martedì 29 novembre 2022

Cinque nuove società internazionali ad elevato dividendo per il portafoglio di dicembre


Il report odierno prevede importanti aggiornamenti del nostro portafoglio Top Analisti. Dopo quasi un decennio di permanenza media nel modello, vendiamo oggi quattro società beneficiando delle forti plusvalenze maturate, e reinvestiamo contestualmente il ricavato delle vendite su cinque nuove società internazionali caratterizzate da lunghi track record di aumenti di utili e dividendi, abbinati da elevati potenziali di crescita per i prossimi anni.

La settimana appena trascorsa è stata caratterizzata da ulteriori rialzi per i nostri portafogli, sulla scia delle notizie di un possibile rallentamento dell'inflazione negli Stati Uniti. Nonostante una seduta in meno, a causa della festività del Thanksgiving, il modello Top Analisti, ha chiuso in rialzo di +1,62% da venerdì scorso, con 57 società su 67 che hanno registrato un andamento positivo. Al primo posto, spicca Cheniere Energy Partners LP, quotato sul Amex con simbolo CQP, con un guadagno di +9,2% nelle ultime quattro sedute, portando il guadagno complessivo a a +412,99% dal 2009, data del nostro inserimento in portafoglio, a cui si aggiungono tutti i ricchi dividendi incassati fino ad oggi. ‎La società possiede e gestisce un impianto di liquefazione ed esportazione di gas naturale presso il terminale di gas naturale liquefatto (GNL) di Sabine Pass situato a Cameron Parish, in Louisiana. Gli impianti di rigassificazione della società comprendono cinque serbatoi di stoccaggio di GNL con una capacità aggregata di circa 481 milioni di metri cubi. ‎Cheniere Energy Partners LP è una delle tre società del portafoglio soggette al nuovo regime fiscale Usa, che entrerà in vigore dal 1 gennaio 2023, e renderà piuttosto complesso e poco conveniente detenere in portafoglio il titolo. Nostro malgrado, considerato che questa società è stata una delle più performanti del nostro portafoglio, vendiamo il titolo per destinare il controvalore ad un nuovo investimento nel settore energia, che vanta un lungo track record di crescite di utili e dividendi. A questo proposito, cogliamo l'occasione per congratularci con i nostri abbonati che detengono il titolo, e che possono condividere con noi gli ottimi risultati fin qui conseguiti. Ci auguriamo che il nuovo investimento possa ripetere negli anni le brillanti performance ottenute da Cheniere Energy Partners LP.

Nuovo regime fiscale Usa sulle Publicly Traded Partnership (PTP)

A differenza delle altre società quotate a Wall Street, le PTP sono società che non pagano alcuna imposta sul reddito di impresa e sono quindi in grado di trasferire una porzione superiore dei propri utili agli investitori sotto forma di rendimento del capitale. Contestualmente però, tali utili vengono tassati con aliquote più elevate in capo ai detentori dei titoli. Attualmente, la maggior parte delle PTP quotate a Wall Street opera sul mercato dell'energia, petrolio greggio e gas naturale, a livello di esplorazione, sviluppo, produzione, trasformazione, raffinazione, trasporto, stoccaggio e commercio delle risorse naturali. Con decorrenza dal 01/01/2023 entrerà in vigore una nuova normativa fiscale americana (Section 1446f), in virtù della quale verrà inasprito il regime impositivo/dichiarativo su tutti gli strumenti PTP americani (Publicly Traded Partnership).

Tale normativa prevede, nel dettaglio, quanto segue:

Applicazione di una tassazione alla fonte del 10% sul controvalore lordo delle eventuali operazioni di vendita;

Applicazione di una tassazione alla fonte del 37% su eventuali proventi/distribuzioni;

Obbligo di possedere uno US TIN (codice fiscale americano);

In mancanza del requisito descritto al punto precedente, applicazione di una maggiorazione della tassazione alla fonte, pari al 10%, sia sul controvalore delle eventuali operazioni di vendita che su eventuali proventi/distribuzioni che si attesterebbe rispettivamente al 20% e al 47%. Queste tassazioni sono da considerarsi aggiuntive rispetto a quanto già previsto dalla normativa italiana (26% su eventuali proventi/distribuzioni).

Attualmente, deteniamo da diversi anni nel nostro portafoglio Top Analisti tre società di questo tipo (PTP), che hanno ottenuto fino ad oggi performance record e che hanno distribuito negli dividendi attestati sui massimi livelli di mercato. In particolare sono presenti nel modello:

Cheniere Energy Partners LP, quotato sul Amex con simbolo CQP, con una performance escluso dividendi pari a +412,99% dal 2009 ad oggi

Brookfield Infrastructure Partners LP, quotato sul Nyse con simbolo BIP, con una performance escluso dividendi pari a +317,55% dal 2010 ad oggi

Energy Transfer LP, quotato sul Nyse con simbolo ET, con una performance escluso dividendi pari a +82,3% dal 2020 ad oggi

Sulla base di questa nuova normativa, considerato l'inasprimento fiscale e la complessità degli adempimenti, abbiamo deciso, nostro malgrado, di vendere i tre titoli in portafoglio, realizzando le plusvalenze maturate e destinando il controvalore all'acquisto di altre società sottovalutate, che offrono ulteriori potenziali di apprezzamento e dividendi in ulteriore crescita per i prossimi anni.

Di seguito pubblichiamo gli aggiornamenti più recenti dei rating da parte degli analisti su alcuni dei titoli già presenti attualmente nei nostri portafogli:

BUY su Deere (DE) - Leader mondiale nelle macchine agricole - L'analista Jamie Cook di Credit Suisse ha mantenuto un rating di acquisto su Deere (DE), alzando l’obiettivo di prezzo da 447 a 582 dollari, pari a +31,8%

BUY su CVS Health (CVS) - Primaria catena di farmacie negli Stati Uniti - L'analista Erin Wright di Morgan Stanley ha avviato la copertura sul titolo con un rating di BUY e un obiettivo di prezzo di 119 dollari pari a +17,5%

Nuovo BUY su Restaurant Brands International (QSR) - oltre 18.000 ristoranti Burger King in tutto il mondo. L'analista Christopher Carril di RBC Capital ha mantenuto un rating Buy, alzando il target da 70 a 80 dollari, pari a +20,2%

Vediamo ora nel dettaglio le variazioni da apportare ai nostri tre modelli di portafoglio, inclusi nell’abbonamento di Secondo Livello da 19,99 euro mensili sottoscrivibile con carta di credito o bonifico bancario online.

Portafoglio Top Analisti

Descrizione portafoglio Top Analisti: Questo particolare portafoglio è attualmente uno dei più replicati dai nostri abbonati, e racchiude  in un unico modello le raccomandazioni di un pannello di alcuni tra i maggiori analisti e Guru internazionali, presenti nelle migliori classifiche di reddito e performance. Composto attualmente da oltre 60 società internazionali quotate sul Nyse e sul Nasdaq, Top Analisti si è trasformato nel corso degli anni in una vera macchina da reddito, con oltre 250 cedole accreditate ogni anno ai partecipanti e un dividendo incassato in quasi ogni giorno lavorativo dell’anno. Nel file PDF relativo al portafoglio, aggiornato ogni settimana e scaricabile ad inizio report, è indicata la percentuale investita su ogni titolo. In questo modo, ciascun abbonato può replicare il portafoglio con precisione, con importi superiori o inferiori a quelli indicati, semplicemente aumentando o diminuendo le singole quantità da acquistare per ogni titolo con la stessa proporzione suggerita nel modello.

Fondamentali portafoglio Top Analisti: Sulla base delle ultime chiusure di borsa, il portafoglio presenta un dividendo medio atteso pari al 3,1% annuo. Il price earning medio del portafoglio è pari a 16,5 volte gli utili attesi per il prossimo anno (Forward P/E). Il Pay Out medio è pari allo 0,5. Il Pay Out indica la percentuale dell’utile annuo destinata agli azionisti come dividendo. In generale, preferiamo società che mantengono livelli di Pay Out più contenuti, a garanzia di ulteriori incrementi delle cedole anche per il futuro. Attualmente il portafoglio presenta una rischiosità inferiore al mercato, con un Beta pari a 0,9. Il Beta è una misura del rischio di una azione e misura la variazione attesa del rendimento del titolo per ogni variazione di un punto percentuale del rendimento di mercato. Una azione con un Beta superiore a 1 tende ad amplificare i movimenti di mercato (il titolo è più rischioso del mercato). Al contrario, una azione con Beta compreso tra 0 e 1 tende a muoversi nella stessa direzione del mercato (il titolo è meno rischioso del mercato).

Potenziale portafoglio Top Analisti a 6-12 mesi+9,7% (6,6% target medio analisti +3,1% dividendo medio) secondo le valutazioni medie di 12 analisti internazionali, con un rating medio dei titoli pari a BUY (2,1), in una scala da 1 Strong Buy a 5 Sell.

Movimenti di oggi per il portafoglio Top Analisti:

Vendite:

1) 600 azioni Cheniere Energy Partners LP, quotato sul Amex con simbolo CQP, con una performance escluso dividendi pari a +412,99% dal 2009 ad oggi

2) 1.782 azioni Brookfield Infrastructure Partners LP, quotato sul Nyse con simbolo BIP, con una performance escluso dividendi pari a +317,55% dal 2010 ad oggi

3) 1.176 azioni Energy Transfer LP, quotato sul Nyse con simbolo ET, con una performance escluso dividendi pari a +82,3% dal 2020 ad oggi

4) 70 azioni Simon Properties, quotato sul Nyse con simbolo SPG, con una performance escluso dividendi pari a -23% dal 2017 ad oggi. Questa società è uno dei più grandi fondi immobiliari a livello mondiale, con un patrimonio di centri commerciali di qualità interamente affittati, una capitalizzazione di borsa pari a 45 miliardi e un dividendo pari al 6% sulle attuali quotazioni. Tuttavia, molti intermediari permettono l'investimento su questo titolo solamente agli investitori classificati come professionali, rendendo più difficile l'acquisto del titolo. Su queste basi, preferiamo vendere per destinare il controvalore ad un altro fondo immobiliare (REIT), che vanta alle attuali quotazioni potenziali elevati da parte degli analisti per i prossimi anni, e una storia di ben 28 anni consecutivi di crescite dei dividendi.

Nuovi acquisti: utilizziamo parte della liquidità disponibile derivante dalle vendite di oggi e acquistiamo:

Titolo 1: Dividendo 4,1% - BUY PASSA AL LIVELLO 2, con una quota pari a 0,5% del portafoglio.

