martedì 21 gennaio 2020

Due campioni per dividendo con oltre 35 anni di crescite e quotazioni a sconto in borsa


La settimana appena trascorsa è stata caratterizzata da nuovi record per i nostri portafogli, sulla scia del buon andamento di Wall Street, dopo la firma dell'accordo con la Cina, che apre nuove prospettive di sviluppo economico a livello globale. In questo contesto, l'indice S&P500 ha chiuso venerdì scorso a 3329,62 punti, con un progresso di +47,4% negli ultimi tre anni (vedi grafico sopra). In particolare, ben 22 società appartenenti al nostro modello Top Analisti hanno messo a segno guadagni di oltre il 3% nelle ultime cinque sedute. Tra queste, spicca il forte balzo in avanti di Albemarle Corporation, quotata al Nyse con simbolo ALB e codice ISIN US0126531013, con un rialzo di +12,5% da venerdì scorso. Fondata nel 1994 ed oltre 5900 dipendenti, questa società, ha incrementato il suo dividendo per 25 anni consecutivi e opera nel settore del litio, componente fondamentale per le batterie delle auto elettriche. Attualmente il 40% della domanda mondiale di litio deriva dalle auto elettriche. Secondo i dati forniti da Roskill, le prospettive per il litio continueranno a brillare per i prossimi anni, con una crescente richiesta da parte delle aziende che producono batterie per alimentare auto elettriche, computer portatili e altri dispositivi high-tech, per un aumento previsto di oltre 650% entro il 2027. Nonostante il forte rialzo settimanale, manteniamo il titolo in portafoglio con un rating BUY. Il giudizio medio dei 15 analisti e broker che seguono il titolo è pari a HOLD (2,6) su una scala da 1 a 5 ( 1= Strong Buy, 2=Buy, 3=Hold, 4=Moderate Sell, 5=Sell) con un target medio pari a +47% per i prossimi 6-12 mesi. In aggiunta, nelle ultime settimane gli analisti di Morningstar hanno assegnato al titolo un rating di quattro stelle, con un potenziale pari a +48% rispetto al valore intrinseco calcolato.

Nonostante le forti crescite delle ultime settimane, riusciamo ancora ad identificare un ristretto numero di società sottovalutate, che per varie ragioni non hanno partecipato agli ultimi rallies a Wall Street. In questo contesto, reinvestiamo oggi una parte della liquidità disponibile in conto, su due aziende multinazionali, che presentano rispettivamente ben 44 anni e 36 anni consecutivi di aumenti del dividendo, con un price earning di sole 10 volte gli utili, contro le 18 volte dell'indice S&P500. I due nuovi investimenti di oggi dovrebbero produrre da subito un incremento della rendita del portafoglio di circa 85 dollari annui.

Top Analisti - Prospetto dei dividendi attesi per gennaio 2020
(per visualizzare tutti i nomi dei titoli PASSA AL LIVELLO 2)

5

Vediamo ora nel dettaglio le variazioni da apportare ai nostri tre modelli di portafoglio, inclusi nell’abbonamento di Secondo Livello da 19,99 euro mensili sottoscrivibile con carta di credito o bonifico bancario online.

Portafoglio Top Analisti

Descrizione portafoglio Top Analisti: Questo particolare portafoglio è attualmente uno dei più replicati dai nostri abbonati, e racchiude  in un unico modello le raccomandazioni di un pannello di alcuni tra i maggiori analisti e Guru internazionali, presenti nelle migliori classifiche di reddito e performance. Composto attualmente da oltre 60 società internazionali quotate sul Nyse e sul Nasdaq, Top Analisti si è trasformato nel corso degli anni in una vera macchina da reddito, con oltre 250 cedole accreditate ogni anno ai partecipanti e un dividendo incassato in quasi ogni giorno lavorativo dell’anno. Nel file PDF relativo al portafoglio, aggiornato ogni settimana e scaricabile ad inizio report, è indicata la percentuale investita su ogni titolo. In questo modo, ciascun abbonato può replicare il portafoglio con precisione, con importi superiori o inferiori a quelli indicati, semplicemente aumentando o diminuendo le singole quantità da acquistare per ogni titolo con la stessa proporzione suggerita nel modello.

Fondamentali portafoglio Top Analisti: Sulla base delle ultime chiusure di borsa, il  portafoglio presenta un dividendo medio atteso pari al 3,3% annuo. Il price earning medio del portafoglio è pari a 16,4 volte gli utili attesi per il prossimo anno (Forward P/E). Il Pay Out medio è pari allo 0,7. Il Pay Out indica la percentuale dell’utile annuo destinata agli azionisti come dividendo. In generale, preferiamo società che mantengono livelli di Pay Out più contenuti, a garanzia di ulteriori incrementi delle cedole anche per il futuro. Attualmente il portafoglio presenta una rischiosità inferiore al mercato, con un Beta pari a 0,8. Il Beta è una misura del rischio di una azione e misura la variazione attesa del rendimento del titolo per ogni variazione di un punto percentuale del rendimento di mercato. Una azione con un Beta superiore a 1 tende ad amplificare i movimenti di mercato (il titolo è più rischioso del mercato). Al contrario, una azione con Beta compreso tra 0 e 1 tende a muoversi nella stessa direzione del mercato (il titolo è meno rischioso del mercato).

Potenziale portafoglio Top Analisti a 6-12 mesi+10,3% (6,9% target medio analisti +3,4% dividendo medio) secondo le valutazioni medie di 12 analisti internazionali, con un rating medio dei titoli pari a BUY (2,2), in una scala da 1 Strong Buy a 5 Sell. Complessivamente, le 64 società che compongono il nostro modello Top Analisti mostrano un potenziale pari a +6,9% nella rilevazione odierna, a cui si aggiunge un dividendo medio del 3,3% annuo, per un totale di incremento stimato pari +10,3%.

Movimenti di oggi per il portafoglio Top Analisti:


Acquisti: utilizziamo la disponibilità derivante dagli ultimi dividendi incassati e acquistiamo oggi:
1) PASSA AL LIVELLO 2, portando il totale a 500 azioni, per un controvalore pari a 1% del portafoglio.

2) PASSA AL LIVELLO 2, portando il totale a 156 azioni, per un controvalore pari a 0,5% del portafoglio.

Dividendo 5,4% e 36 anni consecutivi di crescite per un leader globale dei media

Descrizione del business: Fondata nel 1983 ed oltre 262.000 dipendenti, questa società fornisce servizi di telecomunicazione, media e tecnologia in tutto il mondo. L'azienda opera attraverso quattro segmenti. Il primo segmento fornisce servizi wireless, cablati, video, a banda larga e Internet; servizi di intrattenimento video che utilizzano opzioni satellitari, basate su IP e streaming; servizi di programmazione audio per clienti residenziali e commerciali. Questo segmento vende anche telefoni, computer abilitati wireless e schede dati wireless fabbricati da vari fornitori per l'utilizzo con servizi voce e dati dell'azienda, oltre a vari accessori, come custodie e dispositivi vivavoce attraverso i negozi, agenti diretti e negozi al dettaglio di terze parti. Il secondo segmento produce, distribuisce e concede in licenza principalmente programmazioni televisive e film; distribuisce prodotti di home entertainment in formati fisici e digitali; produce e distribuisce giochi per cellulari e console e prodotti di consumo. Gestisce anche reti via cavo, televisioni a pagamento premium multicanale e servizi over-the-top e media digitali. Il terzo segmento offre servizi di intrattenimento video e di programmazione audio principalmente per clienti residenziali; servizi di pay-TV, compresi contenuti video sportivi in ​​HD; servizi wireless postpagati e prepagati, oltre a vendere vari telefoni tramite negozi, agenti e negozi al dettaglio di proprietà di proprietà dell'azienda. Il quarto segmento offre servizi di pubblicità digitale.

martedì 14 gennaio 2020

Dividendo 9,2% annuo - Dieci società ad alto dividendo e potenziali elevati di crescita per gennaio 2020


Nel report di oggi pubblichiamo il nuovo aggiornamento mensile del nostro popolare portafoglio Top Dividend, composto da dieci società Usa selezionate con particolari criteri di ricerca e revisione tra quelle con i dividendi più elevati. I dieci titoli che compongono il nuovo portafoglio resteranno in portafoglio senza variazioni per le prossime quattro settimane, fino a martedì 11 febbraio 2020, data del prossimo aggiornamento mensile. 

Dopo l'aggiornamento di martedì scorso, che includeva l'analisi dei modelli Top Analisti ed ETF Italia, l'edizione di oggi è interamente dedicata al nostro portafoglio Top Dividend, il popolare modello che si compone di dieci titoli quotati a Wall Street caratterizzati da dividendi elevati e superiori alla media di mercato. Nonostante i forti rialzi messi a segno dalla borsa Usa nel corso del 2019, il rendimento cedolare del portafoglio rimane ancora attestato su livelli nettamente superiori al mercato, con un dividendo medio pari al 9,2% annuo calcolato sugli attuali livelli di borsa. In particolare, nel report di oggi investiamo su una nuova società che offre un dividendo del 8,1% annuo, in crescita da 10 anni consecutivi, a cui si abbina un potenziale di guadagno pari a +19,9% per i prossimi 6-12 mesi, sulla base delle stime di 5 analisti internazionali. Questa azienda opera in uno dei business dei più interessanti a livello globale, ovvero i servizi di archiviazione dati in cloud su un network globale di data center di proprietà. In sintesi, la società riceve una rendita da affitti delle proprie infrastrutture di storage in oltre 56 paesi del mondo, Italia inclusa, dove gestisce un portafoglio consolidato di oltre 225.000 clienti, da aziende private alla pubblica amministrazione. Il business del cloud storage è in forte espansione in tutto il mondo. Secondo un recente studio di Market Research Future, il mercato globale dei data center è destinato a crescere ad un tasso dell' 11% annuo composto per i prossimi 3 anni superando i 10 miliardi di dollari di ricavi.

