrinseco calcolato. Ai livelli attuali, il titolo appare come uno tra i più scontati del modello Top Analisti e su queste basi approfittiamo per aumentare oggi l'esposizione su questa società nel nostro portafoglio.

giovedì 7 maggio 2020

Il miliardario Bill Ackman punta sulla ripresa e investe pesantemente in due società quotate a Wall Street

 

La notizia diffusa oggi dai media internazionali conferma la nostra visione. Il miliardario Bill Ackman, famoso per i suoi successi in borsa, nei giorni scorsi ha dato ufficialmente comunicazione alla SEC di aver investito pesantemente su due società leader a Wall Street: Restaurant Brands International Inc.(NYSE:QSR) e Howard Hughes Corporation (NYSE:HHC). In particolare, Restaurant Brands è da tempo una delle società che fanno parte del nostro portafoglio Top Analisti e proprio nei giorni scorsi avevamo aumentato l'esposizione (leggi l'analisi completa su DIVIDENDI.ORG cliccando QUI). Ackman, crede molto in questa società, holding di controllo di tre importanti catene di ristorazione fast food tra cui la famosa Burger King, con oltre 18.000 ristoranti in tutto il mondo. 
Nel mese appena trascorso il miliardario ha acquistato, tramite la sua holding Pershing Square Holdings, un totale di 9.086.895 azioni QSR, per circa 450 milioni di dollari, portando il suo investimento nella società a 24.171.199 azioni per complessivi 1,2 miliardi e una quota di controllo del 9,6% della catena di ristorazione presente in oltre 100 paesi del mondo. Brian Bittner, analista di Oppenheimer, commentando l'operazione ha dichiarato: "QSR rappresenta attualmente la nostra migliore scelta tra le aziende di grande capitalizzazione. Un'analisi delle stime aggiornate sugli utili previsti per il 2021 indica che QSR è ora scambiato con uno sconto del 27%." In aggiunta, la società distribuisce un ricco dividendo pari al 4,25% annuo sulle attuali quotazioni di borsa.

La seconda società acquistata da Ackman è Howard Hughes Corporation, passata da 6.384.239 azioni a 10.002.596 azioni, con una quota del 29,8% e un controvalore pari a quasi 520 milioni di dollari. HHC è una società immobiliare con oltre 3,2 milioni di metri quadri di terreni, Howard Hughes sviluppa progetti edili e gestisce proprietà a uso misto, come uffici, negozi, multi-famiglia e ospitalità. Pur considerando il fatto che la società abbia "una significativa esposizione a breve termine" alla pandemia di COVID-19, Ackman ritiene che l'attuale valutazione presenti un'opportunità entusiasmante. Vahid Khorsand, analista finanziario di BWS condivide il giudizio di Ackman e attribuisce alla società un rating BUY e un target di 80 dollari, con un potenziale di +54% dalle attuali quotazioni di borsa.

martedì 5 maggio 2020

Dividendo 8,5% e potenziali elevati - Un portafoglio di dieci società internazionali ad alto rendimento


Dividendo 8,5% e potenziali elevati per i prossimi mesi. Nel report di oggi analizziamo nel dettaglio il nostro popolare portafoglio Top Dividend, composto da dieci società Usa selezionate con particolari criteri di ricerca e revisione tra quelle con i dividendi più elevati. 

Il mese di aprile appena trascorso ha messo a segno un consistente recupero per i principali listini Usa, con un progresso dell'indice S&P500 pari a +13% dai minimi di marzo, ottenendo il migliore risultato mensile dal 1987. Dopo questo rapido rialzo, il mercato ha recuperato circa il 30% delle perdite accumulate durante la crisi del coronavirus, per poi ritracciare nuovamente nelle ultime sedute. In questo contesto, i nostri portafogli hanno registrato un andamento positivo, con 23 società appartenenti al modello Top Analisti che hanno messo a segno guadagni settimanali superiori al 2%. Nonostante i recenti rialzi, la situazione economica a livello mondiale rimane ancora incerta e non sono da escludere storni improvvisi collegati a notizie macroeconomiche sulla congiuntura globale. Su queste basi, manteniamo un approccio cauto nel breve termine, indirizzando le nostre preferenze verso società leader, con business consolidati, fondamentali solidi, e lunghi track record di crescite dei dividendi. Storicamente le aziende che presentano queste caratteristiche hanno ottenuto negli anni performance superiori agli indici, con una minore volatilità specialmente nei cicli di ribasso. Le ultime quattro società che abbiamo inserito nel portafoglio Top Dividend nel mese di aprile vantano tutte oltre 50 anni consecutivi di aumenti dei dividendi, nonostante le numerose recessioni che si sono susseguite in questi ultimi decenni. Considerata la particolare situazione prodotta dalla epidemia globale di coronavirus, abbiamo preferito puntare maggiormente sulla sostenibilità futura, piuttosto che sul livello del rendimento in assoluto dei dividendi. Rendimenti da dividendo troppo elevati possono risultare segnali che il mercato ritenga probabili tagli o sospensioni future delle cedole, provocando possibili flessioni in borsa dei titoli collegati. Tra i nuovi titoli con prospettive solide che abbiamo inserito in portafoglio, evidenziamo 3M Company (Nyse simbolo MMM), società che sviluppa, produce e commercializza vari prodotti in tutto il mondo nei settori sicurezza e industria, trasporti ed elettronica e assistenza sanitaria. Durante la crisi del Covid-19, la società è stata particolarmente attiva nel settore della sicurezza degli operatori sanitari e soccorritori. Fin da gennaio, 3M ha raddoppiato la produzione di respiratori N95/FFP2 fino a 1.1 miliardi all'anno negli impianti di produzione globali, tra cui Stati Uniti, Asia ed Europa. Nei prossimi 12 mesi, 3M raddoppierà ancora la sua capacità a 2 miliardi all'anno. In questa crisi, 3M ha rilevato un aumento senza precedenti della domanda di respiratori N95/FFP2 ed anche per il prossimo futuro la domanda supererà l'offerta. Mentre l'azienda lavora intensamente per aumentare la produzione, collabora anche con i governi e altre organizzazioni per prioritizzare, smistare e reindirizzare le forniture al fine di soddisfare le esigenze e le aree più critiche. 