Descrizione del business: Fondata nel 1971, questa società appartiene all'indice S&P500, ed opera come fondo di investimento immobiliare completamente integrato (REIT), che acquisisce, sviluppa, riqualifica e gestisce proprietà residenziali multifamiliari in mercati selezionati della West Coast. Il fondo detiene attualmente un portafoglio di 253 comunità residenziali, che comprendono circa 62.000 appartamenti affittati, ed una ulteriore comunità residenziale in fase di sviluppo attivo.‎ La società distribuisce ai partecipanti le rendite derivanti dagli affitti su base trimestrale, con un dividendo attestato al 4,1% annuo sulle attuali quotazioni di borsa. In aggiunta, ha aumentato il suo dividendo per 28 anni consecutivi, con un +427% cumulativo di crescita dei dividendi e una performance complessiva pari a +3988% dalla quotazione in borsa del 1994.

Giudizio degli analisti e valutazioni: Il giudizio medio dei principali 3 analisti e broker che seguono il titolo è pari a "STRONG BUY" (1,5) con un potenziale pari a +22,5% per i prossimi 6-12 mesi, a cui si aggiunge il dividendo pari a 4,1%, per un Total Return previsto di +26,6%. In aggiunta, gli analisti di Morningstar assegnano attualmente al titolo il rating massimo di cinque stelle, con un potenziale pari a +51,5% rispetto al valore intrinseco calcolato.

Titolo 2: Dividendo 7,3% - BUY PASSA AL LIVELLO 2, leader nel settore tabacco, con una quota pari a 1,8% del portafoglio. Leggi l'analisi dettagliata della società cliccando qui

Titolo 3: Dividendo 6,2% - BUY PASSA AL LIVELLO 2, con una quota pari a 1,7% del portafoglio.

Descrizione del business: Fondata nel 1949 ed oltre 11.000 dipendenti, questa società opera nel comparto delle infrastrutture energetiche in Canada e negli Stati Uniti ed è una delle più grandi aziende del settore in Nord America. La società gestisce il sistema di trasporto del greggio e dei gas liquidi più lungo del mondo ed opera in cinque segmenti: Oleodotti - Questo segmento trasporta per conto terzi, petrolio, gasolio e gas naturale liquido (NGL) e gestisce i terminali per la distribuzione e stoccaggio di prodotti raffinati. Trasmissione Gas - Questo segmento detiene partecipazioni in gasdotti e impianti di raccolta e trasformazione. Distribuzione gas - Questo segmento si occupa della fornitura di gas naturale a clienti residenziali, commerciali e industriali principalmente in Canada, con circa 3,7 milioni di clienti al dettaglio in Ontario, Quebec, New Brunswick e nello Stato di New York. Energie pulite - Questo segmento gestisce attività nel comparto delle energie rinnovabili, quali impianti eolici, solari, geotermici e impianti di recupero del calore di scarto. Servizi energetici - Questo segmento fornisce energia e servizi di marketing a raffinatori, produttori di petrolio greggio e gas naturale, servizi di vendita di barili, trasporto, bilanciamento e servizi di stoccaggio per conto terzi.

martedì 22 novembre 2022

Dieci società internazionali leader per dividendo ed elevati potenziali di crescita

Le società caratterizzate da crescite pluriennali dei dividendi, sono state uno degli asset più efficaci per battere l'inflazione generando contestualmente performance superiori nel lungo termine, anche nei periodi di maggiore volatilità.

‎Dopo i rialzi delle ultime settimane, i mercati azionari statunitensi hanno chiuso in leggera flessione la scorsa settimana, con l'indice S&P500 in calo di -0,7% da venerdì scorso. Nonostante la debolezza, diverse società appartenenti ai nostri portafogli hanno messo a segno ulteriori rialzi, dopo la pubblicazione di risultati trimestrali migliori delle attese. Tra queste, spicca il guadagno settimanale di Restaurant Brands (QSR), presente nel portafoglio Top Analisti da oltre quattro anni, con un forte incremento di +9,9% nelle ultime 5 sedute. La società è leader mondiale nel settore della ristorazione, ed è proprietaria di 4 importanti catene di fast food per un totale di oltre 29.000 ristoranti in 100 paesi, con i marchi Burger King, Tim Hortons, Popeyes, e Firehouse Subs. Il titolo è balzato in borsa dopo l'annuncio della nomina di Patrick Doyle come nuovo presidente esecutivo della società. Doyle è un manager di grande esperienza nella ristorazione, ed è stato presidente della popolare catena Domino's Pizza (DPZ) dal 2010 al 2018. Sotto la sua gestione, Domino's Pizza ha registrato 29 trimestri consecutivi di aumenti delle vendite passando da 5,6 miliardi di dollari a 13 miliardi di dollari, creando circa 11 miliardi di valore per gli azionisti e aumentando il prezzo delle azioni di oltre 22 volte, passando da quasi 12 dollari del marzo 2010 ai 271 dollari di giugno 2018.‎ Secondo una analisi del quotidiano The Globe and Mail, Doyle potrebbe ricevere azioni e bonus per un valore di 370 milioni nei prossimi cinque anni e mezzo, solo a condizione di un potenziale raddoppio del prezzo delle azioni in borsa nel periodo. Restaurant Brands è una delle società appartententi al portafoglio del miliardario Bill Ackman, che possiede 21,1 milioni di azioni, per un valore complessivo di oltre 1,5 miliardi di dollari. La società vanta un track record di 10 anni consecutivi di aumenti dei dividendi. Su queste basi, manteniamo il titolo in portafoglio con un rating BUY. Di seguito alcune notizie sui titoli presenti attualmente nei portafogli:

Nuovo BUY su Procter & Gamble (PG) - 66 anni consecutivi di aumenti dei dividendi - L'analista Stephen Powers di Deutsche Bank ha mantenuto un rating Buy, con un obiettivo di prezzo di 156 dollari, pari a +9,42%

Nuovo BUY su Aflac (AFL) - Leader assicurativo con 41 anni consecutivi di aumenti dei dividendi - L'analista John Barnidge di Piper Sandler ha mantenuto un rating Buy, con un obiettivo di prezzo di 80 dollari, pari a +12,7%

Nuovo BUY su AbbVie (ABBV) - Leader farmaceutico con 50 anni consecutivi di aumenti dei dividendi - L'analista Trung Huynh di Credit Suisse ha iniziato la copertura con un rating Buy, e un obiettivo di prezzo di 170 dollari pari a +9,7%

Dopo l'aggiornamento di martedì scorso del portafoglio Top Analisti, il report di oggi è interamente dedicato al portafoglio Top Dividend, il nostro modello composto in maniera costante da dieci società internazionali leader per dividendo. Questo portafoglio ha messo a segno la performance più elevata tra tutti i nostri modelli, con una performance da inizio anno pari a +11,9%, contro una perdita dell'indice S&P500 pari a -8,3% nello stesso periodo (entrambi i valori sono calcolati in euro). In sintesi, grazie alla qualità elevata delle società che compongono il modello, Top Dividend ha ottenuto 20,2 punti percentuali in più rispetto al mercato in soli undici mesi, confermando la forte capacità difensiva nei momenti di maggiore volatilità e incertezza dei mercati azionari. In aggiunta, il nuovo portafoglio aggiornato ad oggi conferma rendimenti elevati, con un dividendo medio pari a 4,7% annuo, contro 1,6% dell'indice S&P500, con un massimo di 8,5% annuo per la società con il maggiore dividendo, ad un minimo di 2,9% annuo per la società con il minore dividendo. Questo portafoglio, si propone di generare una rendita crescente, investendo in un paniere di aziende caratterizzate da lunghi track record di aumenti dei dividendi, con un minimo di almeno 25 anni consecutivi di crescite. Su un totale di oltre 8.000 aziende quotate a Wall Street, solamente 130 società superano attualmente questo importante parametro di selezione. In totale, meno di 2 aziende su 100 sono state capaci di aumentare i dividendi ogni anno, indipendentemente dall'andamento dei cicli economici, numerose recessioni e fasi di debolezza. I dividendi sono denaro contante che le società distribuiscono ogni trimestre ai propri azionisti. Per mantenere trend di aumenti costanti, sono necessari bilanci solidi, supportati da business consolidati e lunghi track record di crescite di utili e ricavi. Senza questi requisiti fondamentali, risulta difficile per le società sostenere aumenti delle distribuzioni per periodi più prolungati, e di fatto la crescita del dividendo costituisce un indicatore di solidità finanziaria di una impresa. Di conseguenza, questa ristretta elite di titoli, ha premiato gli investitori con performance superiori e una volatilità più contenuta rispetto agli indici di borsa. All'interno di questo gruppo, Top Dividend seleziona solamente quelle società con i dividendi più elevati, con una revisione mensile della composizione. Attualmente, i dieci titoli del portafoglio, superano ampiamente il parametro di almeno 25 anni di aumenti dei dividendi, con una media di 43,7 anni consecutivi di incrementi.

Portafoglio Top Dividend - Performance da inizio anno

Dal primo gennaio ad oggi, il portafoglio ha confermato la capacità difensiva dei titoli a crescita dei dividendi, specialmente nelle fasi negative del mercato, segnando un guadagno pari a +1,5% (+11,9% calcolato in euro) contro un ribasso di -16,8% per l'indice S&P500. In termini monetari, il portafoglio è passato da 86.635 dollari di inizio anno, a 87.949 dollari di venerdì scorso, con un incremento di 1.313 dollari, e incassi di 2.410 dollari (netti da ritenute) derivanti dai dividendi percepiti.

3

Per visualizzare tutti i titoli PASSA AL LIVELLO 2

2

Su queste basi, proseguiamo con la nostra metodologia, basata sui dividendi e sui fondamentali, con una rigida selezione di un ristretto numero di società internazionali sottovalutate, caratterizzate da business consolidati e crescite pluriennali di utili e ricavi, potenzialmente capaci di generare rendite superiori nel lungo termine, con qualsiasi andamento di mercato. L'investimento in società a crescite dei dividendi è una maratona, che genera risultati superiori negli anni, sfruttando il potente effetto dell'interesse composto. Albert Einstein definiva l'interesse composto come l'ottava meraviglia del mondo, affermando: “Chi lo capisce guadagna, chi non lo capisce paga”. Con un rendimento del 15% anno, un capitale raddoppia ogni cinque anni e quadruplica ogni dieci anni, creando quello che molti definiscono come l'effetto palla di neve. Se prendiamo una piccola palla di neve (dividendi) e la facciamo rotolare giù da una montagna, questa accumulerà progressivamente altra neve diventando sempre più grande fino ad assumere dimensioni enormi (effetto composto).