4

I data center archiviano una grande quantità di dati mission-critical e aiutano ad archiviare, recuperare ed elaborare questi dati. Questi sono la spina dorsale dei dati aziendali che eseguono applicazioni core con l'aiuto di elementi essenziali come interruttori elettrici, unità di distribuzione dell'alimentazione, gruppi di continuità, ventilazione e strumenti per la connettività di rete. A causa delle capacità, dei vantaggi e delle caratteristiche specifiche dei data center, il mercato sta crescendo molto rapidamente anche in seguito alla crescente domanda di gestione dell'archiviazione dei dati e della tecnologia cloud. Il costante aumento dell' utilizzo delle tecnologie cloud da parte delle web community è l'ultima tendenza che sta guadagnando un'enorme popolarità e sta quindi portando il mercato verso un grafico positivo della crescita nei prossimi anni. Secondo lo studio condotto, questa tecnologia è potenzialmente in grado di offrire molte opportunità redditizie in futuro, generando crescite a doppia cifra. D'altro canto, fattori quali l'elevato costo iniziale dell'investimento possono rappresentare un ostacolo al percorso di crescita del mercato nel periodo in esame concentrando la creazione e gestione dei data center verso operatori di grandi dimensioni. I principali attori chiave di questo mercato sono colossi della tecnologia come Digital Realty Trust, Inc. IBM Corporation, Hitachi Ltd., Cisco System, Inc., Hewlett-Packard Inc., EMC Corporation e CyrusOne. Tra questi, Digital Realty Trust, Inc. è uno dei principali fornitori del mercato dei data center in quanto possiede una gamma completa di soluzioni per data center. Digital Realty Trust, quotato sul Nyse con simbolo DLR, opera come REIT e ha messo a segno una performance record in borsa di +903% dal collocamento del 2004, con un rendimento pari al 14,7% annuo composto escluso i dividendi pagati nel periodo. Ora, dopo una crescita così vertiginosa, il titolo appare più sopravvalutato e il dividendo attuale si attesta al 3,6% sulle attuali quotazioni. Su queste basi, pur rimanendo ottimisti sul settore, preferiamo indirizzare la nostra attenzione su un'altra azienda del settore, che offre ancora quotazioni a sconto e rendite da dividendo più elevate. Acquistiamo in data di oggi 80 azioni PASSA AL LIVELLO 2. La nuova società su cui investiamo oggi per il portafoglio Top Dividend opera proprio in questo comparto strategico e potrebbe ripetere nei prossimi anni le performance già maturate dai leader del settore. In aggiunta, il ricco dividendo pari ad 8,1% annuo, genera da subito una rendita elevata attestata sui livelli più alti del mercato. In questo contesto, uno degli analisti del pannello da noi regolarmente monitorato e specializzato proprio nel settore dei Reits, in una recente analisi ha confermato il rating di STRONG BUY per il titolo, con un potenziale pari a +25% nei prossimi 15 mesi. Contestualmente, un altro analista afferma che "Il titolo viene scambiato a quotazioni incredibilmente basse, permettendo agli investitori di iniziare nuove posizioni. La società ha appena completato investimenti per oltre 300 milioni di dollari nel segmento dei data center". 

5
Nella foto il Data Center della società a Singapore

Dopo il nuovo investimento di oggi, la rendita complessiva del portafoglio si attesta al 9,2% annuo. Nove dei dieci titoli che compongono il modello distribuiscono la cedola con cadenza trimestrale, e un titolo con cadenza mensile, per complessivi 48 incassi annuali. Obiettivo primario del portafoglio Top Dividend è quello di massimizzare la rendita da dividendi, investendo in un ristretto numero di società quotate a Wall Street con le cedole distribuite più elevate. Come si evidenzia dalla tabella riepilogativa del portafoglio pubblicata più avanti nel report, Top Dividend offre un potenziale complessivo a 12 mesi pari a +16,6%, tra dividendi previsti e potenziali capital gain (9,2% dividendo medio annuo +7,4% target medio analisti). Contestualmente, il rapporto prezzo utili (price earning) dei dieci titoli che compongono il portafoglio è attestato a sole 11 volte gli utili previsti per l'anno in corso, un livello sensibilmente inferiore rispetto alle 18 volte dell'indice S&P500, confermando una sottovalutazione del modello rispetto al mercato.

Questo portafoglio, partito nel settembre di 20 anni fa, ha messo a segno una performance complessiva record, pari a +773%, contro +194% realizzato dall'indice S&P500 nello stesso periodo, confermando l'efficacia delle strategie a dividendo nel lungo termine, in un intero ciclo di mercato. Top Dividend è un potente strumento che permette di beneficiare di una elevata rendita passiva, abbinata a potenziali capital gain di medio termine. Top Dividend è uno dei tre portafogli internazionali inclusi nel servizio online di Secondo Livello e viene elaborato utilizzando un sofisticato sistema di ricerca in grado di identificare ogni mese un ristretto gruppo di dieci società caratterizzate da dividendi periodici attestati ai massimi livelli e fondamentali a sconto rispetto al mercato.

Approfittando delle valutazioni interessanti, proseguiamo nella nostra strategia indirizzata all'investimento in società caratterizzate da lunghi track record di crescite dei dividendi, reinvestendo con costanza le cedole incassate, e sfruttando il questo modo il potente effetto leva derivante dall'interesse composto. Secondo uno studio realizzato da Morningstar, che prende in considerazione 56 anni di borsa Usa (dal 1960 al 2016), un capitale di 10.000 dollari investito nel 1960 sui titoli a dividendo dell'indice S&P500, si è trasformato a fine 2016 in un importo pari a 2.120.940 dollari, considerando il reinvestimento dei dividendi, contro 385.273 dollari senza i dividendi (vedi grafico sotto), confermando come nel lungo termine gran parte della ricchezza accumulata sia stata generata proprio dai dividendi, spostando in secondo piano i soli capital gain.

2

Considerando l'intero periodo storico del mercato azionario Usa, e analizzando le performance secolari, notiamo che i dividendi acquistano ancora maggiore importanza nella determinazione delle performance complessive. Dal gennaio 1871 ad oggi la performance della borsa Usa è stata pari al 4,4% annuo composto senza considerare i dividendi e del 9% annuo composto calcolando il reinvestimento dei dividendi. Il potente effetto leva generato dell'interesse composto amplifica in maniera esponenziale i risultati. In numeri assoluti questo significa una performance pari a +66.637% senza dividendi e +39.134.376% con i dividendi! (vedi tabella sotto (fonte dqydi.net

2

In sintesi, i dividendi sono stati la maggiore componente per la performance complessiva dei mercati azionari nel lungo termine.

martedì 7 gennaio 2020

Dividendo record 11,6% - Investire su 47 centri commerciali ad elevata rendita da affitti negli Stati Uniti


Nel report speciale della scorsa settimana abbiamo dedicato ampio spazio ai dieci migliori titoli per il 2020 secondo i grandi analisti internazionali. Questa settimana iniziamo il nuovo anno inserendo nei portafogli due nuovi investimenti ad elevato dividendo. Il primo, per il portafoglio Top Analisti, è un fondo immobiliare quotato a Wall Street che offre un dividendo pari a 11,6% e che presenta quotazioni a sconto in borsa. Il secondo, per il portafoglio ETF Italia, è un ETF obbligazionario a breve termine in dollari, con una ricca cedola pari al 5,2% annuo.

Analizziamo ora i dividendi percepiti nel 2019 per il nostro portafoglio Top Analisti, che evidenziano un nuovo record storico. In particolare, nell'anno appena trascorso abbiamo percepito un totale di 272 dividendi, per un controvalore complessivo pari a 58.729 dollari, in aumento di +8% rispetto ai 54.402 dollari percepiti nel 2018, e di +104% rispetto ai 28.771 dollari incassati nel 2010, senza apporti di nuova liquidità nel periodo e reinvestendo esclusivamente i dividendi percepiti. Questo dato conferma il forte trend di crescita cedolare per il modello in atto già da diversi anni, in linea con i nostri obiettivi di produrre nel tempo una rendita passiva crescente, investendo in un ristretto gruppo di società internazionali leader, caratterizzate da lunghi track record di aumenti di utili e dividendi. La nostra analisi evidenzia un dato significativo: negli ultimi 9 anni i dividendi che abbiamo incassato per il portafoglio Top Analisti hanno contribuito per il 39% della performance complessiva, confermando l'importanza della componente cedole per i risultati di lungo termine. L'aumento della rendita ha evidenziato un andamento costante ogni anno, con crescite stabili indipendentemente dalle oscillazioni di breve termine degli indici azionari. Dopo questi incrementi, il nostro rendimento è attestato ora al 8,5% annuo calcolato sui prezzi di acquisto (yield on cost), e al 3,3% sulle attuali quotazioni di borsa. Per raggiungere questi obiettivi, in questi anni, abbiamo interamente reinvestito tutte le rendite percepite in nuove società ad elevato dividendo, sfruttando il potente effetto leva generato dall'interesse composto. Ipotizzando per i prossimi 10 anni le stesse crescite dei dividendi registrate nell'ultimo decennio, potremmo aspettarci una rendita annua sui prezzi di carico di quasi il 17% annuo nel 2030!