L'azienda vanta un record di ben 64 anni consecutivi di aumenti dei dividendi, con un rendimento del 4% sulle attuali quotazioni di borsa. Storicamente, il dividendo si è mosso da un minimo di 1,7% nei momenti di maggiore sopravvalutazione del titolo (prezzo elevato del titolo e basso rendimento) ad un massimo del 3% nei momenti di maggiore sottovalutazione del titolo (prezzo basso del titolo e alto rendimento. Il rendimento attuale, pari al 3,9% supera i massimi storici ed indica uno dei livelli più alti di rendimento degli ultimi decenni per la società, confermando la forte sottovalutazione del titolo in borsa. Sulla base del dividendo attuale, pari a 5,88 dollari annui, per tornare ad un livello di sopravvalutazione (dividendo 1,7%) il titolo dovrebbe raggiungere il prezzo di 346 dollari (346 dollari x 1,7% = 5,88 dollari). Considerando le quotazioni di venerdì scorso, pari a 148,6 dollari, il titolo vanta un potenziale teorico di +132,8% dai livelli attuali. 3M è uno degli ultimi acquisti che abbiamo effettuato per il portafoglio Top Dividend, con 32 azioni inserite in portafoglio il 7 aprile 2020 a 146,83 dollari ciascuna.

L'edizione di oggi è interamente dedicata al nostro portafoglio Top Dividend, il popolare modello che si compone di dieci titoli quotati a Wall Street caratterizzati da dividendi più elevati e superiori alla media di mercato. Come accennato in precedenza, considerata la particolare fase di mercato in cui molte società si vedono costrette a gestire più attentamente le liquidità di cassa in seguito alla crisi generata dal coronavirus, abbiamo deciso (ferma restando la nostra attenzione ai dividendi elevati del portafoglio) di inserire un importante parametro di sicurezza in più, ovvero selezionare in abbinamento ai dividendi elevati, solamente quelle società che abbiano un track record di almeno 25 anni consecutivi di aumenti della cedola, e che abbiano quindi dimostrato una costanza di distribuzioni fino ad oggi, anche nelle numerose fasi difficili vissute dai mercati negli ultimi decenni. Per questa ragione, le società nel portafoglio rappresentano un’elite ad alto dividendo, con lunghe storie di crescite continuative di distribuzione nei confronti degli azionisti, in ogni situazione di mercato. Top Dividend, partito nel settembre di 20 anni fa, è un potente strumento che permette di beneficiare di una elevata rendita passiva, abbinata a potenziali capital gain di medio termine. Top Dividend è uno dei tre portafogli internazionali inclusi nel servizio online di Secondo Livello e viene elaborato utilizzando un sofisticato sistema di ricerca in grado di identificare ogni mese un ristretto gruppo di dieci società caratterizzate da dividendi periodici attestati ai massimi livelli e fondamentali a sconto rispetto al mercato. 

L'importanza dei dividendi nel lungo termine e analisi storiche

Approfittando delle valutazioni interessanti, proseguiamo nella nostra strategia indirizzata all'investimento in società caratterizzate da lunghi track record di crescite dei dividendi, reinvestendo con costanza le cedole incassate, e sfruttando il questo modo il potente effetto leva derivante dall'interesse composto. Secondo uno studio realizzato da Morningstar, che prende in considerazione 56 anni di borsa Usa (dal 1960 al 2016), un capitale di 10.000 dollari investito nel 1960 sui titoli a dividendo dell'indice S&P500, si è trasformato a fine 2016 in un importo pari a 2.120.940 dollari, considerando il reinvestimento dei dividendi, contro 385.273 dollari senza i dividendi (vedi grafico sotto), confermando come nel lungo termine gran parte della ricchezza accumulata sia stata generata proprio dai dividendi, spostando in secondo piano i soli capital gain.

2

Performance e dividendi dal 1871 ad oggi

Considerando l'intero periodo storico del mercato azionario Usa, e analizzando le performance secolari, notiamo che i dividendi acquistano ancora maggiore importanza nella determinazione delle performance complessive. Dal gennaio 1871 ad oggi la performance della borsa Usa è stata pari al 4,4% annuo composto senza considerare i dividendi e del 9% annuo composto calcolando il reinvestimento dei dividendi. Il potente effetto leva generato dell'interesse composto ha amplificato in maniera esponenziale i guadagni. Un solo dollaro investito sull'indice della borsa Usa nel 1871 è diventato oggi 628 dollari senza considerare i dividendi e ben 390.027 dollari con i dividendi! (vedi tabella sotto (fonte dqydi.net

1

In sintesi, i dividendi sono stati la maggiore componente per la performance complessiva dei mercati azionari nel lungo termine. Con una redditività elevata, e una media di oltre 40 cedole annue distribuite ai partecipanti, Top Dividend si propone di ottenere un mix di dividendi e performance superiori nel corso di un intero ciclo di mercato. Vediamo ora nel dettaglio il nuovo portafoglio Top Dividend per il mese in corso.

martedì 28 aprile 2020

25.000 ristoranti nel mondo - Dividendo 4,5% e potenziali elevati per la società preferita dai grandi investitori internazionali


Approfittando delle quotazioni a forte sconto e delle prospettive di crescita per i prossimi anni, reinvestiamo oggi la liquidità disponibile derivante dagli ultimi dividendi incassati e acquistiamo una importante società operante in tutto il mondo nel settore della ristorazione. Nella seconda parte del report analizziamo nel dettaglio un particolare ETF azionario che raggruppa le 100 società mondiali con i dividendi più elevati e offre una ricca cedola pari al 6,7% annuo

La settimana appena trascorsa è stata caratterizzata da un andamento stabile dei mercati azionari internazionali, sulla scia delle attese per un graduale rientro dalla fase di lock-down da parte delle principali economie mondiali. In particolare, l'indice S&P500 ha chiuso venerdì scorso in rialzo a 2836,74 punti, dopo un rimbalzo del petrolio e un calo delle richieste di sussidi di disoccupazione per la terza settimana consecutiva a 4,42 milioni, contro 5,24 milioni e 6,61 milioni delle precedenti, indicando forse che il peggio dell'impatto del Covid-19 sul mercato del lavoro è stato superato. Gli investitori rimangono concentrati sulle società direttamente collegate con la scoperta di un vaccino, premiando quelle aziende che sembrano più avanti nella ricerca e sperimentazione. Dopo il balzo di Moderna Inc (Nasdaq: MRNA), che aveva messo a segno un progresso pari a +47,1% nella settimana precedente, le ultime cinque sedute hanno evidenziato il guadagno record di Inovio Pharmaceuticals Inc. (Nasdaq: INO), con un aumento di +76,6% dal venerdì precedente, portando il guadagno complessivo a +272,2% negli ultimi 12 mesi. 