Top Dividend è un potente e semplice strumento che permette di costruire una elevata rendita passiva, abbinata a potenziali capital gain nel medio lungo termine. Top Dividend è uno dei tre portafogli internazionali inclusi nel servizio online di Secondo Livello e viene elaborato utilizzando un sofisticato sistema di ricerca, in grado di identificare un ristretto gruppo di società, caratterizzate da dividendi periodici attestati ai massimi livelli e fondamentali a sconto rispetto al mercato, con una revisione mensile della composizione. In aggiunta al requisito di dividendo elevato, per appartenere al portafoglio Top Dividend, le società candidate devono superare un ulteriore rigido parametro di selezione: avere mantenuto un track record di almeno 25 anni consecutivi di crescite dei dividendi, a garanzia della sicurezza e stabilità delle rendite distribuite dal modello. Questo ulteriore criterio conferma il profilo di elevata qualità delle aziende selezionate. Storicamente, le aziende con lunghi track record di aumenti dei dividendi, (dividend growth) hanno sistematicamente ottenuto performance superiori al mercato con una minore volatilità, e hanno dimostrato una maggiore capacità di attraversare indenni anche le fasi più difficili dei mercati, come recessioni economiche, crisi politiche, guerre locali e regionali, gravi attentati e shock petroliferi, che si sono alternate di frequente in questi ultimi decenni nel mondo.

L'importanza dei dividendi nel lungo termine e analisi storiche

La nostra strategia di selezione è indirizzata all'investimento in un paniere ristretto di società leader, caratterizzate da quotazioni a sconto e da lunghi track record di crescite dei dividendi, reinvestendo con costanza le cedole incassate e sfruttando il questo modo il potente effetto leva derivante dall'interesse composto. Secondo uno studio realizzato da Hartford Funds e Morningstar, che prende in considerazione 51 anni di borsa Usa (dal 1960 al 2021), un capitale di 10.000 dollari investito nel 1960 sui titoli a dividendo dell'indice S&P500, si è trasformato a fine 2021 in un importo pari a 4.949.663 dollari, considerando il reinvestimento dei dividendi, contro 795.823 dollari senza i dividendi, confermando come nel lungo termine gran parte della ricchezza accumulata sia stata generata proprio dai dividendi, spostando in secondo piano i soli capital gain.

8

Performance e dividendi dal 1871 ad oggi

Considerando l'intero periodo storico del mercato azionario Usa, e analizzando le performance secolari, notiamo che più si allunga l'orizzonte temporale e più i dividendi acquistano maggiore importanza nella determinazione della performance complessiva. Dal gennaio 1871 ad oggi la performance della borsa Usa è stata pari al 4,5% annuo composto senza considerare i dividendi e del 9,1% annuo composto calcolando il reinvestimento dei dividendi. Il potente effetto leva generato dell'interesse composto (effetto palla di neve) ha amplificato in maniera esponenziale i guadagni. Un solo dollaro investito sull'indice della borsa Usa nel 1871 è diventato oggi 861 dollari senza considerare i dividendi e ben 553.418 dollari reinvestendo i dividendi! (fonte dqydi.net)

9

Anche rettificando i dati per gli effetti dell'inflazione, i risultati storici restano elevati. Un dollaro investito sull'indice della borsa Usa nel 1871 vale oggi 36 dollari in termini reali senza considerare i dividendi e ben 23.657 dollari reinvestendo i dividendi, con un rendimento pari al 7% annuo composto al netto dell'inflazione!

10

In sintesi, i dividendi sono stati la maggiore componente per la performance complessiva dei mercati azionari nel lungo termine. Con una redditività elevata, e una media di oltre 40 cedole distribuite ogni anno ai partecipanti, Top Dividend si propone di ottenere un mix di dividendi e performance superiori nel corso di un intero ciclo di mercato. Vediamo ora nel dettaglio il nuovo portafoglio Top Dividend per il mese in corso.

Dividendo 4,7% - I dieci titoli del nuovo portafoglio Top Dividend

Per visualizzare tutti i titoli PASSA AL LIVELLO 2

4

Come si evidenzia, la tabella sopra contiene diversi indicatori fondamentali, per permettere ai nostri abbonati di effettuare ulteriori analisi e approfondimenti. Vediamo nel dettaglio i principali parametri fondamentali del portafoglio Top Dividend.

Dividendo %: La nuova selezione dei dieci titoli conferma rendimenti elevati, con un dividendo medio pari a 4,7% annuo, contro 1,6% dell'indice S&P500, con un massimo di 8,5% annuo per la società con il maggiore dividendo, ad un minimo di 2,9% annuo per la società con il minore dividendo.

Cap in mil $: Indica la capitalizzazione di borsa in milioni di dollari alle attuali quotazioni. Il valore attuale per le dieci società del portafoglio Top Dividend mostra un valore medio di 87,2 miliardi di dollari, con un massimo di 353 miliardi per la società con la maggiore capitalizzazione, ad un minimo di 4,6 miliardi per la società con la minore capitalizzazione.

Payout Ratio: Il Pay Out indica la percentuale dell’utile annuo destinata agli azionisti come dividendo. In generale, sono da preferire società che mantengono livelli di Pay Out più contenuti ed inferiori a 1, a garanzia di stabilità delle cedole anche per il futuro. Il valore attuale per le dieci società del portafoglio Top Dividend mostra un Pay Out medio pari a 0,6.

Beta 60 mesi: Il Beta è il coefficiente che misura il comportamento di un singolo titolo rispetto al mercato. Un Beta maggiore di uno evidenzia oscillazioni di un titolo superiori al mercato, mentre un Beta inferiore ad uno mostra movimenti del titolo inferiori alle variazioni del mercato. Attualmente il Beta medio del portafoglio è pari a 0,9 con una rischiosità inferiore rispetto al mercato.

Fwd Price Earning: E' uno degli indicatori più usati nella valutazione delle società. In questa colonna è riportato il Forward Price Earning, ovvero il rapporto tra prezzo di borsa e utili attesi per l'anno in corso. Attualmente il Price Earning medio delle dieci società del portafoglio è pari a 14,7 volte, contro 16,9 volte dell'indice S&P500.

Giudizio Analisti: Indica i giudizi medi dei broker e analisti internazionali che seguono attualmente le società. Il valore attuale per le dieci società del portafoglio Top Dividend mostra un giudizio medio pari a BUY (2,4), in una scala da 1 Strong Buy, a 5 Sell.

Numero Analisti: Indica il totale degli analisti che seguono le società. In media, le valutazioni riportate in tabella si basano su un totale di 11 analisti.

Target Analisti: indica il potenziale di crescita medio dai prezzi attuali di borsa calcolato dagli analisti per i prossimi 6-12 mesi. Attualmente l'obiettivo di guadagno medio del portafoglio Top Dividend è pari a +4%. Sommando i dividendi previsti, pari ad un ulteriore 4,7% annuo, il rendimento obiettivo totale sale a +8,7%. I target potenziali degli analisti sono pubblicati a scopo informativo e per un maggiore approfondimento da parte dei nostri lettori, ma non vengono considerati nella costruzione del portafoglio. La nostra selezione dei titoli si basa principalmente sul dividendo.

Movimenti per il portafoglio Top Dividend:

Vendite: nessuna

Nuovi acquistiPASSA AL LIVELLO 2, azienda con fondamentali attraenti che vanta un track record di 52 anni consecutivi di crescite dei dividendi. Segue analisi dettagliata della società. Considerati i dividendi elevati e i fondamentali a sconto in borsa, i dieci titoli che compongono attualmente il modello vengono confermati senza variazioni per le prossime quattro settimane, fino a martedì 20 dicembre 2022, data del prossimo aggiornamento mensile.

Dividendo record e potenziali elevati per una delle società più performanti a Wall Street

Principali motivazioni di acquisto: La nuova società di cui parliamo oggi è una delle cinque aziende del nostro portafoglio con i dividendi più elevati. Sulla base della nostra partecipazione nel Top Dividend, il titolo produce attualmente una rendita da dividendi pari a 8,3% annuo, suddiviso in quattro rate trimestrali e previsti in ulteriore crescita. Secondo il professor Jeremy Siegel, professore di finanza alla Wharton University, considerato come uno dei più autorevoli studiosi di mercati azionari, questa società si è classificata nei primi 5 posti assoluti per performance in borsa tra tutte le aziende Usa tra il 1957 e il 2021,  con un guadagno pari a +18,02% annuo composto. I risultati sono stati sorprendenti: un importo di 1.000 dollari investito nel 1957 si è trasformato in un capitale multimilionario pari ad oltre 46 milioni di dollari! Nonostante le performance maturate, attualmente il titolo quota oggi ad un livello inferiore di oltre il 40% rispetto ai massimi raggiunti a giugno 2017, creando una interessante occasione per accumulare sul titolo a prezzi scontati. La società è presente in modo continuativo da diversi anni in entrambi i nostri modelli Top Dividend e Top Analisti. Con una rischiosità inferiore del 50% rispetto al mercato, ed una forte capacità di difesa dimostrata nei precedenti cicli ribassisti dei mercati, questa società si adatta particolarmente ad una situazione di elevata volatilità come quella attuale e costituisce uno degli investimenti chiave del nostro portafoglio.

martedì 15 novembre 2022

Nuovo BUY - Dividendo record 7,8% e forte sconto in borsa per un leader globale nel settore del tabacco

Nel report di oggi utilizziamo parte della liquidità disponibile in portafoglio, derivante dagli ultimi dividendi incassati, per investire su una importante società internazionale operante nel settore del tabacco, che offre un dividendo tra i più elevati del nostro portafoglio, abbinato a forti potenziali di guadagno per i prossimi anni. Attualmente, la società quota con uno sconto di oltre il 25% in borsa rispetto al valore intrinseco calcolato con il metodo del DDM (Dividend Discount Model). Questo nuovo investimento dovrebbe generare da subito ulteriori 77 dollari di rendita per il nostro portafoglio.

La notizia di un rallentamento dell'inflazione negli Stati Uniti ha alimentato un clima di euforia a Wall Street, provocando forti rialzi dei principali indici azionari internazionali, che hanno messo a segno una delle migliori settimane degli ultimi due anni. In questo contesto, diverse società appartenenti ai nostri portafogli hanno evidenziato rialzi record, con ben 27 titoli con guadagni superiori al 4% in sole cinque sedute, e ben 7 società con progressi superiori al 10%. Tra queste, spicca il rialzo record pari a +29,7% da venerdì scorso, ottenuto da T. Rowe Price Group Inc, quotata sul Nyse con simbolo TROW. Fondata nel 1937 ed oltre 7500 dipendenti, la società è uno dei principali asset manager a livello globale, con oltre 1,6 trilioni di dollari di capitali in gestione, e fornisce i suoi servizi a privati, investitori istituzionali, piani pensionistici, intermediari finanziari e istituzioni. La società vanta un importante primato nei confronti dei suoi azionisti, con aumenti del dividendo per 36 anni consecutivi. Il titolo è presente da tempo in entrambi i nostri portafogli, Top Analisti e Top Dividend. Nonostante il forte incremento ottenuto, la società mantiene intatte le sue potenzialità per i prossimi anni. In questo contesto, manteniamo in portafoglio con un rating HOLD.