L'importanza dei dividendi in relazione alla performance complessiva potrebbe ulteriormente ampliarsi nei prossimi anni. Dopo un decennio di performance record registrate dalle azioni a Wall Street, è ipotizzabile un possibile rallentamento dei tassi di crescita per il futuro, riportando i valori e i fondamentali sulle medie storiche secolari. Prendiamo ad esempio le stime di crescita media prevista per il 2020 da parte dei broker e analisti internazionali per le 64 società del nostro portafoglio Top Analisti. Complessivamente, alle attuali quotazioni di borsa, Top Analisti mostra un potenziale pari a +8% per i prossimi 12 mesi, sulla base dei target medi di 12 analisti internazionali, a cui si aggiunge un dividendo medio del 3,4% annuo, per un totale di incremento stimato pari +11,4%. Questo significa che per l'anno in corso, quasi il 30% della performance attesa dovrebbe arrivare dai soli dividendi. Su queste basi, nel report di oggi utilizziamo parte della disponibilità liquida disponibile in portafoglio dopo gli ultimi dividendi incassati a dicembre, e iniziamo il nuovo anno aumentando l'esposizione su una interessante società immobiliare sottovalutata, che offre un dividendo record pari a 11,6% sulle attuali quotazioni di borsa. In aggiunta, il titolo ha ricevuto in queste settimane il giudizio massimo di cinque stelle da parte degli analisti di Morningstar, con un potenziale pari a +115% rispetto al valore intrinseco calcolato. Gli altri 11 analisti e broker internazionali che seguono la società sono più prudenti, ma attribuiscono comunque una potenziale di crescita pari a +23% per i prossimi 12 mesi. Vediamo ora nel dettaglio le variazioni da apportare ai nostri tre modelli di portafoglio, inclusi nell’abbonamento di Secondo Livello da 19,99 euro mensili sottoscrivibile con carta di credito o bonifico bancario online.

Portafoglio Top Analisti

Descrizione portafoglio Top Analisti: Questo particolare portafoglio è attualmente uno dei più replicati dai nostri abbonati, e racchiude  in un unico modello le raccomandazioni di un pannello di alcuni tra i maggiori analisti e Guru internazionali, presenti nelle migliori classifiche di reddito e performance. Composto attualmente da oltre 60 società internazionali quotate sul Nyse e sul Nasdaq, Top Analisti si è trasformato nel corso degli anni in una vera macchina da reddito, con oltre 250 cedole accreditate ogni anno ai partecipanti e un dividendo incassato in quasi ogni giorno lavorativo dell’anno. Nel file PDF relativo al portafoglio, aggiornato ogni settimana e scaricabile ad inizio report, è indicata la percentuale investita su ogni titolo. In questo modo, ciascun abbonato può replicare il portafoglio con precisione, con importi superiori o inferiori a quelli indicati, semplicemente aumentando o diminuendo le singole quantità da acquistare per ogni titolo con la stessa proporzione suggerita nel modello.

Fondamentali portafoglio Top Analisti: Sulla base delle ultime chiusure di borsa, il  portafoglio presenta un dividendo medio atteso pari al 3,4% annuo. Il price earning medio del portafoglio è pari a 16,2 volte gli utili attesi per il prossimo anno (Forward P/E). Il Pay Out medio è pari allo 0,7. Il Pay Out indica la percentuale dell’utile annuo destinata agli azionisti come dividendo. In generale, preferiamo società che mantengono livelli di Pay Out più contenuti, a garanzia di ulteriori incrementi delle cedole anche per il futuro. Attualmente il portafoglio presenta una rischiosità inferiore al mercato, con un Beta pari a 0,8. Il Beta è una misura del rischio di una azione e misura la variazione attesa del rendimento del titolo per ogni variazione di un punto percentuale del rendimento di mercato. Una azione con un Beta superiore a 1 tende ad amplificare i movimenti di mercato (il titolo è più rischioso del mercato). Al contrario, una azione con Beta compreso tra 0 e 1 tende a muoversi nella stessa direzione del mercato (il titolo è meno rischioso del mercato).

Potenziale portafoglio Top Analisti a 6-12 mesi+11,4% (9,5% target medio analisti +3,4% dividendo medio) secondo le valutazioni medie di 12 analisti internazionali, con un rating medio dei titoli pari a BUY (2,2), in una scala da 1 Strong Buy a 5 Sell. Complessivamente, le 64 società che compongono il nostro modello Top Analisti mostrano un potenziale pari a +8% nella rilevazione odierna, a cui si aggiunge un dividendo medio del 3,4% annuo, per un totale di incremento stimato pari +11,4%.

Movimenti di oggi per il portafoglio Top Analisti:


Nuovi acquisti: utilizziamo la liquidità disponibile in portafoglio derivante dalla vendita di oggi e dagli ultimi dividendi incassati e acquistiamo PASSA AL LIVELLO 2

Dividendo 11,6% - Investire su 47 centri commerciali a rendita da affitti negli Stati Uniti

La società che acquistiamo oggi per il portafoglio Top Analisti si caratterizza per il dividendo elevato derivante da affitti immobiliari, attestato attualmente al 11,6% annuo, suddiviso in quattro rate trimestrali. Questo titolo ha iniziato il 2020 in ribasso, seguendo il trend del settore real estate, che ha mostrato un andamento debole nelle prime sedute del nuovo anno, sui timori di possibili rialzi dei tassi sul mercato secondario del reddito fisso Usa. Approfittiamo della debolezza di questi giorni e accumuliamo ulteriormente sul titolo. Considerato il rischio più elevato che caratterizza gli immobili destinati al commercio al dettaglio a causa della crescente concorrenza del commercio online, manteniamo comunque una posizione più contenuta su questo investimento, con una quota pari allo 0,6% del portafoglio.

2

Nella foto sopra gli interni di un lussuoso centro commerciale di lusso di proprietà della società situato nella zona centrale di Scottsdale, in Arizona. È il più grande centro commerciale in Arizona con circa 2 milioni di metri quadrati di spazio commerciale ed è tra i primi 30 centri commerciali più grandi del paese.

Descrizione del business: Fondata nel 1972 e appartenente all'indice S&P 500, che raggruppa le 500 aziende maggiormente capitalizzate a Wall Street, questa società è un fondo di investimento immobiliare (REIT) completamente integrato e autogestito, che si concentra sull'acquisizione, la locazione, la gestione, lo sviluppo e la riqualificazione di centri commerciali regionali negli Stati Uniti. In sintesi, investe in immobili commerciali che affitta interamente ad operatori primari del settore percependo una rendita da affitti. Attualmente la società possiede 47 importanti centri commerciali negli Stati Uniti, per complessivi 4,7 milioni di metri quadrati, affittati al 94% dello spazio disponibile. 

3

Il fondo è specializzato in negozi al dettaglio di successo in molti dei mercati più attraenti e densamente popolati negli Stati Uniti, con una presenza significativa nella West Coast, in Arizona, a Chicago e nella metropolitana di New York e Washington.

martedì 31 dicembre 2019

REPORT SPECIALE - I dieci migliori titoli per il 2020 secondo i grandi analisti internazionali

Nel report speciale di oggi analizziamo nel dettaglio i dieci migliori titoli per il 2020 secondo i grandi analisti internazionali. Il 2019 è stato un anno da record per i nostri portafogli, che hanno messo a segno guadagni tra i più elevati dell'ultimo decennio. In particolare, Top Analisti, il nostro modello a dividendo che raggruppa le migliori raccomandazioni di un pannello di analisti e broker internazionali, ha chiuso l'anno con un progresso di +31,2%, beneficiando di oltre 250 accrediti di dividendi nel corso degli ultimi 12 mesi. Il migliore risultato in termini di performance spetta a Compass Diversified Holdings, quotata sul Nyse con simbolo CODI, con un guadagno pari a +105,2% nel 2019, a cui si aggiungono i ricchi dividendi percepiti, pari al 5,5% annuo sugli attuali prezzi di borsa. Questa società è una delle poche strutture specializzate nell’esclusivo settore del private equity. Negli Stati Uniti alcune di queste particolari aziende sono quotate regolarmente a Wall Street e quindi facilmente acquistabili con qualsiasi intermediario di trading online, permettendo anche ai piccoli investitori di partecipare a questo comparto ad alto potenziale. Questi “cacciatori di business” sono strutturati in maniera simile ai fondi comuni e forniscono finanziamenti e capitale di rischio ad un gruppo ristretto e selezionato di piccole e medie imprese che necessitano di interventi di sostegno e rafforzamento patrimoniale prima delle pratiche di quotazione in borsa. Generalmente, per diversificare i rischi, questi “fondi altamente specializzati” detengono un portafoglio di più partecipazioni, operanti in diversi settori, da cui ricavano interessi periodici dai finanziamenti concessi, che trasferiscono con regolarità ai propri azionisti come dividendi.

Al secondo posto per guadagni 2019 troviamo Target Corporation, quotata sul Nyse con simbolo TGT, con un profitto pari a +100,4% escluso dividendi. Target Corp ha incrementato il suo dividendo per ben 52 anni consecutivi, con una crescita del 15,4% annuo negli ultimi 10 anni. Il titolo è stato uno dei più performanti a Wall Street negli ultimi anni, con una crescita record in borsa di +19821% dal 1972 ad oggi! Fondata nel 1902 con oltre 360.000 dipendenti, Target Corp gestisce una catena di oltre 1.800 grandi supermercati discount in tutti gli Stati Uniti.

Nonostante i forti progressi manteniamo entrambe le società nel nostro portafoglio Top Analisti con un rating Hold.