Giovedì scorso, in una intervista con Jim Cramer della CNBC, Joseph Kim, CEO di Inovio Pharmaceuticals Inc, ha annunciato che è possibile rispettare la linea temporale da 12 a 18 mesi per un nuovo vaccino contro il coronavirus, come suggerito dal membro della Task Force della Casa Bianca Anthony Fauci. "Questo è possibile", ha dichiarato Kim "specialmente se hai una piattaforma che si è dimostrata sicura e se hai già provato approcci simili prima contro altri agenti patogeni, come abbiamo fatto noi". Inovio aveva già iniziato la prima fase dei suoi studi clinici all'inizio di aprile. Kim ha aggiunto che la compagnia farmaceutica prevede di completare la selezione di tutti i 40 volontari per questa fase entro la fine del mese. La società intende collaborare con istituti privati ​​come l'Università della Pennsylvania, nel caso in cui il suo vaccino contro il coronavirus entri nella fase di sperimentazione. "Aiuta il fatto che abbiamo già svolto un lavoro collaborativo con questa università nel corso degli anni", ha detto Kim alla CNBC. Inovio ha ricevuto finanziamenti dal Pentagono e da organizzazioni non governative come la Bill & Melinda Gates Foundation e la Norvegia Coalition for Epidemic Preparedness Innovations. Kim ha dichiarato che si aspetta che questa rete globale di finanziatori cresca anche nelle prossime settimane e mesi. 

Anche i grandi colossi del settore farmaceutico stanno lavorando attivamente allo sviluppo di un vaccino, tra cui Johnson & Johnson (NYSE: JNJ) e Pfizer Inc. (NYSE: PFE), società entrambe presenti da tempo nel nostro portafoglio Top Analisti. In particolare, giovedì scorso Johnson & Johnson ha registrato il suo nuovo massimo storico, a 157 dollari, con un guadagno di +137% dalla data del nostro acquisto. In aggiunta, la società vanta un lungo track record di ben 57 anni consecutivi di aumenti dei dividendi.

In questo contesto di mercato, la nostra strategia rimane focalizzata alla selezione di un ristretto numero di aziende leader, caratterizzate da storie ben consolidate di crescite di utili e dividendi, fondamentali solidi e prezzi scontati in borsa rispetto al valore intrinseco reale. Un comparto che risulta attualmente penalizzato a causa delle chiusure imposte dal coronavirus è quello della ristorazione, che sta registrando il temporaneo fermo delle attività, con conseguente penalizzazione dei titoli in borsa. In particolare, la società sui cui investiamo oggi è un leader in questo settore, e quota oggi ad un livello inferiore del 40,3% rispetto ai massimi toccati ad agosto dello scorso anno, e del 18,8% inferiore rispetto ai nostri prezzi medi di carico. Nonostante la situazione di breve termine, secondo gli analisti questa azienda ha tutti gli elementi per proseguire nella sua forte crescita a lungo termine, una volta superata la attuale fase di crisi e vanta tra i suoi principali azionisti, importanti investitori del calibro di Warren Buffett e Bill Ackman, confermando l'interesse dei grandi capitali per questo settore.

Su queste basi, vediamo ora nel dettaglio le variazioni da apportare ai nostri tre modelli di portafoglio, inclusi nell’abbonamento di Secondo Livello da 19,99 euro mensili sottoscrivibile con carta di credito o bonifico bancario online.

Portafoglio Top Analisti

Descrizione portafoglio Top Analisti: Questo particolare portafoglio è attualmente uno dei più replicati dai nostri abbonati, e racchiude  in un unico modello le raccomandazioni di un pannello di alcuni tra i maggiori analisti e Guru internazionali, presenti nelle migliori classifiche di reddito e performance. Composto attualmente da oltre 60 società internazionali quotate sul Nyse e sul Nasdaq, Top Analisti si è trasformato nel corso degli anni in una vera macchina da reddito, con oltre 250 cedole accreditate ogni anno ai partecipanti e un dividendo incassato in quasi ogni giorno lavorativo dell’anno. Nel file PDF relativo al portafoglio, aggiornato ogni settimana e scaricabile ad inizio report, è indicata la percentuale investita su ogni titolo. In questo modo, ciascun abbonato può replicare il portafoglio con precisione, con importi superiori o inferiori a quelli indicati, semplicemente aumentando o diminuendo le singole quantità da acquistare per ogni titolo con la stessa proporzione suggerita nel modello.

Fondamentali portafoglio Top Analisti: Sulla base delle ultime chiusure di borsa, il  portafoglio presenta un dividendo medio atteso pari al 3,8% annuo. Il price earning medio del portafoglio è pari a 15,7 volte gli utili attesi per il prossimo anno (Forward P/E). Il Pay Out medio è pari allo 0,9. Il Pay Out indica la percentuale dell’utile annuo destinata agli azionisti come dividendo. In generale, preferiamo società che mantengono livelli di Pay Out più contenuti, a garanzia di ulteriori incrementi delle cedole anche per il futuro. Attualmente il portafoglio presenta una rischiosità inferiore al mercato, con un Beta pari a 0,9. Il Beta è una misura del rischio di una azione e misura la variazione attesa del rendimento del titolo per ogni variazione di un punto percentuale del rendimento di mercato. Una azione con un Beta superiore a 1 tende ad amplificare i movimenti di mercato (il titolo è più rischioso del mercato). Al contrario, una azione con Beta compreso tra 0 e 1 tende a muoversi nella stessa direzione del mercato (il titolo è meno rischioso del mercato).

Potenziale portafoglio Top Analisti a 6-12 mesi+32,8% (29% target medio analisti +3,8% dividendo medio) secondo le valutazioni medie di 12 analisti internazionali, con un rating medio dei titoli pari a BUY (2,1), in una scala da 1 Strong Buy a 5 Sell. Complessivamente, le 64 società che compongono il nostro modello Top Analisti mostrano un potenziale pari a +29% nella rilevazione odierna, a cui si aggiunge un dividendo medio del 3,8% annuo, per un totale di incremento stimato pari +32,8%.