Di seguito pubblichiamo gli aggiornamenti più recenti dei rating da parte degli analisti su alcuni dei titoli già presenti attualmente nei nostri portafogli:

Nuovo BUY su Walmart (WMT) - Leader dei supermercati con 49 anni consecutivi di aumenti dei dividendi - L'analista Krisztina Katai di Deutsche Bank ha mantenuto un rating Buy, con un obiettivo di prezzo di 161 dollari, pari a +13,1%

Nuovo BUY su AstraZeneca (AZN) - Leader farmaceutico, presente nel portafoglio. L'analista Andrew Berens di SVB Securities ha mantenuto un rating Buy, con un obiettivo di prezzo di 78 dollari, pari a +19,8%

BUY su Caterpillar (CAT) - 29 anni consecutivi di aumenti dei dividendi - L'analista Jerry Revich di Goldman Sachs ha mantenuto un rating Buy, con un obiettivo di prezzo di 273 dollari, pari a +17,4%

Becton, Dickinson (BDX) - 50 anni consecutivi di aumenti dei dividendi, ha dichiarato un dividendo trimestrale di $ 0,91 per azione, con un aumento del 4,6% rispetto al dividendo precedente di $ 0,87. Presente da tempo nel nostro portafoglio.

Aflac Incorporated (AFL) - 41 anni consecutivi di aumenti dei dividendi, ha dichiarato un dividendo trimestrale di $ 0,42 per azione, con un aumento del 5% rispetto al dividendo precedente di $ 0,40. Presente da tempo nel nostro portafoglio.

Vediamo ora nel dettaglio le variazioni da apportare ai nostri tre modelli di portafoglio, inclusi nell’abbonamento di Secondo Livello da 19,99 euro mensili sottoscrivibile con carta di credito o bonifico bancario online.

Portafoglio Top Analisti

Descrizione portafoglio Top Analisti: Questo particolare portafoglio è attualmente uno dei più replicati dai nostri abbonati, e racchiude  in un unico modello le raccomandazioni di un pannello di alcuni tra i maggiori analisti e Guru internazionali, presenti nelle migliori classifiche di reddito e performance. Composto attualmente da oltre 60 società internazionali quotate sul Nyse e sul Nasdaq, Top Analisti si è trasformato nel corso degli anni in una vera macchina da reddito, con oltre 250 cedole accreditate ogni anno ai partecipanti e un dividendo incassato in quasi ogni giorno lavorativo dell’anno. Nel file PDF relativo al portafoglio, aggiornato ogni settimana e scaricabile ad inizio report, è indicata la percentuale investita su ogni titolo. In questo modo, ciascun abbonato può replicare il portafoglio con precisione, con importi superiori o inferiori a quelli indicati, semplicemente aumentando o diminuendo le singole quantità da acquistare per ogni titolo con la stessa proporzione suggerita nel modello.

Fondamentali portafoglio Top Analisti: Sulla base delle ultime chiusure di borsa, il portafoglio presenta un dividendo medio atteso pari al 3,1% annuo. Il price earning medio del portafoglio è pari a 16,1 volte gli utili attesi per il prossimo anno (Forward P/E). Il Pay Out medio è pari allo 0,5. Il Pay Out indica la percentuale dell’utile annuo destinata agli azionisti come dividendo. In generale, preferiamo società che mantengono livelli di Pay Out più contenuti, a garanzia di ulteriori incrementi delle cedole anche per il futuro. Attualmente il portafoglio presenta una rischiosità inferiore al mercato, con un Beta pari a 0,9. Il Beta è una misura del rischio di una azione e misura la variazione attesa del rendimento del titolo per ogni variazione di un punto percentuale del rendimento di mercato. Una azione con un Beta superiore a 1 tende ad amplificare i movimenti di mercato (il titolo è più rischioso del mercato). Al contrario, una azione con Beta compreso tra 0 e 1 tende a muoversi nella stessa direzione del mercato (il titolo è meno rischioso del mercato).

Potenziale portafoglio Top Analisti a 6-12 mesi+11,6% (8,5% target medio analisti +3,1% dividendo medio) secondo le valutazioni medie di 13 analisti internazionali, con un rating medio dei titoli pari a BUY (2,1), in una scala da 1 Strong Buy a 5 Sell.

Movimenti di oggi per il portafoglio Top Analisti:

Vendite: PASSA AL LIVELLO 2

Nuovi acquisti: utilizziamo parte della liquidità disponibile derivante dagli ultimi dividendi incassati, e acquistiamo PASSA AL LIVELLO 2. Questo nuovo acquisto dovrebbe generare ulteriori 77 dollari annui di rendita aggiuntiva per il portafoglio Top Analisti. Segue analisi dettagliata del titolo.

Nuovo BUY - Dividendo record 7,8% e forte sconto in borsa per un leader globale nel settore del tabacco

Con oltre 100 anni di storia, questa multinazionale già nel 1912 risultava tra le prime dodici società con la maggiore capitalizzazione di borsa. Oggi l'azienda vanta un portafoglio di oltre 200 marchi, occupa una posizione solida in tutti i paesi nei quali opera, ed è leader del settore in oltre 60 mercati. Negli ultimi dieci anni, la società ha registrato un aumento di circa il 50% della propria quota di mercato a livello mondiale, raggiungendo il 13% circa, posizionandosi così al secondo posto su scala internazionale nel suo settore. Nonostante le forti crescite del business il titolo quota oggi ad un livello inferiore del 49% rispetto ai massimi toccati nel 2017, creando una interessante opportunità di investimento a prezzi scontati. In aggiunta, l'azienda distribuisce un dividendo del 7,8% annuo, corrisposto in rate trimestrali. Il grafico sotto (fonte Morningstar), mostra l'andamento del titolo rispetto al valore intrinseco calcolato, dal 2012 ad oggi. Le aree in arancione evidenziano i periodi di sopravvalutazione, mentre le aree in azzurro indicano i periodi di sottovalutazione. Come si evidenzia, da fine 2017 ad oggi il titolo presenta un forte sconto in borsa rispetto al valore intrinseco stimato dagli analisti.

4

Descrizione del business: Con oltre 50.000 dipendenti e vendite in 180 paesi del mondo, questa società è uno dei maggiori operatori mondiali nel settore del tabacco, con vendite annue di circa 705 miliardi di sigarette ed alcuni dei marchi più diffusi a livello globale. L'azienda è l’unico Gruppo internazionale che s'interessi attivamente anche alla coltivazione del tabacco, collaborando con migliaia di agricoltori in tutto il mondo. Le aziende del Gruppo adottano programmi che prevedono l’assistenza diretta ai coltivatori se questi non dispongono di altri aiuti. Tali programmi riguardano in particolare il supporto agronomico e interventi volti all’adozione di pratiche in materia di salvaguardia ambientale. Negli ultimi anni, le aziende del Gruppo hanno acquistato approssimativamente 440.000 tonnellate di tabacco, prodotto da circa 200.000 coltivatori.

Trend storico degli utili e previsioni: Negli ultimi 5 anni la società ha incrementato gli utili del 2,7% annuo. Per i prossimi 5 anni gli analisti confermano il trend e stimano una crescita annua degli utili superiore, e pari al 11,8% annuo.

Trend del dividendo: La società distribuisce un ricco dividendo del 7,8% annuo, in aumento rispetto alla media di 6,5% degli ultimi 5 anni.

Multipli di borsa: Il price earning attuale del titolo è pari a sole 8 volte gli utili attesi per il 2022, uno dei livelli più bassi tra tutte le società del portafoglio Top Analisti. La capitalizzazione attuale è pari a 83 miliardi, con un rapporto prezzo/ricavi pari a 2,8 volte.

Performance in borsa: Dal 31 ottobre 1984 ad oggi il titolo ha messo a segno risultati record, con un rendimento complessivo pari a +2153% (fonte Morningstar). Grazie a questi incrementi, un importo di 10.000 dollari investito nel 1984 sul titolo si è trasformato in un capitale pari a 225.389 dollari, calcolando il reinvestimento dei dividendi. Nonostante il forte rialzo, il titolo quota oggi ad un livello inferiore del 49% rispetto ai massimi toccati a luglio 2017, creando una interessante finestra di ingresso a prezzi più contenuti.

5

Giudizio degli analisti e valutazioni: Il giudizio medio dei principali 3 analisti e broker che seguono il titolo è pari a "STRONG BUY" (1,5) con un potenziale pari a +37,2% per i prossimi 6-12 mesi, a cui si aggiunge il dividendo pari a 7,8%, per un Total Return previsto di +45%. In aggiunta, gli analisti di Morningstar assegnano attualmente al titolo un rating elevato di quattro stelle, con un potenziale pari a +37,5% rispetto al valore intrinseco calcolato.

2

Applichiamo ora una valutazione del titolo sulla base del Dividend Discount Model (DDM). Questo sistema è un metodo usato per la valutazione dei titoli a dividendo. Secondo questo metodo, il valore intrinseco di una società è pari alla somma di tutti i dividendi futuri previsti, attualizzati al valore di oggi, secondo un tasso corretto per il rischio, e tenendo conto del fattore tempo. Abbiamo considerato i seguenti parametri per il calcolo:

1) Dividendo attuale per azione: 2,96 dollari

2) Stima di crescita futura del dividendo: 4% annuo, valore conservativo, sulla base della crescita prevista per gli utili nei prossimi anni.

3) Tasso di sconto applicato: 10% annuo

3

Applicati questi criteri, otteniamo un valore intrinseco del titolo ad oggi pari a 51,31 dollari. Sulla base delle ultime quotazioni di borsa pari a 38,19 dollari, il titolo presenta uno sconto pari al 25,57% rispetto al valore calcolato. Sulla base di queste considerazioni, aumentiamo oggi l'esposizione su questa nuova società nel nostro portafoglio Top Analisti.

martedì 8 novembre 2022

Nuovo aumento del dividendo e quotazioni a sconto per il leader mondiale del caffè

Approfittando dei risultati trimestrali migliori delle attese comunicati la scorsa settimana, nel report di oggi utilizziamo parte della liquidità disponibile in portafoglio, derivante dagli ultimi dividendi incassati, per investire su una importante società internazionale operante nel settore del caffè, che offre un mix di dividendi in costante crescita, abbinati a potenziali guadagni per i prossimi anni. Attualmente, la società quota con uno sconto di quasi il 20% in borsa rispetto al valore intrinseco calcolato con il metodo del DDM (Dividend Discount Model). In aggiunta, questa azienda vanta un track record di 12 anni consecutivi di aumenti dei dividendi, contribuendo alla crescita della rendita complessiva del nostro portafoglio. Questo nuovo investimento dovrebbe generare da subito ulteriori 25 dollari di rendita per il nostro portafoglio.