Dopo i forti rialzi registrati nell'anno appena trascorso, il 2020 inizia con multipli di borsa piuttosto elevati rispetto alle medie storiche, richiedendo maggiore attenzione nella selezione degli investimenti da inserire nei portafogli. In questo contesto, la nostra ricerca continua a privilegiare le società a dividendo, tradizionalmente meno volatili e potenzialmente in grado di garantire una remunerazione stabile con qualsiasi andamento di mercato, concentrando le preferenze su un ristretto numero di società che offrono ancora potenziali elevati e fondamentali a sconto. In questo contesto, nel report di oggi presentiamo tre liste composte da dieci titoli ciascuna per il 2020, che contengono le migliori raccomandazioni degli analisti per i prossimi 12 mesi e che costituiscono una parte integrante degli investimenti che effettueremo per il nuovo anno. Su queste basi, vediamo ora nel dettaglio le variazioni da apportare ai nostri tre modelli di portafoglio, inclusi nell’abbonamento di Secondo Livello da 19,99 euro mensili sottoscrivibile con carta di credito o bonifico bancario online.

Dividendo 10,3% - Le dieci migliori società per il 2020 in base al dividendo
(per visualizzare tutti i nomi dei titoli PASSA AL LIVELLO 2)

2

Questa prima selezione evidenzia le dieci società del portafoglio Top Analisti che presentano attualmente i dividendi più elevati. Queste società sono interessanti per coloro che desiderano ottenere rendite passive da dividendi attestate ai massimi livelli. Come si evidenzia dalla tabella, complessivamente i dieci titoli offrono una remunerazione media da dividendo pari al 10,3% sulle attuali quotazioni di borsa, partendo da un massimo del 19,1% annuo per la prima società della lista, ad un minimo del 6,4% per l'ultima società della lista. A causa delle alte distribuzioni, di norma queste tipologie di investimenti scontano crescite inferiori in termini di incremento di capitale nel lungo termine e sono soggette a maggiore volatilità nel caso di possibili impreviste riduzioni della cedola. Tuttavia, secondo gli analisti, i dieci titoli presenti questa prima lista offrono, in aggiunta ai dividendi, un target previsto pari a +19,9% per i prossimi 12 mesi.

Al primo posto, con un dividendo previsto del 19,1%, troviamo Alliance Resource Partners, quotata sul Nasdaq, con il simbolo ARLP e codice Isin US01877R1086. Questa società vanta una importante peculiarità: è l'unica partnership operante nel settore estrattivo del carbone quotata negli Usa. Si tratta quindi della sola opportunità esistente sul mercato per gli investitori per partecipare al business della estrazione e commercializzazione di una delle maggiori risorse energetiche per gli Stati Uniti, dove ancora oggi circa il 50% dell'elettricità viene generata dal carbone. L'azienda, tramite le sue controllate, fornisce carbone a società elettriche e utilizzatori industriali in tutti gli Stati Uniti, tramite trasporto su strada, ferrovia, barconi e chiatte attrezzate. Il carbone è un combustibile fossile estratto dal terreno sia in miniere, che in miniere a cielo aperto. È un combustibile pronto all'uso, formato da roccia sedimentaria nera o bruna. È composto principalmente da carbonio e idrocarburi, oltre a vari altri elementi assortiti, compresi alcuni a base di zolfo. A causa della maggiore rischiosità, attualmente abbiamo destinato a questo investimento una quota più ridotta, pari a PASSA AL LIVELLO 2 del portafoglio. 

Al decimo posto, con un dividendo previsto del 6,4% troviamo Omega Healthcare Investors Inc, quotata al Nyse con simbolo OHI e codice Isin US6819361006. Fondata nel 1992, questa società opera come fondo immobiliare specializzato nel settore chiave della salute, con quasi 1000 immobili di proprietà in 42 stati, affittati a diversi operatori specializzati, per un valore commerciale complessivo di oltre 10 miliardi di dollari.  Si tratta in prevalenza di cliniche, centri di cura specializzati, centri di riabilitazione post ospedaliera e case di riposo per anziani, settori in forte espansione negli Stati Uniti, grazie anche ai fattori demografici. La rendita delle locazioni viene distribuita agli azionisti con un dividendo elevato con cadenza trimestrale. Attualmente, abbiamo dedicato a questo investimento una quota pari al 1,9% del portafoglio, con un totale pari a 850 azioni. 

Target a 12 mesi +29,8% - Le dieci migliori società per il 2020 in base al potenziale di crescita

4

Questa seconda selezione evidenzia le dieci società del portafoglio Top Analisti che presentano attualmente i target più elevati a 12 mesi in base alle raccomandazioni degli analisti internazionali. Queste società sono interessanti per coloro che puntano ad ottenere crescite più elevate di capitale nei prossimi 6-12 mesi, abbinate a rendite passive da dividendi attestate a livelli superiori. Come si evidenzia dalla tabella, complessivamente i dieci titoli offrono un target medio pari a +29,8% dalle attuali quotazioni di borsa, partendo da un massimo di +63,9% annuo per la prima società della lista, ad un minimo di +14,5% per l'ultima società della lista. In aggiunta al potenziale capital gain, i dieci titoli offrono un dividendo medio previsto pari al 6,8% per i prossimi 12 mesi.

Al secondo posto della lista, con un potenziale pari a +54,7%, troviamo Energy Transfer LP, quotata sul Nyse con simbolo ET e codice Isin US29273V1008. Fondata nel 2002 ed oltre 11.000 dipendenti, questa società è un colosso che capitalizza in borsa oltre 33 miliardi di dollari, e fornisce servizi energetici nei due maggiori mercati del mondo, Stati Uniti e Cina. L'azienda possiede e gestisce circa 15.000 chilometri di gasdotti per il trasporto di gas naturale, tre impianti di stoccaggio di gas naturale in Texas, e circa 19.600 chilometri di metanodotti che collegano diversi stati. Possiede inoltre circa 7.600 chilometri di gasdotti NGL (gas naturale liquido), impianti di frazionamento e stoccaggio di NGL e propano, con una capacità di stoccaggio di circa 45 milioni di barili. L'azienda vende anche benzina e carburanti al dettaglio, petrolio greggio, NGL e altri prodotti raffinati, gestisce minimarket e distribuisce carburanti per motori e altri prodotti petroliferi. La società vende gas naturale a compagnie elettriche, centrali elettriche indipendenti, società di distribuzione locali, utenti finali industriali e altre società di marketing, e produce un totale di 75 megawatt di energia elettrica. Nelle ultime settimane gli analisti di Morningstar hanno assegnato al titolo il rating massimo di cinque stelle, con un potenziale pari a +75% rispetto al valore intrinseco calcolato. 

Rating STRONG BUY - Le dieci migliori società per il 2020 in base al Rating degli analisti

6

La terza selezione evidenzia le dieci società del portafoglio Top Analisti che presentano attualmente i rating più elevati in base alle raccomandazioni degli analisti internazionali. Queste società sono interessanti per coloro che puntano a mantenere in portafoglio i titoli più alla moda e attualmente più raccomandati dai grandi analisti internazionali. Di norma, si tratta di società leader che non dovrebbero mancare in ogni portafoglio che punti a crescite superiori nel medio termine. Come si evidenzia dalla tabella, complessivamente i dieci titoli offrono un rating medio pari a 1,4 STRONG BUY (in una scala da 1 Strong Buy, 2 Buy, e Hold, 4 Moderate Sell, 5 Sell) su una media di 15 analisti, partendo da un massimo di 1 STRONG BUY (valutazione concorde di tutti i 10 analisti che seguono il titolo) per la prima società della lista, ad un minimo di 1,6 BUY per l'ultima società della lista. Trattandosi di titoli a maggiore diffusione, i target medi per questa ultima lista per il 2020 risultano inferiori e pari a +11,6%, con un dividendo medio pari al 3% annuo.

Al secondo posto della lista, con un rating medio di 1,1 troviamo Microsoft, quotata sul Nasdaq con simbolo MSFT e codice isin US5949181045. Microsoft è una delle aziende quotate più grandi del mondo, ed è attualmente il titolo più performante del nostro portafoglio Top Analisti. Presente senza interruzioni nel modello dal 2005, il titolo mostra un guadagno di +541% dal nostro inserimento il portafoglio. Microsoft è attualmente una delle storie di maggiore successo a Wall Street. Da marzo 1986, data della sua quotazione in borsa Microsoft ha messo a segno un guadagno record di +166342%. Un importo di soli 10.000 dollari investito nella società nel 1986 è diventato oggi un capitale multimilionario pari a 16.644.000 dollari, con un interesse del 25% annuo composto per 33 anni consecutivi!

martedì 24 dicembre 2019

Nuova società a rendita per il portafoglio - 24 anni di crescita dei dividendi per il leader globale dei prodotti di largo consumo


La settimana appena trascorsa è stata caratterizzata da nuovi record per i nostri portafogli, che si apprestano a chiudere il 2019 come uno dei migliori anni in termini di performance. In particolare, Top Analisti, il nostro modello a dividendo che raggruppa le migliori raccomandazioni di un pannello di analisti e broker internazionali, ha messo a segno un guadagno di +31,9% da inizio anno, beneficiando contestualmente di oltre 250 accrediti di dividendi nel corso degli ultimi 12 mesi. Una vera macchina da reddito per investitori come noi che puntano alla creazione di rendite stabili con qualsiasi andamento di mercato!