Movimenti di oggi per il portafoglio Top Analisti


Nuovi acquisti: Utilizziamo la liquidità derivante dagli ultimi dividendi incassati e acquistiamo in apertura di mercato PASSA AL LIVELLO 2. Vediamo ora nel dettaglio l'analisi della nuova società che acquistiamo oggi per il portafoglio.

25.000 ristoranti nel mondo - Dividendo 4,5% e potenziali elevati per la società preferita dai grandi investitori internazionali

Questa importante società operante nella ristorazione vanta tra i propri soci autorevoli investitori internazionali. Tra questi evidenziamo il miliardario Bill Ackman, che detiene oltre 15 milioni di azioni, con una quota di oltre 7 miliardi di dollari e una partecipazione di oltre il 5% del capitale della società, seguito da Warren Buffett con oltre 8 milioni di azioni, ed una quota di oltre il 2,5% del capitale. Assieme, i due azionisti controllano quasi l'8% dell'azienda, confermando l'interesse per questo business di successo. In una recente presentazione agli azionisti, Bill Ackman ha dichiarato:

"Questa società è un business di alta qualità, con significativi potenziali di crescita a lungo termine e quotazioni attuali a sconto. Il titolo rimane conveniente rispetto al suo valore intrinseco e rispetto ai principali concorrenti" 

Descrizione del business: Fondata nel 1954 ed oltre 500.000 tra dipendenti e collaboratori in franchising, questa azienda detiene un network di oltre 25.000 ristoranti in oltre 100 paesi, suddivisi su tre dei marchi più conosciuti del settore, per oltre 11 milioni di clienti serviti ogni giorno in tutto il mondo. I numeri sono da record, con ricavi per 5,5 miliardi annui, 2 miliardi di tazze di caffè e 2,1 miliardi di hamburger serviti ogni anno. Lo scorso anno, nella giornata dedicata agli investitori, la società ha annunciato un ambizioso obiettivo di raggiungere la quota record di 40.000 ristoranti nel mondo, diventando un leader globale della ristorazione. Secondo il management, la politica di dividendi elevati, abbinata alla crescita dei flussi di cassa e alla strategia di acquisti di azioni proprie (buyback) saranno i motori della creazione di valore per gli azionisti. Sulla base dei piani di sviluppo previsti dall'azienda gli analisti prevedono utili in crescita di oltre il 20% annuo composto per i prossimi 5 anni. 

Trend del dividendo: La società vanta un importante primato nei confronti dei suoi azionisti, con aumenti consecutivi del dividendo in ciascuno degli ultimi 5 trimestri. Il dividendo attuale è pari al 4,5% annuo, corrisposto in quattro rate trimestrali, con un Pay Out pari al 83%. Il Pay Out indica la percentuale dell’utile annuo destinata agli azionisti come dividendo. In generale, sono da preferire società che mantengono livelli di Pay Out più contenuti, a garanzia di stabilità delle cedole anche per il futuro. Negli ultimi 3 anni il tasso di crescita del dividendo è stato pari al 59,9% annuo composto. Ipotizzando per il futuro gli stessi livelli di crescita conseguiti nell’ultimo decennio, tra dieci anni la rendita da dividendo potrebbe superare ampiamente il 10% annuo.

martedì 21 aprile 2020

Tre nuovi ETF a prezzi scontati ed una società farmaceutica leader per dividendo, in corsa per il vaccino per il Covid-19


Approfittando della attuale situazione di mercato, acquistiamo oggi per i nostri portafogli tre nuovi ETF a prezzi scontati ed una società farmaceutica leader per dividendo, in corsa per il vaccino per il Covid-19. 

La settimana appena trascorsa ha confermato l'andamento positivo dei principali mercati azionari internazionali, stimolati dal nuovo piano di rilancio dell'economia Usa proposto dal presidente Trump, che prevede una progressiva uscita dal lock-down. In aggiunta, dal fronte della ricerca sembrano provenire dati positivi, con diverse società farmaceutiche che sembrano molto vicine alla sperimentazione del vaccino o a farmaci mirati per la cura del coronavirus. In particolare, la società biotecnologica Moderna Inc (Nasdaq: MRNA), ha messo a segno un progresso record pari a +47,1% nell'ultima settimana, dopo aver ottenuto un premio dal governo americano di 483 milioni di dollari per accelerare il lancio su larga scala del vaccino per il Covid-19. La sperimentazione dovrebbe iniziare già nel secondo trimestre e Stephane Bancel, presidente della società, ha dichiarato: "Stiamo investendo ora sul processo di produzione su larga scala e crediamo che potremmo già fornire milioni di dosi entro il 2020". Sul fronte delle cure, i ricercatori dell' Univeristà di Chicago hanno registrato rapide guarigioni nei pazienti trattati con il farmaco Remdesivir, prodotto da Gilead Sciences Inc (Nasdaq: GILD). Le borse credono alla notizia e Gilead ha guadagnato +9,7% nella sola seduta di venerdì scorso.

Sulla scia del buon andamento del settore farmaceutico di queste settimane, nel report di oggi aumentiamo l'esposizione su una società leader mondiale del settore, che abbiamo inserito nel nostro portafoglio Top Analisti il 24 marzo 2020, e che segna già un guadagno di +26,2% in sole tre settimane. Nonostante il rialzo, l'azienda offre ancora elevati potenziali di crescita nel medio termine, abbinati ad un dividendo in costante aumento negli ultimi 10 anni. Per acquistare il titolo, utilizzeremo una parte della liquidità disponibile in cassa derivante dagli ultimi dividendi incassati.

Il settore dei farmaci è uno dei business più difensivi, capace di performare in modo costante anche durante le fasi di recessione o rallentamento economico. Anche nella attuale situazione di emergenza globale collegata al coronavirus i dati sembrano confermare il trend. I consumatori difficilmente riducono l'utilizzo di farmaci in caso di crisi, destinando piuttosto ad altri comparti eventuali tagli o risparmi di spesa. Secondo uno studio di Iqvia, il mercato mondiale dei farmaci è pari a 1,2 trilioni di dollari. Entro il 2023, si stima che questo valore possa superare 1,5 trilioni. Su queste basi, vediamo ora nel dettaglio le variazioni da apportare ai nostri tre modelli di portafoglio, inclusi nell’abbonamento di Secondo Livello da 19,99 euro mensili sottoscrivibile con carta di credito o bonifico bancario online.