Dopo l'ultima settimana di ottobre, caratterizzata da forti rialzi per i nostri portafogli, il mese di novembre è partito in modo più riflessivo, dopo la decisione di un ulteriore aumento dello 0,75% dei tassi da parte della Federal Reserve, con l'obiettivo di contenere l'inflazione. Su queste basi, l'indice S&P500, che raggruppa le 500 aziende maggiormente capitalizzate a Wall Street, ha chiuso la settimana con un ribasso pari a -3,3%. In questo contesto il portafoglio Top Analisti, che raggruppa le raccomandazioni a dividendo dei migliori analisti internazionali, ha contenuto la flessione a -0,6%, grazie ai risultati trimestrali molto positivi annunciati da alcune aziende di qualità presenti da tempo nel modello. Tra queste, al primo posto spicca Air Products & Chemicals (APD), leader mondiale nel settore dei gas industriali, presente dal 2012 nel nostro portafoglio con 40 anni consecutivi di aumenti dei dividendi, che ha messo a segno un progresso pari a +10% nelle ultime cinque sedute, portando il guadagno complessivo a +195,8%, dal nostro acquisto. Nonostante i forti aumenti, la società offre ancora elevati potenziali di crescita per il futuro. Su queste basi, manteniamo il titolo in portafoglio con un rating BUY.

Iniziamo il report settimanale con l'analisi dei dividendi incassati nel mese precedente per il nostro portafoglio Top Analisti. Come si evidenzia dai dati, i dividendi hanno messo a segno ulteriori aumenti rispetto allo scorso anno, confermando il costante aumento della rendita passiva generata dal portafoglio, in netta controtendenza rispetto all'andamento in ribasso dei principali indici azionari da inizio anno. Complessivamente, abbiamo ricevuto nel mese di ottobre un totale di 24 dividendi, per un controvalore di 3.399,02 dollari, al netto delle ritenute fiscali, portando a 35.141,46 dollari incassati da inizio anno.

gennaio 2022: 3.603,20 dollari
febbraio 2022: 3.229,71 dollari
marzo 2022: 3.491,87 dollari
aprile 2022: 2.922,06 dollari
maggio 2022: 3.416,55 dollari
giugno 2022: 3.270,85 dollari
luglio 2022: 3.257,54 dollari
agosto 2022: 4.026,27 dollari
settembre 2022: 4.307,31 dollari
ottobre 2022: 3.399,02 dollari

media mensile: 3.514,14 dollari

Dal 2010 ad oggi, i dividendi incassati hanno contribuito per quasi il  50% della performance complessiva del portafoglio. Grazie alle crescite costanti delle entrate, e al potente effetto leva generato dall'interesse composto, il rendimento attuale dei dividendi rapportato ai nostri prezzi originali di carico (yield on cost) ammonta oggi ad un significativo 8,5% annuo, rispetto al 3,3% annuo calcolato sugli attuali prezzi di borsa e all'1,8% annuo dell'indice S&P500. Complessivamente, il totale dei dividendi incassati negli ultimi 12 anni è stato quasi pari all'intero capitale originariamente investito. A questo dato si aggiungono tutte le forti plusvalenze realizzate nel periodo.

Top Analisti - Dividendi mensili netti

2

Di seguito pubblichiamo gli aggiornamenti più recenti dei rating da parte degli analisti su alcuni dei titoli già presenti attualmente nei nostri portafogli:

Nuovo BUY su Air Products & Chemicals (APD) - Presente dal 2012 nel nostro portafoglio con 40 anni consecutivi di aumenti dei dividendi - John McNulty di BMO Capital ha mantenuto un rating Buy, con un obiettivo di prezzo di 312 dollari pari a +13,6%

Nuovo BUY su su Abbott Laboratories (ABT), leader mondiale nel settore farmaceutico. L'analista Shagun Singh Chadha di RBC Capital ha mantenuto un rating Buy, con un obiettivo di prezzo di 126 dollari pari a +28,5%

Nuovo BUY su Energy Transfer (ET) - Società con oltre 15.000 km di gasdotti negli Stati Uniti. L'analista Gabe Moreen di Mizuho Securities ha mantenuto un rating Buy, con un obiettivo di prezzo di 17 dollari, pari a +38,2%

Vediamo ora nel dettaglio le variazioni da apportare ai nostri tre modelli di portafoglio, inclusi nell’abbonamento di Secondo Livello da 19,99 euro mensili sottoscrivibile con carta di credito o bonifico bancario online.

Portafoglio Top Analisti

Descrizione portafoglio Top Analisti: Questo particolare portafoglio è attualmente uno dei più replicati dai nostri abbonati, e racchiude  in un unico modello le raccomandazioni di un pannello di alcuni tra i maggiori analisti e Guru internazionali, presenti nelle migliori classifiche di reddito e performance. Composto attualmente da oltre 60 società internazionali quotate sul Nyse e sul Nasdaq, Top Analisti si è trasformato nel corso degli anni in una vera macchina da reddito, con oltre 250 cedole accreditate ogni anno ai partecipanti e un dividendo incassato in quasi ogni giorno lavorativo dell’anno. Nel file PDF relativo al portafoglio, aggiornato ogni settimana e scaricabile ad inizio report, è indicata la percentuale investita su ogni titolo. In questo modo, ciascun abbonato può replicare il portafoglio con precisione, con importi superiori o inferiori a quelli indicati, semplicemente aumentando o diminuendo le singole quantità da acquistare per ogni titolo con la stessa proporzione suggerita nel modello.

Fondamentali portafoglio Top Analisti: Sulla base delle ultime chiusure di borsa, il portafoglio presenta un dividendo medio atteso pari al 3,3% annuo. Il price earning medio del portafoglio è pari a 15,5 volte gli utili attesi per il prossimo anno (Forward P/E). Il Pay Out medio è pari allo 0,5. Il Pay Out indica la percentuale dell’utile annuo destinata agli azionisti come dividendo. In generale, preferiamo società che mantengono livelli di Pay Out più contenuti, a garanzia di ulteriori incrementi delle cedole anche per il futuro. Attualmente il portafoglio presenta una rischiosità inferiore al mercato, con un Beta pari a 0,9. Il Beta è una misura del rischio di una azione e misura la variazione attesa del rendimento del titolo per ogni variazione di un punto percentuale del rendimento di mercato. Una azione con un Beta superiore a 1 tende ad amplificare i movimenti di mercato (il titolo è più rischioso del mercato). Al contrario, una azione con Beta compreso tra 0 e 1 tende a muoversi nella stessa direzione del mercato (il titolo è meno rischioso del mercato).

Potenziale portafoglio Top Analisti a 6-12 mesi+15,4% (12,1% target medio analisti +3,3% dividendo medio) secondo le valutazioni medie di 12 analisti internazionali, con un rating medio dei titoli pari a BUY (2,1), in una scala da 1 Strong Buy a 5 Sell.

Movimenti di oggi per il portafoglio Top Analisti:

Vendite: PASSA AL LIVELLO 2

Nuovi acquisti: utilizziamo parte del controvalore derivante dagli ultimi dividendi incassati, e acquistiamo PASSA AL LIVELLO 2. Questo nuovo acquisto dovrebbe generare ulteriori 25 dollari annui di rendita aggiuntiva per il portafoglio Top Analisti. Segue analisi dettagliata del titolo.

Nuovo aumento del dividendo e quotazioni a sconto per il leader mondiale del caffè

Principali motivazioni di acquisto: Venerdì scorso la società ha comunicato i risultati trimestrali, che hanno battuto decisamente le stime degli analisti, confermando il trend positivo per questa azienda. Il titolo ha subito reagito positivamente in borsa, con un rialzo pari a +8,48% in una sola seduta confermandosi come il migliore del nostro portafoglio Top Analisti. In aggiunta, il management ha annunciato un ulteriore aumento del dividendo trimestrale di +9,3%, portando a 12 anni consecutivi di aumenti. Il nuovo dividendo sarà corrisposto il prossimo 25 novembre, agli azionisti registrati entro il 10 novembre. Siamo quindi ancora in tempo per beneficiare da subito della nuova cedola anche per le azioni che acquistiamo oggi. Questa azienda è presente nel nostro portafoglio senza interruzioni dal 2017, con una performance maturata pari a +64,7%, a cui si aggiungono tutti i dividendi incassati nel periodo. Nonostante i buoni risultati ottenuti, il titolo quota oggi ad un livello inferiore del 24% rispetto ai massimi toccati a luglio dello scorso anno, creando una interessante opportunità di investimento a prezzi scontati. Questa società è stata capace di trasformare una commodity tradizionale come il caffè in uno dei business di maggiore successo a livello globale, con oltre 35.000 punti vendita in tutto il mondo e ricavi in costante crescita negli ultimi anni. Dal 2012 ad oggi il fatturato è più che raddoppiato, passando da 13,2 miliardi ai 32 miliardi attuali, con utili cresciuti di quasi il 200% nel periodo. Dopo un rallentamento nel 2020, dovuto alla pandemia e conseguenti lockdown, la società ha dimostrato una grande capacità di recupero, superando nel 2022 i ricavi del 2019.

Descrizione del business: Fondata nel 1971 ed oltre 380.000 dipendenti, questa azienda è leader mondiale nella torrefazione e distribuzione di caffè di qualità, con una rete di oltre 35.000 caffetterie in 80 mercati nel mondo. I suoi punti vendita sono diventati nell'immaginario collettivo le mete ideali per una pausa o per un incontro e offrono un servizio breakfast completo, con una ampia gamma di bevande a base di caffè, the e succhi di frutta, prodotti alimentari freschi, pasticcini, snacks, e tramezzini. I negozi di proprietà dell'azienda hanno rappresentato circa l'84% delle entrate dell'anno fiscale 2021, mentre i negozi con licenza hanno rappresentato circa il 10% delle entrate. Le altre vendite hanno costituito il resto. La società divide i suoi ricavi in due segmenti geografici principali: Nord America, con il 70% dei ricavi, e Internazionale, con il 24%. Lo sviluppo del canale al dettaglio rappresenta il resto delle entrate. Gli Stati Uniti sono di gran lunga il più grande mercato dell'azienda, con il 45% del numero di punti vendita complessivi. La Cina è il mercato internazionale più importante, con il 16% dei punti vendita dell'azienda. La società è presente da qualche anno anche in Italia.