Nonostante i forti rialzi, continuiamo ad identificare un ristretto numero di società internazionali che non hanno partecipato in modo uniforme alle crescite complessive dei modelli, e che presentano ancora quotazioni a sconto e rendite da dividendo elevate. In questo contesto, nel report di oggi analizziamo nel dettaglio una importante società europea, operante nel settore dei beni di largo consumo, presente nel nostro modello da oltre dieci anni, che offre alla attuali quotazioni di borsa forti potenziali di crescita abbinati a flussi di dividendi in costante aumento negli ultimi 24 anni. Su queste basi, vediamo ora nel dettaglio le variazioni da apportare ai nostri tre modelli di portafoglio, inclusi nell’abbonamento di Secondo Livello da 19,99 euro mensili sottoscrivibile con carta di credito o bonifico bancario online.

Portafoglio Top Analisti

Descrizione portafoglio Top Analisti: Questo particolare portafoglio è attualmente uno dei più replicati dai nostri abbonati, e racchiude  in un unico modello le raccomandazioni di un pannello di alcuni tra i maggiori analisti e Guru internazionali, presenti nelle migliori classifiche di reddito e performance. Composto attualmente da oltre 60 società internazionali quotate sul Nyse e sul Nasdaq, Top Analisti si è trasformato nel corso degli anni in una vera macchina da reddito, con oltre 250 cedole accreditate ogni anno ai partecipanti e un dividendo incassato in quasi ogni giorno lavorativo dell’anno. Nel file PDF relativo al portafoglio, aggiornato ogni settimana e scaricabile ad inizio report, è indicata la percentuale investita su ogni titolo. In questo modo, ciascun abbonato può replicare il portafoglio con precisione, con importi superiori o inferiori a quelli indicati, semplicemente aumentando o diminuendo le singole quantità da acquistare per ogni titolo con la stessa proporzione suggerita nel modello.

Fondamentali portafoglio Top Analisti: Sulla base delle ultime chiusure di borsa, il  portafoglio presenta un dividendo medio atteso pari al 3,4% annuo. Il price earning medio del portafoglio è pari a 16,9 volte gli utili attesi per il prossimo anno (Forward P/E). Il Pay Out medio è pari allo 0,6. Il Pay Out indica la percentuale dell’utile annuo destinata agli azionisti come dividendo. In generale, preferiamo società che mantengono livelli di Pay Out più contenuti, a garanzia di ulteriori incrementi delle cedole anche per il futuro. Attualmente il portafoglio presenta una rischiosità inferiore al mercato, con un Beta pari a 0,8. Il Beta è una misura del rischio di una azione e misura la variazione attesa del rendimento del titolo per ogni variazione di un punto percentuale del rendimento di mercato. Una azione con un Beta superiore a 1 tende ad amplificare i movimenti di mercato (il titolo è più rischioso del mercato). Al contrario, una azione con Beta compreso tra 0 e 1 tende a muoversi nella stessa direzione del mercato (il titolo è meno rischioso del mercato).

Potenziale portafoglio Top Analisti a 6-12 mesi+11,5% (8,1% target medio analisti +3,4% dividendo medio) secondo le valutazioni medie di 12 analisti internazionali, con un rating medio dei titoli pari a BUY (2,2), in una scala da 1 Strong Buy a 5 Sell. Complessivamente, le 64 società che compongono il nostro modello Top Analisti mostrano un potenziale pari a +8,1% nella rilevazione odierna, a cui si aggiunge un dividendo medio del 3,4% annuo, per un totale di incremento stimato pari +11,5%.

Movimenti di oggi per il portafoglio Top Analisti:


Nuovi acquisti: PASSA AL LIVELLO 2. presente nel modello Top Analisti con un controvalore investito pari a 730 azioni per una quota pari a 2,3% del portafoglio. Vediamo ora nel dettaglio l'analisi della nuova società per il portafoglio.


Nuova società a rendita per il portafoglio - 24 anni di crescita dei dividendi per il leader globale dei prodotti di largo consumo


Principali motivazioni di acquisto: La società che analizziamo oggi è un leader globale nei prodotti di largo consumo, con oltre la metà dei suoi ricavi provenienti dai paesi emergenti. Il trend demografico di queste aree del mondo potrebbe favorire ulteriormente le vendite nel futuro.

5

Nelle scorse settimane, la società ha rivisto al ribasso le stime di fatturato e utili per il 2019, causando un ribasso del titolo in borsa del 9% in una sola seduta. La temporanea debolezza rende nuovamente interessante questa società per iniziare una nuova posizione o per accumulare sul titolo. Il titolo è presente nel nostro portafoglio da diversi anni, con una performance maturata di +99% dal nostro acquisto, e un rendimento da dividendo pari al 6,3% sui nostri prezzi originali di carico.

Descrizione del business: Sicuramente molti dei nostri lettori conoscono già questa importante azienda leader in qualità di clienti e consumatori diretti. Molti tra i maggiori prodotti distribuiti dalla società sono infatti attualmente presenti sugli scaffali dei principali negozi e supermercati di tutto il mondo. Ogni giorno dell’anno oltre due miliardi di consumatori mettono nel carrello della spesa qualche prodotto di questa società. Perché allora non partecipare a questi forti trend di crescita anche da azionisti incassando ogni anno una parte dei profitti come rendita da dividendi? Questa è stata per anni la strategia vincente di grandi investitori di successo del calibro di Warren Buffett, che da sempre hanno investito pesantemente su questi tipi di business, ritenuti stabili, facili da comprendere e in grado di resistere meglio a qualsiasi tipo di crisi o recessione. Fondata nel 1930 ed oltre 150.000 dipendenti, questa importante multinazionale opera in oltre 90 paesi del mondo con 200 filiali ed è attualmente una delle maggiori realtà nel settore dei beni di consumo. L'azienda è suddivisa in tre segmenti di business: Bellezza e cura personale, Cibo e ristoro, e prodotti per la casa. Il primo segmento produce prodotti per la pelle, deodoranti e prodotti per l'igiene orale. Il secondo segmento produce zuppe, brodi, salse, snacks, maionese, condimenti per insalate e margarine. gelati, bevande a base di thè e prodotti dietetici. Il terzo segmento produce detersivi in polvere e liquidi, saponette, e vari prodotti per la pulizia. La società distribuisce alcuni dei marchi più conosciuti a livello internazionale.

giovedì 19 dicembre 2019

Portafogli vincenti a dividendo - Come ottenere il 13,9% annuo per 20 anni consecutivi con una semplice strategia azionaria a rendita

Analizziamo oggi la metodologia dei Dogs of S&P500: Performance +13,9% annuo composto dal 1999 ad oggi. 10.000 dollari investiti in novembre 1999 sono diventati in 20 anni 135.507 dollari, contro 29.925 dollari dell'indice S&P500!

DOGS OF S&P500 - Performance storica ultimi 20 anni


Storicamente le strategie di portafoglio basate sui dividendi hanno performato in modo superiore al mercato nel lungo termine. Il nostro portale DIVIDENDI.ORG  punta alla costruzione di una rendita passiva crescente basata sui dividendi, che porti all'indipendenza finanziaria nel tempo. Una delle tecniche più semplici e più usate negli ultimi anni per la generazione di flussi di dividendi elevati è la strategia dei "Dogs". Più volte abbiamo analizzato questa semplice metodologia di portafoglio. In sintesi, si tratta di ricercare le dieci società con i dividendi più elevati all'interno di un indice o paniere di titoli e mantenerle in portafoglio per un anno intero senza variazioni. Alla scadenza dei 12 mesi, si effettua una nuova selezione, si sostituiscono i titoli che non rispecchiano più i requisiti di dividendo elevato e si mantiene la nuova selezione per un altro anno intero, e così via. E' un metodo basato su poche movimentazioni di trading che lo rendono efficace, economico e semplice da replicare.

Nella nostra analisi odierna abbiamo considerato l'indice S&P500, che include le 500 società maggiormente capitalizzate quotate a Wall Street e le abbiamo ordinate per dividendo, in ordine decrescente, partendo da quella con il dividendo più elevato, attualmente Macerich, quotata sul Nyse con simbolo MAC, dividendo 11,2%. Come richiesto da questa metodologia abbiamo poi selezionato solamente le prime dieci per dividendo e abbiamo composto il portafoglio Dogs of S&P500 valido per tutto il 2020. Ecco di seguito la lista delle dieci società che compongono il modello:

DOGS OF S&P500 - Il portafoglio per il 2020


Come si evidenzia dalla colonna dividendi in giallo, il portafoglio offre un dividendo medio del 7,7% annuo, a cui si aggiunge un potenziale di incremento di +11,3% per i prossimi 12 mesi, sulla base dell stime di un paniere di 13 analisti internazionali. I 10 titoli distribuiscono il dividendo su base trimestrale per cui ci possiamo attendere circa 40 singoli accrediti in cassa nei prossimi 12 mesi.

Ma come ha performato questa metodologia negli ultimi 20 anni? Ecco di seguito l'analisi del backtest con tutti gli elementi di valutazione dal 1999 ad oggi:

DOGS OF S&P500 - 1999-2019 - BACKTEST ULTIMI 20 ANNI


Come si evidenzia dalla tabella, il portafoglio ha messo a segno una performance pari al 13,9% annuo composto, oltre il doppio rispetto al 5,6% annuo dell'indice S&P500. 17 anni su 20 sono stati positivi. Il turnover annuo (modifica dei titoli in portafoglio) è stato pari al 57,4%. Il migliore anno è stato il 1999 con +80,4% e il peggiore è stato il 2007, con -55,2% evidenziando comunque una significativa volatilità. La media annua di rendimento è stata pari al 18,5% per ciascun periodo analizzato.

martedì 17 dicembre 2019

Dividendo 9,3% annuo - Dieci società ad alto dividendo e potenziali elevati di crescita per il 2020


Dividendo 9,3% annuo - Dieci società ad alto dividendo e potenziali elevati di crescita per il 2020. Nel report di oggi pubblichiamo il nuovo aggiornamento mensile del nostro popolare portafoglio Top Dividend, composto da dieci società Usa selezionate con particolari criteri di ricerca e revisione tra quelle con i dividendi più elevati.