Portafoglio Top Analisti

Descrizione portafoglio Top Analisti: Questo particolare portafoglio è attualmente uno dei più replicati dai nostri abbonati, e racchiude  in un unico modello le raccomandazioni di un pannello di alcuni tra i maggiori analisti e Guru internazionali, presenti nelle migliori classifiche di reddito e performance. Composto attualmente da oltre 60 società internazionali quotate sul Nyse e sul Nasdaq, Top Analisti si è trasformato nel corso degli anni in una vera macchina da reddito, con oltre 250 cedole accreditate ogni anno ai partecipanti e un dividendo incassato in quasi ogni giorno lavorativo dell’anno. Nel file PDF relativo al portafoglio, aggiornato ogni settimana e scaricabile ad inizio report, è indicata la percentuale investita su ogni titolo. In questo modo, ciascun abbonato può replicare il portafoglio con precisione, con importi superiori o inferiori a quelli indicati, semplicemente aumentando o diminuendo le singole quantità da acquistare per ogni titolo con la stessa proporzione suggerita nel modello.

Fondamentali portafoglio Top Analisti: Sulla base delle ultime chiusure di borsa, il  portafoglio presenta un dividendo medio atteso pari al 3,8% annuo. Il price earning medio del portafoglio è pari a 15,1 volte gli utili attesi per il prossimo anno (Forward P/E). Il Pay Out medio è pari allo 0,9. Il Pay Out indica la percentuale dell’utile annuo destinata agli azionisti come dividendo. In generale, preferiamo società che mantengono livelli di Pay Out più contenuti, a garanzia di ulteriori incrementi delle cedole anche per il futuro. Attualmente il portafoglio presenta una rischiosità inferiore al mercato, con un Beta pari a 0,9. Il Beta è una misura del rischio di una azione e misura la variazione attesa del rendimento del titolo per ogni variazione di un punto percentuale del rendimento di mercato. Una azione con un Beta superiore a 1 tende ad amplificare i movimenti di mercato (il titolo è più rischioso del mercato). Al contrario, una azione con Beta compreso tra 0 e 1 tende a muoversi nella stessa direzione del mercato (il titolo è meno rischioso del mercato).

Potenziale portafoglio Top Analisti a 6-12 mesi+31,6% (27,8% target medio analisti +3,8% dividendo medio) secondo le valutazioni medie di 12 analisti internazionali, con un rating medio dei titoli pari a BUY (2,1), in una scala da 1 Strong Buy a 5 Sell. Complessivamente, le 64 società che compongono il nostro modello Top Analisti mostrano un potenziale pari a +27,8% nella rilevazione odierna, a cui si aggiunge un dividendo medio del 3,8% annuo, per un totale di incremento stimato pari +31,6%.

Movimenti di oggi per il portafoglio Top Analisti:


Acquisti: Utilizziamo parte della disponibilità liquida derivante dagli ultimi dividendi incassati e acquistiamo oggi PASSA AL LIVELLO 2. Segue analisi dettagliata del titolo.

Dividendo 4,1% in crescita da dieci anni - Un leader farmaceutico globale in corsa per il vaccino per il COVID-19

La scoperta di un vaccino in grado di fermare e risolvere in modo permanente e sicuro l'epidemia di coronavirus è diventata una priorità assoluta di tutti i grandi paesi del mondo, alle prese con una crisi economica tra le più gravi degli ultimi decenni. Su queste basi, è già partita una corsa miliardaria tra le grandi case farmaceutiche mondiali, sponsorizzata da tutti i maggiori governi e istituzioni internazionali che non vedono l'ora di debellare in modo definitivo questa emergenza globale. Il gigante farmaceutico che inseriamo oggi nel portafoglio, ha annunciato che sta lavorando a un potenziale vaccino COVID-19 in stretta collaborazione con una società tedesca che opera su nuovi tipi di trattamenti di immunoterapia. Lo sforzo congiunto, confermato tramite una lettera di intenti già firmata, vede entrambi i partner lavorare insieme su un vaccino a base di RNA che cercherà di impedire alle persone di contrarre il coronavirus. Questa collaborazione riunisce uno dei più grandi e affermati attori nel campo della biotecnologia farmaceutica con un'azienda più giovane che lavora in prima linea nelle terapie immunitarie basate sul RNA. Queste terapie non usano campioni del virus stesso, come fanno i vaccini tipici (in forma morta o indebolita, per far ripartire le difese naturali del corpo). Invece, fanno affidamento sull'RNA per dare il via alla produzione di proteine ​​abbastanza simili al virus da innescare lo sviluppo del corpo di anticorpi efficaci contro il bersaglio reale. Questa partnership dovrebbe sfociare in un test clinico che potrebbe iniziare già in queste settimane. Entrambe le parti hanno esperienza in termini di lavoro sui vaccini a base di mRNA, e hanno iniziato a lavorare insieme su ricerca e sviluppo per creare trattamenti per l'influenza a partire dal 2018. 

Descrizione del business: Fondata a Brooklyn nel 1849 ed oltre 88.000 dipendenti questa società è oggi la prima compagnia biofarmaceutica al mondo. Scopre, sviluppa, produce e distribuisce farmaci di qualità, sicuri ed efficaci, per il trattamento e la prevenzione delle malattie, sia di larga diffusione che rare, che colpiscono uomini e animali. I ricavi complessivi del 2019 ammontano ad oltre 51 miliardi di dollari annui. La società produce medicinali e vaccini in varie aree terapeutiche, inclusa la medicina interna, come il metabolismo cardiovascolare, terapia del dolore, oncologia, prodotti biologici, molecole, immunoterapie e biosimilari, medicinali sterili iniettabili e anti-infettivi, medicinali e vaccini in varie aree terapeutiche, come le malattie da pneumococco, meningococco e l'encefalite da zecche, biosimilari per malattie croniche immunitarie e infiammatorie, emofilia e malattie endocrine. L'azienda serve grossisti, rivenditori, ospedali, cliniche, agenzie governative, farmacie, nonché centri di controllo e prevenzione delle malattie. La società ha siglato numerosi accordi di collaborazione e co-promozione con altre importanti aziende farmaceutiche internazionali.