Trend del dividendo: La società ha iniziato a distribuire dividendi a partire dal 2010 ed ha incrementato la cedola ogni anno, per 12 anni consecutivi. Il dividendo attuale è pari al 2,3% annuo, corrisposto in quattro rate trimestrali, con un Pay Out pari al 54%. Il Pay Out indica la percentuale dell’utile annuo destinata agli azionisti come dividendo. In generale, sono da preferire società che mantengono livelli di Pay Out più contenuti, a garanzia di stabilità delle cedole anche per il futuro. Negli ultimi 5 anni il tasso di crescita del dividendo è stato pari al 14,4% annuo composto. Ipotizzando per il futuro gli stessi tassi di crescita conseguiti nell’ultimo decennio, tra dieci anni il dividendo potrebbe già attestarsi vicini al 10% annuo.

Trend storico degli utili e previsioni: Negli ultimi 5 anni la società ha incrementato gli utili ad un tasso di +7,3% annuo. Gli analisti stimano una continuazione del trend positivo, con una crescita annua composta degli utili pari al 6,7% annuo per i prossimi cinque anni.

Multipli di borsa: Il price earning attuale del titolo è pari a 27 volte gli utili attesi per il 2022, contro una media storica degli ultimi 5 anni pari a 47 volte. La capitalizzazione attuale è pari a 105 miliardi, con un rapporto prezzo/ricavi pari a 3,3 volte.

Performance in borsa: Dal 30 giugno 1992 ad oggi il titolo ha messo a segno risultati record, con un rendimento complessivo pari a +32621% confermandosi come uno dei titoli più performanti a Wall Street nel periodo (fonte Morningstar). Grazie a questi incrementi, un importo di 10.000 dollari investito nel 1992 sul titolo si è trasformato in un capitale milionario, pari a 3.272.136 dollari, calcolando il reinvestimento dei dividendi. Nonostante il forte rialzo, il titolo quota oggi ad un livello inferiore del 24% rispetto ai massimi toccati a luglio 2021, creando una interessante finestra di ingresso a prezzi più contenuti.

3

Giudizio degli analisti e valutazioni: Il giudizio medio dei 31 analisti e broker che seguono il titolo è pari a 2,5 (BUY) su una scala da 1 a 5 ( 1= Strong Buy, 2=Buy, 3=Hold, 4=Moderate Sell, 5=Sell) con un target medio pari a 96,5 dollari e un potenziale pari a +5% per prossimi 12 mesi dalle attuali quotazioni di borsa, a cui si aggiunge il dividendo pari al 2,3%, per un total return previsto pari a +7,3%. In aggiunta, nelle ultime settimane gli analisti di Morningstar hanno assegnato al titolo un rating elevato di quattro stelle, con un potenziale pari a +13,2% dal livello intrinseco calcolato.

4

Applichiamo ora una valutazione del titolo sulla base del Dividend Discount Model (DDM). Questo sistema è un metodo usato per la valutazione dei titoli a dividendo. Secondo questo metodo, il valore intrinseco di una società è pari alla somma di tutti i dividendi futuri previsti, attualizzati al valore di oggi, secondo un tasso corretto per il rischio, e tenendo conto del fattore tempo. Abbiamo considerato i seguenti parametri per il calcolo:

1) Dividendo attuale per azione: 1,96 dollari

2) Stima di crescita futura del dividendo: 8% annuo, valore conservativo, sulla base della crescita effettiva del 15,1% annuo, ottenuto dalla società negli ultimi 5 anni

4) Tasso di sconto applicato: 10% annuo

5

Applicati questi criteri, otteniamo un valore intrinseco del titolo ad oggi pari a 114,48 dollari. Sulla base delle ultime quotazioni di borsa pari a 91,86 dollari, il titolo presenta uno sconto pari al 19,7% rispetto al valore calcolato. Sulla base di queste considerazioni, confermiamo questo investimento come una delle posizioni strategiche a forte crescita dei dividendi per il nostro portafoglio Top Analisti.

martedì 1 novembre 2022

Nuovo BUY - 14 anni di aumenti dei dividendi e performance record per un leader globale della Pay TV

Approfittiamo dei dividendi attraenti e delle quotazioni favorevoli, per investire oggi su una importante azienda internazionale, operante nel settore della Pay TV, cinema e parchi a tema, che vanta una delle performance più elevate a Wall Street degli ultimi decenni. Attualmente, la società quota in borsa con uno sconto del 45% in borsa rispetto al valore intrinseco calcolato con il metodo del DDM (Dividend Discount Model). Questo nuovo investimento dovrebbe generare da subito ulteriori 47 dollari di rendita per il nostro portafoglio.

La settimana appena trascorsa è stata una delle migliori del 2022 per i nostri portafogli, con diffusi rialzi abbinati a nuovi annunci di aumenti dei dividendi. In particolare, il portafoglio Top Analisti, che raggruppa in un unico modello le raccomandazioni a dividendo dei migliori analisti internazionali, ha messo a segno un guadagno record pari a +5,4% da venerdì scorso, con 65 titoli su 67 che hanno evidenziato progressi rispetto alla settimana precedente. Tra questi, al primo posto spicca Macerich (MAC), importante fondo immobiliare quotato a Wall Street, presente da tempo nel nostro portafoglio, con un progesso pari a +16,8% nelle ultime cinque sedute. La società ha annunciato un dividendo trimestrale di 0,17 dollari per azione, con un aumento del 13,3% rispetto al dividendo precedente di 0,15 dollari per azione, portando il rendimento al 6,2% annuo sulle attuali quotazioni di borsa. Dopo questo aumento, manteniamo il titolo in portafoglio con un rating HOLD. Un ulteriore annuncio di incremento del dividendo è arrivato nella settimana da AbbVie Inc. (ABBV), leader nel settore farmaceutico presente nel nostro portafoglio dal 2013, con un track record di ben 50 anni consecutivi di crescite dei dividendi. La società ha dichiarato un dividendo trimestrale di 1,48 dollari per azione, in aumento del 5% rispetto al precedente di 1,41 dollari portando il rendimento al 4% annuo sulle attuali quotazioni di borsa. Dalla data del nostro acquisto, il titolo mostra una performance record, pari a +204,5% a cui si aggiungono tutti i dividendi incassati nel periodo. Su queste basi, il rendimento da dividendo sui nostri prezzi originali di carico (yield on cost) ammonta già al 14% annuo. Dopo questo aumento, manteniamo il titolo in portafoglio con un rating HOLD.

Di seguito pubblichiamo gli aggiornamenti più recenti dei rating da parte degli analisti su alcuni dei titoli già presenti attualmente nei nostri portafogli:

Nuovo BUY su Raytheon Technologies (RTX) - Leader mondiale nel settore della difesa con 29 anni consecutivi di aumenti dei dividendi - L'analista Cai von Rumohr di Cowen & Co. ha ribadito un rating Buy, con un obiettivo di prezzo di 120 dollari, pari a +32,5% dei prezzi attuali

Nuovo BUY su Coca Cola (KO) - Leader mondiale delle bevande con 60 anni consecutivi di aumenti di dividendi - L'analista Nik Modi di RBC Capital ha mantenuto un rating Buy con un obiettivo di prezzo di 69 dollari, pari a +13,6% dalle attuali quotazioni

Nuovo BUY su Caterpillar (CAT), dopo risultati superiori alle stime e 29 anni consecutivi di aumenti dei dividendi - L'analista John Eade di Argus Research ha mantenuto un rating BUY, con un obiettivo di prezzo di 245 dollari, pari a +11,3% dalle attuali quotazioni

Nuovo BUY su Archer Daniels Midland (ADM) - Presente dal 2007 nel nostro portafoglio, con 47 anni consecutivi di aumenti dei dividendi - Vincent Anderson di Stifel Nicolaus ha mantenuto un rating Buy, con un obiettivo di prezzo di 114 dollari pari a +20,2% dalle attuali quotazioni

Vediamo ora nel dettaglio le variazioni da apportare ai nostri tre modelli di portafoglio, inclusi nell’abbonamento di Secondo Livello da 19,99 euro mensili sottoscrivibile con carta di credito o bonifico bancario online.

Portafoglio Top Analisti

Descrizione portafoglio Top Analisti: Questo particolare portafoglio è attualmente uno dei più replicati dai nostri abbonati, e racchiude  in un unico modello le raccomandazioni di un pannello di alcuni tra i maggiori analisti e Guru internazionali, presenti nelle migliori classifiche di reddito e performance. Composto attualmente da oltre 60 società internazionali quotate sul Nyse e sul Nasdaq, Top Analisti si è trasformato nel corso degli anni in una vera macchina da reddito, con oltre 250 cedole accreditate ogni anno ai partecipanti e un dividendo incassato in quasi ogni giorno lavorativo dell’anno. Nel file PDF relativo al portafoglio, aggiornato ogni settimana e scaricabile ad inizio report, è indicata la percentuale investita su ogni titolo. In questo modo, ciascun abbonato può replicare il portafoglio con precisione, con importi superiori o inferiori a quelli indicati, semplicemente aumentando o diminuendo le singole quantità da acquistare per ogni titolo con la stessa proporzione suggerita nel modello.

Fondamentali portafoglio Top Analisti: Sulla base delle ultime chiusure di borsa, il portafoglio presenta un dividendo medio atteso pari al 3,5% annuo. Il price earning medio del portafoglio è pari a 14,3 volte gli utili attesi per il prossimo anno (Forward P/E). Il Pay Out medio è pari allo 0,5. Il Pay Out indica la percentuale dell’utile annuo destinata agli azionisti come dividendo. In generale, preferiamo società che mantengono livelli di Pay Out più contenuti, a garanzia di ulteriori incrementi delle cedole anche per il futuro. Attualmente il portafoglio presenta una rischiosità inferiore al mercato, con un Beta pari a 0,9. Il Beta è una misura del rischio di una azione e misura la variazione attesa del rendimento del titolo per ogni variazione di un punto percentuale del rendimento di mercato. Una azione con un Beta superiore a 1 tende ad amplificare i movimenti di mercato (il titolo è più rischioso del mercato). Al contrario, una azione con Beta compreso tra 0 e 1 tende a muoversi nella stessa direzione del mercato (il titolo è meno rischioso del mercato).

Potenziale portafoglio Top Analisti a 6-12 mesi+14,7% (11,5% target medio analisti +3,2% dividendo medio) secondo le valutazioni medie di 12 analisti internazionali, con un rating medio dei titoli pari a BUY (2,1), in una scala da 1 Strong Buy a 5 Sell.

Movimenti di oggi per il portafoglio Top Analisti:

Vendite: PASSA AL LIVELLO 2. Approfittiamo del rialzo delle ultime settimane e vendiamo oggi il titolo, con un guadagno in euro pari a +8,9% dal 31 agosto 2021, data di inserimento nel portafoglio. Alle attuali quotazioni, la società risulta ancora interessante. Tuttavia, considerata la bassa redditività in termini di dividendo, preferiamo vendere e destinare il controvalore al nuovo investimento di oggi.