Dopo l'aggiornamento di martedì scorso, che includeva l'analisi dei modelli Top Analisti ed ETF Italia, l'edizione di oggi è interamente dedicata al nostro portafoglio Top Dividend, il popolare modello che si compone di dieci titoli quotati a Wall Street caratterizzati da dividendi elevati e superiori alla media di mercato. In particolare, approfittando del dividendo particolarmente elevato e della debolezza delle quotazioni in borsa del titolo, nel report di oggi investiamo su una nuova società immobiliare per il nostro portafoglio Top Dividend. Secondo le valutazioni di un pannello di 11 analisti internazionali, questa nuova azienda offre, un ricco dividendo pari a 11,5% annuo, a cui si aggiunge un potenziale di guadagno pari a +30,7% per i prossimi a 6-12 mesi. Dopo questo nuovo investimento, la rendita complessiva del portafoglio aumenta al 9,3% annuo. Nove dei dieci titoli che compongono il modello distribuiscono la cedola con cadenza trimestrale, e un titolo con cadenza mensile, per complessivi 48 incassi annuali.

Obiettivo primario del portafoglio Top Dividend è quello di massimizzare la rendita da dividendi, investendo in un ristretto numero di società quotate a Wall Street con le cedole distribuite più elevate. In seguito alle nuove modifiche nella composizione che effettueremo oggi, Top Dividend conferma un rendimento attestato a livelli record, pari al 9,3% annuo, in ulteriore aumento dal 9,1% della precedente rilevazione di novembre. Come si evidenzia dalla tabella riepilogativa del portafoglio pubblicata più avanti nel report, Top Dividend offre un potenziale complessivo a 12 mesi pari a +21,5%, tra dividendi previsti e potenziali capital gain (9,3% dividendo medio annuo +12,2% target medio analisti). Contestualmente, il rapporto prezzo utili (price earning) dei dieci titoli che compongono il portafoglio è attestato a sole 11,5 volte gli utili previsti per l'anno in corso, un livello sensibilmente inferiore rispetto alle 18,4 volte dell'indice S&P500, confermando una sottovalutazione del modello rispetto al mercato. 

Questo portafoglio, partito nel settembre di 19 anni fa, ha messo a segno una performance complessiva record, pari a +703%, contro +1946% realizzato dall'indice S&P500 nello stesso periodo, confermando l'efficacia delle strategie a dividendo nel lungo termine, in un intero ciclo di mercato. Top Dividend è un potente strumento che permette di beneficiare di una elevata rendita passiva, abbinata a potenziali capital gain di medio termine. Top Dividend è uno dei tre portafogli internazionali inclusi nel servizio online di Secondo Livello e viene elaborato utilizzando un sofisticato sistema di ricerca in grado di identificare ogni mese un ristretto gruppo di dieci società caratterizzate da dividendi periodici attestati ai massimi livelli e fondamentali a sconto rispetto al mercato.

Approfittando delle valutazioni interessanti, proseguiamo nella nostra strategia indirizzata all'investimento in società caratterizzate da lunghi track record di crescite dei dividendi, reinvestendo con costanza le cedole incassate, e sfruttando il questo modo il potente effetto leva derivante dall'interesse composto. Secondo uno studio realizzato da Morningstar, che prende in considerazione 56 anni di borsa Usa (dal 1960 al 2016), un capitale di 10.000 dollari investito nel 1960 sui titoli a dividendo dell'indice S&P500, si è trasformato a fine 2016 in un importo pari a 2.120.940 dollari, considerando il reinvestimento dei dividendi, contro 385.273 dollari senza i dividendi (vedi grafico sotto), confermando come nel lungo termine gran parte della ricchezza accumulata sia stata generata proprio dai dividendi, spostando in secondo piano i soli capital gain.

2

Considerando l'intero periodo storico del mercato azionario Usa, e analizzando le performance secolari, notiamo che i dividendi acquistano ancora maggiore importanza nella determinazione delle performance complessive. Dal gennaio 1871 ad oggi la performance della borsa Usa è stata pari al 4,4% annuo composto senza considerare i dividendi e del 9% annuo composto calcolando il reinvestimento dei dividendi. Il potente effetto leva generato dell'interesse composto amplifica in maniera esponenziale i risultati. In numeri assoluti questo significa una performance pari a +66.637% senza dividendi e +39.134.376% con i dividendi! (vedi tabella sotto (fonte dqydi.net

2

In sintesi, i dividendi sono stati la maggiore componente per la performance complessiva dei mercati azionari nel lungo termine.

martedì 10 dicembre 2019

Tre marchi di successo per 25.000 ristoranti nel mondo - Rating BUY e obiettivo 40.000 ristoranti nei prossimi anni


a settimana appena trascorsa è stata caratterizzata da nuovi massimi per i nostri portafogli, sulla scia dei dati positivi sul mercato del lavoro negli Stati Uniti, comunicati lo scorso venerdì. Nel mese di novembre sono stati creati 266.000 nuovi posti di lavoro, spingendo il tasso di disoccupazione Usa al 3,5%, minimo storico degli ultimi 50 anni, confermando in buon andamento della principale economia mondiale. Dopo l'annuncio, i mercati azionari hanno messo a segno diffusi rialzi, con l'indice S&P500 che ha chiuso venerdì 3145,91 punti, in progresso di +0,91%. Approfittando del momento favorevole, nel report di oggi investiamo la liquidità disponibile, derivante dagli ultimi dividendi incassati, in una nuova società leader mondiale nella ristorazione fast food, che offre forti potenziali di crescita alle attuali quotazioni di borsa. Questo titolo è attualmente presente nel portafoglio di Warren Buffett, uno dei Guru più autorevoli e performanti di Wall Street, che controlla direttamente quasi il 3% della società. Il comparto della ristorazione è uno dei nostri settori preferiti, in quanto più stabile e resistente nelle fasi recessive del ciclo economico. A conferma del grande interesse per il settore, la scorsa settimana, il portale "The Motley Fool" ha pubblicato una analisi storica su McDonald's (MCD), altro leader globale di successo, con oltre 36.000 ristoranti in tutto il mondo, presente nel nostro portafoglio Top Analisti dal 2009 e una performance record maturata pari a +226%. Nell'articolo, l'analista ha provato a calcolare quanto sarebbe diventato oggi un importo di soli 100 dollari investiti su McDonald's nel 1965, anno in cui la società veniva quotata a Wall Street con una offerta iniziale pubblica (IPO). Sulla base del prezzo della prima offerta (21 aprile 1965), pari a 22,5 dollari per azione, con 100 dollari un investitore avrebbe acquistato un totale di 4,4 azioni ( 100 dollari diviso 22,5 dollari = 4,4 azioni). In seguito, dal 1965 ad oggi la società ha effettuato 12 split azionari, con assegnazioni gratuite di azioni per un multiplo complessivo pari a 729, portando il totale di azioni possedute a 3.208 azioni ( 4,4 azioni iniziali per 729 = 3.207,9 azioni). Sulla base della chiusura di venerdì scorso di McDonalds's, pari a 195,35 dollari per azione, quel fortunato investitore del 1965 avrebbe trasformato il suo investimento di soli 100 dollari in un capitale record di ben 626682 dollari attuali!! (3208 azioni per 195,35 dollari = 626682 dollari). 

Ancora più sorprendente risulta la componente dividendi. Considerando che McDonald's vanta una lunga storia di 39 anni consecutivi di aumento della cedola, il dividendo attuale ammonta a 5 dollari annui per azione, corrisposti in rate trimestrali. Sulla base delle azioni assegnate l'investitore riceve oggi ben 16040 dollari annui di rendita (3208 azioni per 5 dollari = 16040 dollari), pari a una rendita vitalizia perenne di ben 1336 dollari al mese!

In sintesi un unico investimento di soli 100 dollari fatto su MCDonalds's nel 1965, al suo primo collocamento in borsa, genera oggi 1336 dollari al mese di rendita passiva!!

Questo è uno dei motivi che ci spinge a considerare il settore fast food come una potente macchina in grado di generare nel tempo redditi esponenziali, e ci auguriamo che il nuovo investimento che effettueremo oggi possa replicare il grande successo ottenuto da McDonald's negli ultimi decenni. Su queste basi, vediamo ora nel dettaglio le variazioni da apportare ai nostri tre modelli di portafoglio, inclusi nell’abbonamento di Secondo Livello da 19,99 euro mensili sottoscrivibile con carta di credito o bonifico bancario online.

Portafoglio Top Analisti

Descrizione portafoglio Top Analisti: Questo particolare portafoglio è attualmente uno dei più replicati dai nostri abbonati, e racchiude  in un unico modello le raccomandazioni di un pannello di alcuni tra i maggiori analisti e Guru internazionali, presenti nelle migliori classifiche di reddito e performance. Composto attualmente da oltre 60 società internazionali quotate sul Nyse e sul Nasdaq, Top Analisti si è trasformato nel corso degli anni in una vera macchina da reddito, con oltre 250 cedole accreditate ogni anno ai partecipanti e un dividendo incassato in quasi ogni giorno lavorativo dell’anno. Nel file PDF relativo al portafoglio, aggiornato ogni settimana e scaricabile ad inizio report, è indicata la percentuale investita su ogni titolo. In questo modo, ciascun abbonato può replicare il portafoglio con precisione, con importi superiori o inferiori a quelli indicati, semplicemente aumentando o diminuendo le singole quantità da acquistare per ogni titolo con la stessa proporzione suggerita nel modello.