Trend del dividendo: La società ha incrementato il suo dividendo ogni anno negli ultimi 10 anni. Ai prezzi attuali di borsa, il dividendo è pari al 4,1% annuo, corrisposto in quattro rate trimestrali. Storicamente, il dividendo si è mosso da un minimo di 2,9% nei periodi di sopravvalutazione dei titolo ad un massimo di 4,3% nei periodi di maggiore sottovalutazione del titolo. Per ritornare in area di sopravvalutazione, il titolo dovrebbe crescere di +41% dai valori attuali. 

martedì 14 aprile 2020

Un campione dei dividendi a sconto - 38 anni di crescite delle rendite e performance record a Wall Street


Performance record +20082% in borsa dal 1973 ad oggi e 38 anni consecutivi di aumenti dei dividendi. Nel report di oggi analizziamo una delle aziende di maggiore successo degli ultimi decenni a Wall Street, un titolo che non dovrebbe mancare in un portafoglio diversificato che punti a rendite crescenti abbinate a performance superiori.

La settimana appena trascorsa è stata caratterizzata da forti recuperi per tutti i nostri portafogli, sulla scia dei guadagni registrati a Wall Street, che ha messo a segno la migliore settimana dal 1974, dopo la decisione della Fed di un nuovo piano di sostegno all'economia per oltre 2,3 trilioni di dollari. In particolare, ben 13 società appartenenti al nostro modello Top Analisti hanno ottenuto guadagni superiori al 20% nelle ultime cinque sedute. Tra queste, spiccano i REIT, ovvero i fondi immobiliari, eccessivamente penalizzati nelle ultime settimane. Al primo posto troviamo Macerich Company, quotata sul Nyse con simbolo MAC, con un progresso record di +87,6% da venerdì scorso, seguito da Simon Properties, quotata sul Nyse con simbolo SPG, colosso mondiale nel settore dei centri commerciali, con una crescita di +58,6% nella settimana. Nonostante i forti incrementi, entrambe le società mantengono quotazioni a sconto e confermano un rating positivo da parte degli analisti nel medio termine, una volta risolta l'emergenza per il coronavirus, che ha stravolto le tradizionali abitudini dei consumatori, con la chiusura di gran parte dei centri commerciali posseduti dai fondi immobiliari. 

Nonostante la forte volatilità registrata dalle borse internazionali a marzo, con una rapida alternanza di sedute con guadagni e perdite superiori alle medie storiche, i dividendi hanno evidenziato una grande stabilità, con incassi che hanno confermato gli stessi livelli dello scorso anno. Su queste basi, analizziamo ora i dividendi percepiti a marzo per il nostro portafoglio Top Analisti. Nel mese appena trascorso abbiamo percepito 24 dividendi, per un controvalore pari a 6.002 dollari, portando il totale complessivo degli ultimi 12 mesi (aprile 2019 - marzo 2020) a 59.069 dollari, in aumento di +105% rispetto ai 28.771 dollari incassati nel 2010, senza apporti di nuova liquidità nel periodo e reinvestendo esclusivamente i dividendi percepiti. Questo dato conferma il forte trend di crescita cedolare per il modello in atto già da diversi anni, in linea con i nostri obiettivi di produrre nel tempo una rendita passiva crescente, investendo in un ristretto gruppo di società internazionali leader, caratterizzate da lunghi track record di aumenti di utili e dividendi. La nostra analisi evidenzia un dato significativo: negli ultimi 10 anni i dividendi che abbiamo incassato per il portafoglio Top Analisti hanno contribuito per il 55% della performance complessiva, confermando l'importanza della componente cedole per i risultati di lungo termine. L'aumento della rendita ha evidenziato un andamento costante ogni anno, con crescite stabili indipendentemente dalle oscillazioni di breve termine degli indici azionari. Dopo questi incrementi, il nostro rendimento è attestato ora al 8,5% annuo calcolato sui prezzi di acquisto (yield on cost), e al 3,8% sulle attuali quotazioni di borsa. Per raggiungere questi obiettivi, in questi anni, abbiamo interamente reinvestito tutte le rendite percepite in nuove società ad elevato dividendo, sfruttando il potente effetto leva generato dall'interesse composto. Ipotizzando per i prossimi 10 anni le stesse crescite dei dividendi registrate nell'ultimo decennio, potremmo aspettarci una rendita annua sui prezzi di carico di quasi il 17% annuo nel 2030!

2

Vediamo ora nel dettaglio le variazioni da apportare ai nostri tre modelli di portafoglio, inclusi nell’abbonamento di Secondo Livello da 19,99 euro mensili sottoscrivibile con carta di credito o bonifico bancario online.

Portafoglio Top Analisti

Descrizione portafoglio Top Analisti: Questo particolare portafoglio è attualmente uno dei più replicati dai nostri abbonati, e racchiude  in un unico modello le raccomandazioni di un pannello di alcuni tra i maggiori analisti e Guru internazionali, presenti nelle migliori classifiche di reddito e performance. Composto attualmente da oltre 60 società internazionali quotate sul Nyse e sul Nasdaq, Top Analisti si è trasformato nel corso degli anni in una vera macchina da reddito, con oltre 250 cedole accreditate ogni anno ai partecipanti e un dividendo incassato in quasi ogni giorno lavorativo dell’anno. Nel file PDF relativo al portafoglio, aggiornato ogni settimana e scaricabile ad inizio report, è indicata la percentuale investita su ogni titolo. In questo modo, ciascun abbonato può replicare il portafoglio con precisione, con importi superiori o inferiori a quelli indicati, semplicemente aumentando o diminuendo le singole quantità da acquistare per ogni titolo con la stessa proporzione suggerita nel modello.

Fondamentali portafoglio Top Analisti: Sulla base delle ultime chiusure di borsa, il  portafoglio presenta un dividendo medio atteso pari al 3,8% annuo. Il price earning medio del portafoglio è pari a 14,7 volte gli utili attesi per il prossimo anno (Forward P/E). Il Pay Out medio è pari allo 0,6. Il Pay Out indica la percentuale dell’utile annuo destinata agli azionisti come dividendo. In generale, preferiamo società che mantengono livelli di Pay Out più contenuti, a garanzia di ulteriori incrementi delle cedole anche per il futuro. Attualmente il portafoglio presenta una rischiosità inferiore al mercato, con un Beta pari a 0,9. Il Beta è una misura del rischio di una azione e misura la variazione attesa del rendimento del titolo per ogni variazione di un punto percentuale del rendimento di mercato. Una azione con un Beta superiore a 1 tende ad amplificare i movimenti di mercato (il titolo è più rischioso del mercato). Al contrario, una azione con Beta compreso tra 0 e 1 tende a muoversi nella stessa direzione del mercato (il titolo è meno rischioso del mercato).