Nuovi acquisti: utilizziamo il controvalore derivante dalla vendita, e acquistiamo PASSA AL LIVELLO 2. Questo nuovo acquisto dovrebbe generare ulteriori 47 dollari annui di rendita aggiuntiva per il portafoglio Top Analisti. Segue analisi dettagliata del titolo.

14 anni di aumenti dei dividendi e performance record per un leader globale della Pay TV

Principali motivazioni di acquisto: Molti tra i nostri lettori saranno sicuramente già clienti di questa società con un abbonamento mensile alla Pay TV o al servizio Wi-Fi ultraveloce. Ora, considerate le quotazioni a forte sconto in borsa, è possibile partecipare a questo business di successo anche da azionisti, beneficiando di flussi crescenti di dividendi. La nuova società che acquistiamo oggi per il portafoglio Top Analisti è il titolo del portafoglio con i target più elevati da parte degli analisti per i prossimi 12 mesi e rappresenta una delle storie di maggiore successo a Wall Street degli ultimi decenni. In aggiunta, l'azienda vanta un track record di 14 anni consecutivi di crescite dei dividendi. L'attuale debolezza del titolo in borsa, con un livello inferiore del 47% rispetto ai massimi dello scorso anno, costituisce una rara opportunità per investire su questa importante multinazionale a prezzi fortemente scontati. Approfittiamo quindi per investire ulteriormente mediando i prezzi e aumentando l'esposizione sul titolo.

Descrizione del business: Fondata nel 1963 e quasi 190.000 dipendenti, la società opera in tutto il mondo attraverso i segmenti Comunicazioni via cavo, Media, Studi di produzione cinematografici, Parchi a tema e Pay TV. Il segmento Comunicazioni via cavo offre servizi a banda larga, video, voce, wireless e altri servizi a clienti residenziali e commerciali. Il segmento Media gestisce piattaforme televisive e di streaming, comprese reti via cavo nazionali, regionali e internazionali. Il segmento Studios gestisce le operazioni di produzione e distribuzione di importanti studi cinematografici e televisivi. Il segmento Parchi a tema gestisce parchi a Orlando in Florida, Hollywood, California, a Osaka in Giappone e a Pechino in Cina. Il segmento Pay TV offre servizi diretti ai consumatori, come video, banda larga, servizi telefonici vocali e wireless, e il business dei contenuti.

Trend del dividendo: La società ha incrementato il suo dividendo ogni anno negli ultimi 14 anni. Il dividendo attuale è pari al 3,4% annuo, corrisposto in quattro rate trimestrali. Storicamente, il rendimento del dividendo si è mosso da un minimo di 1,6% nei periodi di sopravvalutazione del titolo ad un massimo di 2,8% nei periodi di maggiore sottovalutazione del titolo. L'attuale rendimento del dividendo, pari al 3,4% indica un forte sconto del titolo rispetto alle medie storiche. Per ritornare in area di sopravvalutazione, il titolo dovrebbe raddoppiare dai valori attuali.

Trend storico degli utili e previsioni: Negli ultimi 5 anni la società ha incrementato gli utili ad un tasso di +9,9% annuo. Gli analisti stimano una continuazione del trend positivo, con una crescita annua composta degli utili pari al 9,3% annuo per i prossimi cinque anni.

Multipli di borsa: Il price earning attuale del titolo è pari a sole 8,1 volte gli utili attesi per il 2022. La capitalizzazione attuale è pari a 139 miliardi, con un rapporto prezzo/ricavi pari a 1,2 volte.

Performance in borsa: La società è stata una delle più performanti negli ultimi decenni a Wall Street. Un importo di 10.000 dollari investiti su questo titolo il 31 gennaio 1973 si è trasformato in un capitale milionario ad oggi, pari a 21.376.718 dollari, considerando il reinvestimento dei dividendi, con un guadagno complessivo pari a +213.667% e un rendimento pari al 16,9% annuo composto per 49 anni consecutivi. Nonostante i brillanti risultati ottenuti,  il titolo quota ora ad un livello inferiore del 47% rispetto ai massimi toccati a giugno dello scorso anno, creando una interessante finestra di ingresso per nuovi investimenti.

3

Giudizio degli analisti e valutazioni: Il giudizio medio dei 32 analisti e broker che seguono il titolo è pari a BUY (2,4) su una scala da 1 a 5 ( 1= Strong Buy, 2=Buy, 3=Hold, 4=Moderate Sell, 5=Sell) con un target medio pari a +37% per i prossimi 6-12 mesi. In aggiunta, gli analisti di Morningstar assegnano alla società il giudizio massimo di 5 stelle, con un potenziale pari a +88% rispetto al valore intrinseco calcolato.

4

Applichiamo ora una valutazione del titolo sulla base del Dividend Discount Model (DDM). Questo sistema è un metodo usato per la valutazione dei titoli a dividendo. Secondo questo metodo, il valore intrinseco di una società è pari alla somma di tutti i dividendi futuri previsti, attualizzati al valore di oggi, secondo un tasso corretto per il rischio, e tenendo conto del fattore tempo.

Abbiamo considerato i seguenti parametri per il calcolo:

1) Dividendo attuale per azione: 1,08 dollari

2) Stima di crescita futura del dividendo: +8% annuo, valore conservativo, sulla base delle forti stime di crescita degli utili previsti per i prossimi anni

3) Tasso di sconto applicato: 10% annuo

2

Applicati questi criteri, otteniamo un valore intrinseco del titolo ad oggi pari a 58,32 dollari. Sulla base delle ultime quotazioni di borsa il titolo presenta oggi uno sconto pari al 45,2% rispetto al valore calcolato. Approfittiamo del momento favorevole e acquistiamo oggi questa società per il nostro portafoglio Top Analisti, come posizione a rendita crescente e forti potenziali per i prossimi anni.

martedì 25 ottobre 2022

Dieci società internazionali con rating BUY e oltre 40 anni di crescite dei dividendi

Le società caratterizzate da crescite pluriennali dei dividendi, sono state uno degli asset più efficaci per battere l'inflazione generando contestualmente performance superiori nel lungo termine, anche nei periodi di maggiore volatilità.

‎I mercati azionari statunitensi hanno chiuso in netto rialzo la scorsa settimana, con l'indice S&P500 in aumento di +4,7% da venerdì scorso, dopo i recenti minimi del 2022, e dopo alcune notizie positive sugli utili aziendali del terzo trimestre, abbinate alla pubblicazione di indicatori economici migliori delle attese. In questo contesto, i nostri portafogli hanno messo a segno diffusi rialzi, con diverse società in deciso progresso. Tra queste, spiccano i guadagni di Lockheed Martin (LMT), leader mondiale del settore difesa, presente nel portafoglio Top Analisti, con un forte incremento di +16,7% nelle ultime 5 sedute, portando il guadagno da inizio anno a +29,1%, in netta controtendenza rispetto al mercato. Nonostante i progressi, , gran parte dei titoli inclusi nei nostri portafogli si trovano ancora in area di acquisto, con diverse società presenti nostri portafogli che stanno ricevendo in questi giorni i rating massimi di quattro e cinque stelle da Morningstar, e aggiornamenti dei target da parte deli analisti. Di seguito alcune notizie sui titoli presenti attualmente nei portafogli:

BUY su National Retail Properties (NNN). Fondo immobiliare con dividendo da affitti 5,6% e 33 anni consecutivi di crescite. L'analista Tyler Batory di Oppenheimer ha iniziato la copertura con un rating BUY, e un obiettivo di prezzo di 48 dollari, pari a +22%

BUY su Restaurant Brands Int (QSR) - Oltre 18.700 ristoranti Burger King in 100 paesi con 15,7 milioni di clienti al giorno - 9 anni di aumenti dei dividendi - L'analista Jeff Bernstein di Barclays ha mantenuto un rating BUY, con un obiettivo di prezzo di 65 dollari, pari a +16,6%

BUY su Microsoft (MSFT) - 20 anni consecutivi di aumenti dei dividendi - L'analista Daniel Ives di Wedbush ha ribadito un rating BUY, con un obiettivo di prezzo di 320 dollari, pari a +32,1%

BUY su Pfizer (PFE) - Leader mondiale del settore farmaceutico, con 12 anni consecutivi di aumenti dei dividendi - L'analista Evan David Seigerman di BMO Capital ha mantenuto un rating BUY, abbassando il target a 60 dollari (da 65 dollari), pari a +33,5%

BUY su Cincinnati Financial (CINF) - Primaria compagnia assicurativa, con 62 anni consecutivi di aumenti dei dividendi. - Harry Fong, analista di MKM Partners ha mantenuto un rating BUY, abbassando il target a 120,00 dollari (da 130,00 dollari), pari a +21%

Dopo l'aggiornamento di martedì scorso del portafoglio Top Analisti, il report di oggi è interamente dedicato al portafoglio Top Dividend, il nostro modello composto in maniera costante da dieci società internazionali leader per dividendo. Questo portafoglio ha messo a segno la performance più elevata tra tutti i nostri modelli, con una performance da inizio anno pari a +8,2%, calcolato in euro, contro una perdita dell'indice S&P500 pari a -9,2% nello stesso periodo. In sintesi, grazie alla qualità elevata delle società che compongono il modello, Top Dividend ha ottenuto 17,4 punti percentuali in più rispetto al mercato in soli dieci mesi, confermando la forte capacità difensiva nei momenti di maggiore volatilità e incertezza dei mercati azionari. In aggiunta, il nuovo portafoglio aggiornato ad oggi conferma rendimenti elevati, con un dividendo medio pari a 5,2% annuo, contro 1,78% dell'indice S&P500, con un massimo di 8,5% annuo per la società con il maggiore dividendo, ad un minimo di 3,1% annuo per la società con il minore dividendo. Questo portafoglio, si propone di generare una rendita crescente, investendo in un paniere di aziende caratterizzate da lunghi track record di aumenti dei dividendi, con un minimo di almeno 25 anni consecutivi di crescite. Su un totale di oltre 8.000 aziende quotate a Wall Street, solamente 130 società superano attualmente questo importante parametro di selezione. In totale, meno di 2 aziende su 100 sono state capaci di aumentare i dividendi ogni anno, indipendentemente dall'andamento dei cicli economici, numerose recessioni e fasi di debolezza. I dividendi sono denaro contante che le società distribuiscono ogni trimestre ai propri azionisti. Per mantenere trend di aumenti costanti, sono necessari bilanci solidi, supportati da business consolidati e lunghi track record di crescite di utili e ricavi. Senza questi requisiti fondamentali, risulta difficile per le società sostenere aumenti delle distribuzioni per periodi più prolungati, e di fatto la crescita del dividendo costituisce un indicatore di solidità finanziaria di una impresa. Di conseguenza, questa ristretta elite di titoli, ha premiato gli investitori con performance superiori e una volatilità più contenuta rispetto agli indici di borsa. All'interno di questo gruppo, Top Dividend seleziona solamente quelle società con i dividendi più elevati, con una revisione mensile della composizione. Attualmente, i dieci titoli del portafoglio, superano ampiamente il parametro di almeno 25 anni di aumenti dei dividendi, con una media di 43,7 anni consecutivi di incrementi.