Fondamentali portafoglio Top Analisti: Sulla base delle ultime chiusure di borsa, il  portafoglio presenta un dividendo medio atteso pari al 3,4% annuo. Il price earning medio del portafoglio è pari a 16,6 volte gli utili attesi per il prossimo anno (Forward P/E). Il Pay Out medio è pari allo 0,6. Il Pay Out indica la percentuale dell’utile annuo destinata agli azionisti come dividendo. In generale, preferiamo società che mantengono livelli di Pay Out più contenuti, a garanzia di ulteriori incrementi delle cedole anche per il futuro. Attualmente il portafoglio presenta una rischiosità inferiore al mercato, con un Beta pari a 0,8. Il Beta è una misura del rischio di una azione e misura la variazione attesa del rendimento del titolo per ogni variazione di un punto percentuale del rendimento di mercato. Una azione con un Beta superiore a 1 tende ad amplificare i movimenti di mercato (il titolo è più rischioso del mercato). Al contrario, una azione con Beta compreso tra 0 e 1 tende a muoversi nella stessa direzione del mercato (il titolo è meno rischioso del mercato).

Potenziale portafoglio Top Analisti a 6-12 mesi+12,9% (9,5% target medio analisti +3,4% dividendo medio) secondo le valutazioni medie di 12 analisti internazionali, con un rating medio dei titoli pari a BUY (2,2), in una scala da 1 Strong Buy a 5 Sell. Complessivamente, le 64 società che compongono il nostro modello Top Analisti mostrano un potenziale pari a +9,5% nella rilevazione odierna, a cui si aggiunge un dividendo medio del 3,4% annuo, per un totale di incremento stimato pari +12,9%.

martedì 3 dicembre 2019

Potenziale +20% e dividendi in crescita da 16 anni per il leader mondiale dei cereali e snacks

Rendita da affitti - Performance annua composta indice immobiliare FTSE Nareit US Real Estate


La settimana appena trascorsa è stata caratterizzata da un andamento stabile, sulla scia di Wall Street che ha fatto segnare nuovi record, con l'indice S&P500 che ha chiuso venerdì a 3140,98 punti, in leggero ribasso dopo il massimo storico registrato mercoledì scorso a 3153,63 punti. Su queste basi, il nostro portafoglio Top Analisti ha messo a segno un ulteriore progresso di +0,7% nella settimana ritoccando al rialzo i precedenti massimi. In particolare, nelle ultime sedute abbiamo assistito ad un rimbalzo da parte di quelle società che erano state più penalizzate in queste settimane. Tra queste, spicca Becton, Dickinson and Company, quotata sul Nyse con simbolo BDX, con un rialzo del 3,5% nella settimana, confermando le performance stellari degli ultimi anni. La società è presente nel nostro modello dal 21 agosto 2012 con una crescita record di +237%. Fondata nel 1897 ed oltre 70.000 dipendenti, questa azienda è una multinazionale leader nel settore tecnologico medicale che si concentra sul miglioramento della somministrazione del farmaco, sul miglioramento della diagnosi delle malattie infettive e dei tumori, e sulla promozione dello sviluppo di nuovi farmaci. L’azienda sviluppa, produce e vende forniture mediche, dispositivi, strumenti di laboratorio,  anticorpi, reagenti e prodotti diagnostici attraverso i suoi tre segmenti di produzione: Medical, Diagnostic e  Biosciences. La società vanta un lungo track record di 47 anni di crescite del dividendo, con un incremento del 10,2% annuo negli ultimi 10 anni. Alle attuali quotazioni il titolo appare correttamente valutato e, nonostante i forti rialzi, manteniamo la società in portafoglio con un rating HOLD. Vediamo ora nel dettaglio le variazioni da apportare ai nostri tre modelli di portafoglio, inclusi nell’abbonamento di Secondo Livello da 19,99 euro mensili sottoscrivibile con carta di credito o bonifico bancario online.
Portafoglio Top Analisti

Descrizione portafoglio Top Analisti: Questo particolare portafoglio è attualmente uno dei più replicati dai nostri abbonati, e racchiude  in un unico modello le raccomandazioni di un pannello di alcuni tra i maggiori analisti e Guru internazionali, presenti nelle migliori classifiche di reddito e performance. Composto attualmente da oltre 60 società internazionali quotate sul Nyse e sul Nasdaq, Top Analisti si è trasformato nel corso degli anni in una vera macchina da reddito, con oltre 250 cedole accreditate ogni anno ai partecipanti e un dividendo incassato in quasi ogni giorno lavorativo dell’anno. Nel file PDF relativo al portafoglio, aggiornato ogni settimana e scaricabile ad inizio report, è indicata la percentuale investita su ogni titolo. In questo modo, ciascun abbonato può replicare il portafoglio con precisione, con importi superiori o inferiori a quelli indicati, semplicemente aumentando o diminuendo le singole quantità da acquistare per ogni titolo con la stessa proporzione suggerita nel modello.

Fondamentali portafoglio Top Analisti: Sulla base delle ultime chiusure di borsa, il  portafoglio presenta un dividendo medio atteso pari al 3,4% annuo. Il price earning medio del portafoglio è pari a 16,5 volte gli utili attesi per il prossimo anno (Forward P/E). Il Pay Out medio è pari allo 0,6. Il Pay Out indica la percentuale dell’utile annuo destinata agli azionisti come dividendo. In generale, preferiamo società che mantengono livelli di Pay Out più contenuti, a garanzia di ulteriori incrementi delle cedole anche per il futuro. Attualmente il portafoglio presenta una rischiosità inferiore al mercato, con un Beta pari a 0,8. Il Beta è una misura del rischio di una azione e misura la variazione attesa del rendimento del titolo per ogni variazione di un punto percentuale del rendimento di mercato. Una azione con un Beta superiore a 1 tende ad amplificare i movimenti di mercato (il titolo è più rischioso del mercato). Al contrario, una azione con Beta compreso tra 0 e 1 tende a muoversi nella stessa direzione del mercato (il titolo è meno rischioso del mercato).

Potenziale portafoglio Top Analisti a 6-12 mesi+12,9% (9,5% target medio analisti +3,4% dividendo medio) secondo le valutazioni medie di 12 analisti internazionali, con un rating medio dei titoli pari a BUY (2,2), in una scala da 1 Strong Buy a 5 Sell. Complessivamente, le 64 società che compongono il nostro modello Top Analisti mostrano un potenziale pari a +9,5% nella rilevazione odierna, a cui si aggiunge un dividendo medio del 3,4% annuo, per un totale di incremento stimato pari +12,9%.

Movimenti di oggi per il portafoglio Top Analisti:


Nuovi acquisti: PASSA AL LIVELLO 2, presente nel modello Top Analisti da marzo 2019 con un controvalore pari al 2% del portafoglio ed un totale di 570 azioni. Segue analisi dettagliata della società.

Potenziale +20% e dividendi in crescita da 16 anni per il leader mondiale dei cereali e snacks

Motivazioni di acquisto: In un mercato caratterizzato da quotazioni intorno ai massimi storici guardiamo con maggiore interesse ai settori tradizionalmente più stabili e meno volatili. Il comparto alimentare è uno dei nostri preferiti, ed offre ancora qualche interessante opportunità a prezzi scontati. La nuova società che analizziamo oggi è uno dei grandi leader mondiali nel settore dell' alimentazione, cereali, biscotti crackers e snacks. Dopo una profonda ristrutturazione aziendale realizzata negli ultimi anni, la società appare oggi ben strutturata per consolidare e migliorare le quote già elevate di mercato. In Italia, è leader assoluto nel settore dei cereali con più del 43% di quota di mercato e performance positive trimestre dopo trimestre. Nonostante il buon andamento del business, la società è uno dei pochi colossi del settore che presenta ancora livelli scontati in borsa. Con ben 16 anni consecutivi di crescite dei dividendi, il titolo offre oggi una rendita pari al 3,5% annuo. Nel corso degli ultimi anni il rendimento medio percentuale del dividendo si è mosso in un range oscillante da un minimo di 1,8% annuo nei periodi di maggiore sopravvalutazione del titolo, fino ad un massimo del 3,8% annuo nei periodi di maggiore sottovalutazione. Il dividendo attuale, pari a 3,5% annuo, indica una quotazione a sconto del titolo rispetto alla media storica. Per ritornare nuovamente in area di sopravvalutazione, il titolo dovrebbe quasi raddoppiare di valore dai livelli attuali. Per queste ragioni, manteniamo un giudizio positivo su questa società per il nostro portafoglio Top Analisti, con una quota investita pari al 2% ed una performance maturata pari a +19,7% in soli 8 mesi dal nostro acquisto.