Potenziale portafoglio Top Analisti a 6-12 mesi+32,9% (29,1% target medio analisti +3,8% dividendo medio) secondo le valutazioni medie di 12 analisti internazionali, con un rating medio dei titoli pari a BUY (2,1), in una scala da 1 Strong Buy a 5 Sell. Complessivamente, le 64 società che compongono il nostro modello Top Analisti mostrano un potenziale pari a +29,1% nella rilevazione odierna, a cui si aggiunge un dividendo medio del 3,8% annuo, per un totale di incremento stimato pari +32,9%.

Movimenti di oggi per il portafoglio Top Analisti:

Acquisti: Utilizziamo parte della liquidità disponibile in cassa derivante dagli ultimi dividendi incassati e acquistiamo oggi ulteriori 60 azioni PASSA AL LIVELLO 2, portando il totale a 680 azioni, con un controvalore pari a 1,8% del portafoglio. Segue analisi dettagliata della società.

Un campione dei dividendi a sconto - 38 anni di crescite delle rendite e performance record a Wall Street 

Principali motivazioni di acquisto: Questa società è stata una delle maggiori storie di successo in termini di performance a Wall Street negli ultimi decenni. I numeri in borsa sono da record: una somma di soli 10.000 dollari investita sul titolo nel 1973, si è trasformata oggi in un capitale milionario pari a 2.018.000 dollari, con un rendimento pari al 12% annuo composto, a cui si aggiungono tutti i dividendi incassati nel periodo. Nonostante i risultati ottenuti, questa azienda mantiene intatti i potenziali di crescita per i prossimi anni e presenta attualmente fondamentali a sconto rispetto al mercato. Secondo gli analisti è uno di quei titoli che non dovrebbe mancare in un portafoglio diversificato che punti a rendite crescenti abbinate a potenziali capital gain di lungo termine. La società ha incrementato il suo dividendo per 38 anni consecutivi ed è attualmente presente nella prestigiosa classifica Fortune 500 che raggruppa le migliori aziende degli Stati Uniti.

martedì 7 aprile 2020

Dividendo 12,5% e potenziali elevati per i prossimi mesi - Quattro nuove società ad alto dividendo per il nostro portafoglio


Dividendo 12,5% e potenziali elevati per i prossimi mesi. Approfittando delle quotazioni a sconto, nel report di oggi inseriamo quattro nuove società internazionali ad elevato dividendo nel nostro popolare portafoglio Top Dividend, composto da dieci società Usa selezionate con particolari criteri di ricerca e revisione tra quelle con i dividendi più elevati. 

La settimana appena trascorsa è stata caratterizzata da una fase di debolezza dei principali indici azionari internazionali, dopo aver digerito i forti rimbalzi delle sedute precedenti collegati con l'annuncio del maxi piano di aiuti all'economia da due trilioni di dollari varato dall'amministrazione Trump. La situazione di incertezza sulle prospettive di breve termine dell'economia mondiale continua a generare volatilità sui mercati, che si muovono alternando forti rialzi e ribassi giornalieri in base alle notizie e previsioni economiche. In particolare, gli investitori tengono monitorati i dati sul lavoro negli Stati Uniti. Secondo quanto diffuso giovedì scorso dal Dipartimento del Lavoro Usa, le nuove richieste settimanali di sussidi di disoccupazione sono balzate a 6.648.000, con un incremento di 3.341.000 unità rispetto al livello della settimana precedente e in modo esponenziale rispetto ai 215.000 dello stesso periodo di marzo 2019. Questo segna il livello più alto di richieste iniziali destagionalizzate da quando sono iniziate le rilevazioni storiche. Contestualmente, nei giorni scorsi la Federal Reserve ha emesso una previsione negativa per i prossimi mesi, calcolando che circa 47 milioni di americani potrebbero perdere il lavoro a causa del coronavirus, portando la disoccupazione al livello record del 32,1%, un livello mai raggiunto negli ultimi 100 anni e più alto anche ai livelli del 24,9% toccati negli anni della Grande Depressione. La situazione è difficile anche in altri paesi tra cui l'Italia. Secondo gli economisti di Unicredit, il Pil dell'Italia crollerà del 15% nel 2020 e del 13% nell'area euro. Il forte calo dovrebbe essere seguito da un recupero di +10% nel 2021 per l'Italia e da un intero recupero per l'economia americana. 

Alla luce di questa situazione macroeconomica, ribadiamo due concetti base della nostra strategia: Investire a lungo termine e puntare sui dividendi, selezionando un ristretto numero di società internazionali solide, caratterizzate da lunghi track record di utili e dividendi in crescita, potenzialmente in grado di generare flussi di entrate con qualsiasi andamento di mercato. 

Investire a lungo termine: dobbiamo sempre tenere a mente un aspetto. Investendo in azioni acquistiamo pezzi di aziende, diventando soci a tutti gli effetti dei business che abbiamo selezionato. Generalmente, un proprietario privato che possiede una azienda di famiglia, tende a mantenerla per periodi molto lunghi, spesso trasferendola ai figli e alle generazioni future. Allo stesso modo, chi acquista aziende in borsa, dovrebbe agire allo stesso modo, concentrandosi su orizzonti molto lunghi, lasciando i manager delegati a gestire i business, al fine di produrre crescite di valore nel tempo. In aggiunta, i mercati azionari, nonostante una maggiore volatilità nel breve termine tendono a crescere in modo significativo con l'allungarsi dei periodo di investimento. Dal 1926 ad oggi, il 74% di tutti i periodi di 5 anni si è chiuso in guadagno, il 96% dei periodi a 10 anni e SEMPRE il 100% di guadagno per tutti i periodi di 15 anni (vedi grafico Morningstar sotto). 


Quando il coronavirus sarà soltanto un ricordo storico, ci renderemo conto di come i prezzi a sconto di queste settimane, siano stati una rara opportunità di accumulo a prezzi particolarmente scontati. 

Crescite dei dividendi: Dal 1956 ad oggi, l'economia americana ha vissuto ben 8 fasi di recessione, in media una ogni 8 anni. Nonostante questo, esistono aziende che sono state capaci di distribuire ai propri azionisti dividendi sempre crescenti e senza interruzioni, aumentando le distribuzioni anche negli anni più difficili, superando indenni le numerose crisi economiche.

Vediamo ora nel dettaglio le variazioni da apportare ai nostri tre modelli di portafoglio, inclusi nell’abbonamento di Secondo Livello da 19,99 euro mensili sottoscrivibile con carta di credito o bonifico bancario online.