Per visualizzare tutti i titoli PASSA AL LIVELLO 2

6

Portafoglio Top Dividend - Performance da inizio anno

Dal primo gennaio ad oggi, il portafoglio ha confermato la capacità difensiva dei titoli a crescita dei dividendi nelle fasi negative del mercato, segnando una flessione, pari a -6,2% (+8,2% calcolato in euro) contro un ribasso di -21,3% per l'indice S&P500. In termini monetari, il portafoglio è passato da 86.635 dollari di inizio anno, a 81.254 dollari di venerdì scorso, con una flessione di 5.380 dollari, e incassi di 2.345 dollari (netti da ritenute) derivanti dai dividendi percepiti.

2

Per visualizzare tutti i titoli PASSA AL LIVELLO 2

7

Su queste basi, proseguiamo con la nostra metodologia, basata sui dividendi e sui fondamentali, con una rigida selezione di un ristretto numero di società internazionali sottovalutate, caratterizzate da business consolidati e crescite pluriennali di utili e ricavi, potenzialmente capaci di generare rendite superiori nel lungo termine, con qualsiasi andamento di mercato. L'investimento in società a crescite dei dividendi è una maratona, che genera risultati superiori negli anni, sfruttando il potente effetto dell'interesse composto. Albert Einstein definiva l'interesse composto come l'ottava meraviglia del mondo, affermando: “Chi lo capisce guadagna, chi non lo capisce paga”. Con un rendimento del 15% anno, un capitale raddoppia ogni cinque anni e quadruplica ogni dieci anni, creando quello che molti definiscono come l'effetto palla di neve. Se prendiamo una piccola palla di neve (dividendi) e la facciamo rotolare giù da una montagna, questa accumulerà progressivamente altra neve diventando sempre più grande fino ad assumere dimensioni enormi (effetto composto).

Top Dividend è un potente e semplice strumento che permette di costruire una elevata rendita passiva, abbinata a potenziali capital gain nel medio lungo termine. Top Dividend è uno dei tre portafogli internazionali inclusi nel servizio online di Secondo Livello e viene elaborato utilizzando un sofisticato sistema di ricerca, in grado di identificare un ristretto gruppo di società, caratterizzate da dividendi periodici attestati ai massimi livelli e fondamentali a sconto rispetto al mercato, con una revisione mensile della composizione. In aggiunta al requisito di dividendo elevato, per appartenere al portafoglio Top Dividend, le società candidate devono superare un ulteriore rigido parametro di selezione: avere mantenuto un track record di almeno 25 anni consecutivi di crescite dei dividendi, a garanzia della sicurezza e stabilità delle rendite distribuite dal modello. Questo ulteriore criterio conferma il profilo di elevata qualità delle aziende selezionate. Storicamente, le aziende con lunghi track record di aumenti dei dividendi, (dividend growth) hanno sistematicamente ottenuto performance superiori al mercato con una minore volatilità, e hanno dimostrato una maggiore capacità di attraversare indenni anche le fasi più difficili dei mercati, come recessioni economiche, crisi politiche, guerre locali e regionali, gravi attentati e shock petroliferi, che si sono alternate di frequente in questi ultimi decenni nel mondo.

L'importanza dei dividendi nel lungo termine e analisi storiche

La nostra strategia di selezione è indirizzata all'investimento in un paniere ristretto di società leader, caratterizzate da quotazioni a sconto e da lunghi track record di crescite dei dividendi, reinvestendo con costanza le cedole incassate e sfruttando il questo modo il potente effetto leva derivante dall'interesse composto. Secondo uno studio realizzato da Hartford Funds e Morningstar, che prende in considerazione 51 anni di borsa Usa (dal 1960 al 2021), un capitale di 10.000 dollari investito nel 1960 sui titoli a dividendo dell'indice S&P500, si è trasformato a fine 2021 in un importo pari a 4.949.663 dollari, considerando il reinvestimento dei dividendi, contro 795.823 dollari senza i dividendi, confermando come nel lungo termine gran parte della ricchezza accumulata sia stata generata proprio dai dividendi, spostando in secondo piano i soli capital gain.

8

Performance e dividendi dal 1871 ad oggi

Considerando l'intero periodo storico del mercato azionario Usa, e analizzando le performance secolari, notiamo che più si allunga l'orizzonte temporale e più i dividendi acquistano maggiore importanza nella determinazione della performance complessiva. Dal gennaio 1871 ad oggi la performance della borsa Usa è stata pari al 4,5% annuo composto senza considerare i dividendi e del 9,1% annuo composto calcolando il reinvestimento dei dividendi. Il potente effetto leva generato dell'interesse composto (effetto palla di neve) ha amplificato in maniera esponenziale i guadagni. Un solo dollaro investito sull'indice della borsa Usa nel 1871 è diventato oggi 861 dollari senza considerare i dividendi e ben 553.418 dollari reinvestendo i dividendi! (fonte dqydi.net)

9

Anche rettificando i dati per gli effetti dell'inflazione, i risultati storici restano elevati. Un dollaro investito sull'indice della borsa Usa nel 1871 vale oggi 36 dollari in termini reali senza considerare i dividendi e ben 23.657 dollari reinvestendo i dividendi, con un rendimento pari al 7% annuo composto al netto dell'inflazione!

10

In sintesi, i dividendi sono stati la maggiore componente per la performance complessiva dei mercati azionari nel lungo termine. Con una redditività elevata, e una media di oltre 40 cedole distribuite ogni anno ai partecipanti, Top Dividend si propone di ottenere un mix di dividendi e performance superiori nel corso di un intero ciclo di mercato. Vediamo ora nel dettaglio il nuovo portafoglio Top Dividend per il mese in corso.

Dividendo 5,2% - I dieci titoli del nuovo portafoglio Top Dividend

Per visualizzare tutti i titoli PASSA AL LIVELLO 2

4

Come si evidenzia, la tabella sopra contiene diversi indicatori fondamentali, per permettere ai nostri abbonati di effettuare ulteriori analisi e approfondimenti. Vediamo nel dettaglio i principali parametri fondamentali del portafoglio Top Dividend.

Dividendo %: La nuova selezione dei dieci titoli conferma rendimenti elevati, con un dividendo medio pari a 5,2% annuo, contro 1,7% dell'indice S&P500, con un massimo di 8,5% annuo per la società con il maggiore dividendo, ad un minimo di 3,1% annuo per la società con il minore dividendo.

Cap in mil $: Indica la capitalizzazione di borsa in milioni di dollari alle attuali quotazioni. Il valore attuale per le dieci società del portafoglio Top Dividend mostra un valore medio di 77,2 miliardi di dollari, con un massimo di 340 miliardi per la società con la maggiore capitalizzazione, ad un minimo di 4,1 miliardi per la società con la minore capitalizzazione.

Payout Ratio: Il Pay Out indica la percentuale dell’utile annuo destinata agli azionisti come dividendo. In generale, sono da preferire società che mantengono livelli di Pay Out più contenuti ed inferiori a 1, a garanzia di stabilità delle cedole anche per il futuro. Il valore attuale per le dieci società del portafoglio Top Dividend mostra un Pay Out medio pari a 0,6.

Beta 60 mesi: Il Beta è il coefficiente che misura il comportamento di un singolo titolo rispetto al mercato. Un Beta maggiore di uno evidenzia oscillazioni di un titolo superiori al mercato, mentre un Beta inferiore ad uno mostra movimenti del titolo inferiori alle variazioni del mercato. Attualmente il Beta medio del portafoglio è pari a 0,9 con una rischiosità inferiore rispetto al mercato.

Fwd Price Earning: E' uno degli indicatori più usati nella valutazione delle società. In questa colonna è riportato il Forward Price Earning, ovvero il rapporto tra prezzo di borsa e utili attesi per l'anno in corso. Attualmente il Price Earning medio delle dieci società del portafoglio è pari a 12,5 volte, contro 16 volte dell'indice S&P500.

Giudizio Analisti: Indica i giudizi medi dei broker e analisti internazionali che seguono attualmente le società. Il valore attuale per le dieci società del portafoglio Top Dividend mostra un giudizio medio pari a BUY (2,4), in una scala da 1 Strong Buy, a 5 Sell.

Numero Analisti: Indica il totale degli analisti che seguono le società. In media, le valutazioni riportate in tabella si basano su un totale di 10 analisti.

Target Analisti: indica il potenziale di crescita medio dai prezzi attuali di borsa calcolato dagli analisti per i prossimi 6-12 mesi. Attualmente l'obiettivo di guadagno medio del portafoglio Top Dividend è pari a +17,3%. Sommando i dividendi previsti, pari ad un ulteriore 5,2% annuo, il rendimento obiettivo totale sale a +22,5%. I target potenziali degli analisti sono pubblicati a scopo informativo e per un maggiore approfondimento da parte dei nostri lettori, ma non vengono considerati nella costruzione del portafoglio. La nostra selezione dei titoli si basa principalmente sul dividendo.

Movimenti per il portafoglio Top Dividend:

Vendite: PASSA AL LIVELLO 2

Nuovi acquisti: PASSA AL LIVELLO 2. Segue analisi dettagliata della società. Considerati i dividendi elevati e i fondamentali a sconto in borsa, i dieci titoli che compongono attualmente il modello vengono confermati senza variazioni per le prossime quattro settimane, fino a martedì 22 novembre 2022, data del prossimo aggiornamento mensile.

47 anni di crescite dei dividendi e potenziali elevati per il leader mondiale delle farmacie

Il settore dei farmaci è uno dei business più difensivi, capace di generare ricavi anche durante le fasi di recessione o rallentamento economico. I consumatori difficilmente riducono l'utilizzo di farmaci nei momenti di crisi, destinando piuttosto ad altri comparti eventuali tagli o risparmi di spesa. In aggiunta, la popolazione mondiale sta progressivamente invecchiando, con un aumento della vita media, generando nel tempo ad una maggiore domanda di farmaci. Secondo un recente studio di Iqvia, il mercato mondiale dei farmaci è pari a 1,2 trilioni di dollari. Entro il 2023, si stima che questo valore possa superare 1,5 trilioni.