Descrizione del business: Fondata nel 1906 ed oltre 34.000 dipendenti, questa importante multinazionale produce e commercializza cereali e cibi confezionati in oltre 180 paesi del mondo. La società opera attraverso diversi segmenti in Nord America, Europa America Latina e Asia Pacifico. I suoi prodotti principali includono cereali per il breakfast, crackers, biscotti, patatine, altri snack salati, pasticcini, barrette di cereali, snack alla frutta, cibi vegetariani ed altri prodotti alimentari surgelati, con alcuni dei marchi più conosciuti a livello mondiale. La società, inizialmente concentrata nel business delle prime colazioni, si è allargata in diversi altri segmenti del comparto alimentare ed è oggi il numero due al mondo nel settore degli snacks, con uno dei marchi più affermati a livello globale nel settore delle patatine confezionate. L'azienda oggi è valutata in borsa circa 22 miliardi, contro ricavi per 13,6 miliardi di dollari ed ha sperimentato un calo delle vendite negli ultimi anni, recuperando poi nel 2018, con prospettive ancora migliori per il 2019. Secondo recenti stime del management, la società dovrebbe essere in grado di ottenere una crescita tra l' 1% e il 2% del fatturato nel 2019, che trasformerebbe l'anno in corso come uno dei migliori dell'ultimo quinquennio. In seguito all'andamento debole dei ricavi degli ultimi anni, il titolo è rimasto sotto pressione in borsa, portando il rendimento del dividendo vicino ai massimi storici e attestandosi al 3,5% annuo, quasi il doppio rispetto al rendimento medio da dividendi dell'indice S&P500. Dai livelli attuali, gli analisti si attendono una crescita significativa dell'utile per azione, che sommata al ricco dividendo annuo, potrebbe generare guadagni elevati per gli azionisti nei prossimi anni.

Ricavi ultimi 10 anni
1

Trend del dividendo: La società vanta un importante primato nei confronti dei suoi azionisti, con aumenti del dividendo per 16 anni consecutivi. Il dividendo attuale è pari al 3,5% annuo, corrisposto in quattro rate trimestrali, con un Pay Out pari al 89%. Il Pay Out indica la percentuale dell’utile annuo destinata agli azionisti come dividendo. In generale, sono da preferire società che mantengono livelli di Pay Out più contenuti, a garanzia di stabilità delle cedole anche per il futuro. Negli ultimi 10 anni il tasso di crescita del dividendo è stato pari al 5,4% annuo composto. Ipotizzando per il futuro gli stessi tassi di crescita conseguiti nell’ultimo decennio, tra dieci anni il dividendo potrebbe già attestarsi al 6% per superare il 10% annuo tra 20 anni.

2

Multipli di borsa: Il price earning attuale è pari a 16,2 volte gli utili attesi per il 2019. La capitalizzazione attuale è pari a 22 miliardi, con un rapporto prezzo/ricavi pari a 1,6 volte.

Performance in borsa: Dal 31 luglio1972 ad oggi il titolo ha messo a segno risultati record, con un rendimento complessivo pari a +4088% (fonte Morningstar). Nonostante i progressi di lungo termine, il titolo quota ora ad un prezzo inferiore di quasi il 23% dai massimi toccati in luglio del 2016, creando una interessante opportunità di acquisto alle attuali quotazioni.

martedì 26 novembre 2019

Un leader mondiale del petrolio a sconto - 32 anni di aumenti del dividendo e performance record in borsa dal 1970


Nel report di oggi, proseguiamo verso il nostro obiettivo di crescita progressiva della rendita generata dal portafoglio, reinvestendo le disponibilità liquide derivanti dagli ultimi dividendi incassati in un nuova società petrolifera ad alto dividendo, con una lunga storia di aumenti della cedola, che presenta quotazioni a sconto ed elevati potenziali di crescita per i prossimi anni. Il nuovo investimento di oggi dovrebbe generare ulteriori 120 dollari di rendita annua per il nostro modello.

La settimana appena trascorsa è stata caratterizzata da nuovi massimi per gli indici azionari americani, spinti al rialzo dai risultati trimestrali particolarmente brillanti da parte di alcune aziende leader, che hanno confermato lo stato di salute della principale economia mondiale. Tra queste, spicca Target Corp, quotata sul Nyse con simbolo TGT, in forte rialzo settimanale dopo risultati trimestrali superiori alle attese con ricavi e utili in ulteriore aumento rispetto ai trimestri precedenti. Il titolo, presente da tempo nel nostro portafoglio Top Analisti, ha messo a segno un guadagno di +12,6% nelle ultime cinque sedute, portando il guadagno complessivo a +129% dalla data del nostro acquisto. In aggiunta al forte incremento, Target Corp ha incrementato il suo dividendo per ben 52 anni consecutivi, con una crescita del 15,4% annuo negli ultimi 10 anni. Fondata nel 1902 con oltre 360.000 dipendenti, Target Corp gestisce una catena di oltre 1.800 grandi supermercati discount in tutti gli Stati Uniti. I prodotti distribuiti sono molto diversificati e in alcuni casi essenziali per la vita quotidiana. L'azienda offre una vasta gamma di elementi fondamentali per la casa, tra cui prodotti farmaceutici, cosmetici e di bellezza, prodotti per la cura personale e del bambino, e per la pulizia degli ambienti. La società distribuisce inoltre prodotti di carta, dvd e musica, film, libri, software per computer, articoli sportivi e giocattoli, giochi elettronici, prodotti hardware, video, software, abbigliamento per uomo, donna, ragazzi, ragazze, bambini, e neonati, e una vasta gamma di intimo, gioielli, accessori e scarpe. Fornisce inoltre generi alimentari, compresi alimenti secchi, frutta e verdura, latticini, surgelati, bevande, caramelle, snack, gastronomia, panetteria, carni, prodotti per animali, arredamenti per la casa, come mobili, illuminazione, stoviglie, piccoli elettrodomestici, letti e articoli per il bagno, prodotti per il miglioramento della casa, e prodotti automobilistici, così come merci stagionali, che comprendono mobili da giardino e articoli per le vacanze. In aggiunta ai negozi, la società, offre i suoi prodotti attraverso un importante portale di shopping online in forte crescita negli ultimi trimestri. Manteniamo il titolo in portafoglio con un rating BUY. 

Vediamo ora nel dettaglio le variazioni da apportare ai nostri tre modelli di portafoglio, inclusi nell’abbonamento di Secondo Livello da 19,99 euro mensili sottoscrivibile con carta di credito o bonifico bancario online.

Portafoglio Top Analisti

Descrizione portafoglio Top Analisti: Questo particolare portafoglio è attualmente uno dei più replicati dai nostri abbonati, e racchiude  in un unico modello le raccomandazioni di un pannello di alcuni tra i maggiori analisti e Guru internazionali, presenti nelle migliori classifiche di reddito e performance. Composto attualmente da oltre 60 società internazionali quotate sul Nyse e sul Nasdaq, Top Analisti si è trasformato nel corso degli anni in una vera macchina da reddito, con oltre 250 cedole accreditate ogni anno ai partecipanti e un dividendo incassato in quasi ogni giorno lavorativo dell’anno. Nel file PDF relativo al portafoglio, aggiornato ogni settimana e scaricabile ad inizio report, è indicata la percentuale investita su ogni titolo. In questo modo, ciascun abbonato può replicare il portafoglio con precisione, con importi superiori o inferiori a quelli indicati, semplicemente aumentando o diminuendo le singole quantità da acquistare per ogni titolo con la stessa proporzione suggerita nel modello.

Fondamentali portafoglio Top Analisti: Sulla base delle ultime chiusure di borsa, il  portafoglio presenta un dividendo medio atteso pari al 3,4% annuo. Il price earning medio del portafoglio è pari a 16,4 volte gli utili attesi per il prossimo anno (Forward P/E). Il Pay Out medio è pari allo 0,6. Il Pay Out indica la percentuale dell’utile annuo destinata agli azionisti come dividendo. In generale, preferiamo società che mantengono livelli di Pay Out più contenuti, a garanzia di ulteriori incrementi delle cedole anche per il futuro. Attualmente il portafoglio presenta una rischiosità inferiore al mercato, con un Beta pari a 0,8. Il Beta è una misura del rischio di una azione e misura la variazione attesa del rendimento del titolo per ogni variazione di un punto percentuale del rendimento di mercato. Una azione con un Beta superiore a 1 tende ad amplificare i movimenti di mercato (il titolo è più rischioso del mercato). Al contrario, una azione con Beta compreso tra 0 e 1 tende a muoversi nella stessa direzione del mercato (il titolo è meno rischioso del mercato).

Potenziale portafoglio Top Analisti a 6-12 mesi+13,2% (9,8% target medio analisti +3,4% dividendo medio) secondo le valutazioni medie di 12 analisti internazionali, con un rating medio dei titoli pari a BUY (2,2), in una scala da 1 Strong Buy a 5 Sell. Complessivamente, le 64 società che compongono il nostro modello Top Analisti mostrano un potenziale pari a +9,8% nella rilevazione odierna, a cui si aggiunge un dividendo medio del 3,4% annuo, per un totale di incremento stimato pari +13,2%.

Movimenti di oggi per il portafoglio Top Analisti:

Vendite: nessuna

Nuovi acquisti: utilizziamo la liquidità disponibile in portafoglio derivante dagli ultimi dividendi incassati e acquistiamo ulteriori 25 azioni PASSA AL LIVELLO 2, portando il controvalore a 318 azioni, per un totale pari a 2,1% del portafoglio.

Nuovo investimento a sconto - 32 anni di aumenti del dividendo e +4.000% in borsa dal 1970

Motivazioni di acquisto: Questa società è uno di quei leader internazionali che non dovrebbe mancare in ogni portafoglio che punti a rendite crescenti, abbinate a potenziali capital gain di lungo termine. Con un mercato azionario Usa attestato su nuovi massimi storici, questa azienda petrolifera è una delle poche opportunità solide di investimento che offrono ancora valutazioni scontate e forti potenziali di crescita del dividendo per i prossimi anni.