Oggi abbiamo previsto diverse operazioni di aggiustamento per i nostri portafogli. Nonostante il report di oggi sia dedicato maggiormente al modello TOP Dividend, iniziamo l'aggiornamento con alcune informazioni e modifiche che apportiamo al portafoglio Top Analisti.

Portafoglio Top Analisti

Descrizione portafoglio Top Analisti: Questo particolare portafoglio è attualmente uno dei più replicati dai nostri abbonati, e racchiude  in un unico modello le raccomandazioni di un pannello di alcuni tra i maggiori analisti e Guru internazionali, presenti nelle migliori classifiche di reddito e performance. Composto attualmente da oltre 60 società internazionali quotate sul Nyse e sul Nasdaq, Top Analisti si è trasformato nel corso degli anni in una vera macchina da reddito, con oltre 250 cedole accreditate ogni anno ai partecipanti e un dividendo incassato in quasi ogni giorno lavorativo dell’anno. Nel file PDF relativo al portafoglio, aggiornato ogni settimana e scaricabile ad inizio report, è indicata la percentuale investita su ogni titolo. In questo modo, ciascun abbonato può replicare il portafoglio con precisione, con importi superiori o inferiori a quelli indicati, semplicemente aumentando o diminuendo le singole quantità da acquistare per ogni titolo con la stessa proporzione suggerita nel modello.

SPLIT e ASSEGNAZIONI per il portafoglio TOP Analisti:

1) Brookfield Infrastructure Partners L.P. quotato sul Nyse con simbolo BIP. La società è presente nel nostro portafoglio dal 21 settembre 2010 con un controvalore pari a 1188 azioni. Brookfield Infrastructure Partners L.P. possiede e gestisce servizi di pubblica utilità, trasporti, energia e infrastrutture dati in Nord e Sud America, Europa e Asia-Pacifico. Il segmento Utilities gestisce circa 2.000 chilometri (km) di gasdotti per il trasporto di gas naturale negli stati di Rio de Janeiro, San Paolo e Minas Gerais; circa 2.200 km di linee di trasmissione elettrica; e circa 6,7 ​​milioni di connessioni elettriche e di gas naturale, oltre a gestire terminali di esportazione del carbone. Il settore dei trasporti offre servizi di trasporto e deposito per merci, merci sfuse e passeggeri attraverso una rete di 10.300 km di binari e 4.200 km di strade a pedaggio, nonché 37 terminal portuali. Il segmento Energia offre servizi di trasporto e stoccaggio di metano e gas naturale attraverso circa 16.500 km di condotte. Questo segmento fornisce anche servizi di riscaldamento e raffreddamento per edifici commerciali e campus, oltre a servire circa 1,6 milioni di clienti in infrastrutture residenziali. Il segmento Infrastrutture dati offre servizi e infrastrutture critiche ai settori della radiodiffusione e delle telecomunicazioni, e servizi di archiviazione dati e infrastrutture per clienti aziendali. La scorsa settimana, la società ha assegnato agli azionisti 1 azione Brookfield Infrastructure Corporation, quotato sul Nyse con simbolo BIPC ogni 11 azioni BIP possedute. Abbiamo quindi ricevuto 132 nuove azioni BIPC che sono state caricate in portafoglio. Si tratta in sintesi di azioni che fanno riferimento alla stessa società, con quotazioni di borsa identiche, ma permette di investire nelle infrastrutture come società ordinaria e non come limited partnership. Manteniamo entrambi i titoli in portafoglio con rating BUY e potenziale +44% calcolato da 11 analisti internazionali.

2) United Technologies Corporation - quotato sul Nyse con simbolo UTX. La società è presente nel nostro portafoglio dal 17 agosto 2015 con un controvalore pari a 150 azioni. A partire da venerdì scorso la società ha completato la fusione con Raytheon e quota sul Nyse con il nuovo nome Raytheon Technologies e il nuovo simbolo RTX, creando un leader mondiale nel settore della difesa, guerra spaziale e difesa missilistica con ricavi per circa 74 miliardi di dollari. In seguito alla fusione, la società ha effettuato uno spinoff di alcuni business e ci ha assegnato ulteriori 75 azioni Otis Worldwide (Nyse simbolo OTIS), leader globale nel settore scale mobili e ascensori e ulteriori 150 azioni Carrier Global (Nyse simbolo CARR), leader mondiale nel comparto riscaldamento, ventilazione e condizionamento dell'aria, refrigerazione e soluzioni antincendio e di sicurezza, con diversi marchi tra cui Riello. Manteniamo le tre società in portafoglio con rating BUY.

sabato 4 aprile 2020

Il portafoglio dei grandi investitori - 21 miliardi suddivisi in 16 azioni quotate per la fondazione Bill & Melinda Gates


In quali azioni quotate ha investito Bill Gates per la sua fondazione? La Bill & Melinda Gates Foundation (BMGF), precedentemente William H. Gates Foundation , è una fondazione privata americana fondata da Bill e Melinda Gates (fonte Wikipedia). Con sede a Seattle, Washington, è stato lanciato nel 2000 ed è segnalato come la più grande fondazione privata del mondo, detiene $ 50,7 miliardi di attività. Gli obiettivi primari della fondazione sono, a livello globale, migliorare l'assistenza sanitaria e ridurre la povertà estrema e, negli Stati Uniti, espandere le opportunità educative e l'accesso alle tecnologie dell'informazione. La fondazione è controllata dai suoi tre fiduciari: Bill e Melinda Gates e Warren Buffett. Nel 2007, i suoi fondatori furono classificati come il secondo più generoso filantropo degli Stati Uniti e Warren Buffett il primo. A partire dal 2018, Bill e Melinda Gates avevano donato alla fondazione circa $ 36 miliardi. Fin dalla sua fondazione, la fondazione ha dotato e supportato una vasta gamma di sviluppi sociali, sanitari ed educativi, tra cui l'istituzione delle borse di studio Gates Cambridge presso l'Università di Cambridge. 

Ecco di seguito il portafoglio composto da 16 titoli azionari. Diversi investimenti a dividendo del portafoglio della Bill e Melinda Gates Foundation fanno attualmente parte del nostro modello TOP Analisti, riservato in forma integrale agli utenti registrati al nostro portale. 

BILL & MELINDA GATES FOUNDATION - PORTAFOGLIO TITOLI al 31/12/2019