martedì 16 aprile 2024

Tecnologie mediche all'avanguardia e 47 anni di aumenti dei dividendi - Un solido investimento a sconto per il portafoglio

Approfittando del forte sconto in borsa, nel report di oggi utilizziamo parte della liquidità disponibile nel portafoglio Top Analisti, derivante dagli ultimi dividendi incassati, per investire su una società internazionale, leader globale nel settore dei dispositivi medici avanzati, che vanta un eccezionale track record di 47 anni consecutivi di crescite dei dividendi. Questo nuovo investimento dovrebbe generare da subito ulteriori 33 dollari di rendita per il nostro portafoglio. Nella seconda parte del report, dedicata al portafoglio ETF Italia, aumentiamo oggi l'esposizione su un innovativo ETF azionario, caratterizzato da solidi fondamentali, che ci permette di investire con un solo strumento in un ampio paniere di ben 1.860 società internazionali ad elevato dividendo in 50 paesi di tutto il mondo, ottenendo una distribuzione trimestrale delle rendite.

"Il tempo è il tuo bene più prezioso, e gli investimenti in dividendi ti permettono di liberare il tuo tempo per fare ciò che ami." - Tony Robbins, autore e coach motivazionale

La settimana appena trascorsa è stata caratterizzata da un andamento più debole dei nostri portafogli, condizionati dall’andamento incerto di Wall Street, in seguito agli ultimi dati sull’inflazione, che sembra ancora attestata a livelli superiori alle attese, allontanando le prospettive di un imminente ribasso dei tassi di interesse. Nonostante la situazione di breve termine, il trend resta positivo, con molte società appartenenti ai nostri modelli attestate intorno ai massimi delle ultime 52 settimane, che offrono alle attuali quotazioni dividendi crescenti abbinati ad elevate prospettive di crescita per i prossimi mesi, secondo gli analisti monitorati. In aggiunta, in questi ultimi giorni è partita la diffusione delle prime trimestrali da parte delle grandi aziende Usa appartenenti all'indice S&P500, relative agli utili al 31 marzo 2024, che fornirà nelle prossime settimane un quadro più chiaro dell’andamento dell’economia. In questo contesto, gli analisti rimangono positivi, con numerose nuove raccomandazioni di acquisto sulle società del nostro portafoglio, e target di prezzo rivisti a rialzo per i prossimi 6-12 mesi. Di seguito pubblichiamo gli aggiornamenti più recenti dei rating da parte degli analisti su alcune delle società presenti attualmente nei nostri portafogli. Come si evidenzia, tutte le nuove raccomandazioni indicano potenziali di crescita elevati, su livelli medi attestati intorno a +20 % per i prossimi 12 mesi, esclusi i dividendi:

Nuovo BUY su Coca-Cola Co (KO) – Leader mondiale delle bevande, con 62 anni consecutivi di aumenti dei dividendi - In data 11/04/24 l’analista Christopher Carey di Wells Fargo ha confermato un giudizio BUY, con un obiettivo di 70 dollari, pari a +20,1% dalle attuali quotazioni.

Nuovo BUY su PASSA AL LIVELLO 2, con 22 anni consecutivi di aumenti dei dividendi – In data 11/04/24 l’analista Keith Weiss di Morgan Stanley ha confermato un giudizio BUY, con un obiettivo di 520 dollari, pari a +21,5% dalle attuali quotazioni.

Nuovo BUY su PASSA AL LIVELLO 2, con 62 anni consecutivi di aumenti dei dividendi – In data 11/04/24 l’analista Zachary Fadem di Wells Fargo ha confermato un giudizio BUY, con un obiettivo di 290 dollari, pari a +23,2% dalle attuali quotazioni.

Nuovo BUY su PASSA AL LIVELLO 2, con 57 anni consecutivi di aumenti dei dividendi – In data 11/04/24 l’analista Corey Tarlowe di Jefferies ha confermato un giudizio BUY, con un obiettivo di 205 dollari, pari a +19,7% dalle attuali quotazioni.

Nuovo BUY su Chevron Corp (CVX) – Leader mondiale del petrolio, con 37 anni consecutivi di aumenti dei dividendi - In data 11/04/24 l’analista Paul Cheng di Scotiabank ha confermato un giudizio BUY, con un obiettivo di 195 dollari, pari a +20,5% dalle attuali quotazioni.

Vediamo ora nel dettaglio le variazioni da apportare ai nostri modelli di portafoglio, inclusi nell’abbonamento di Secondo Livello da 19,99 euro mensili sottoscrivibile con carta di credito o bonifico bancario online.

Portafoglio Top Analisti

Descrizione del portafoglio Top Analisti: Questo particolare modello è attualmente uno dei più visualizzati dai nostri abbonati, e racchiude in un unico portafoglio le raccomandazioni di un pannello di alcuni tra i maggiori analisti e Guru internazionali, presenti nelle migliori classifiche di rendimento e performance. Composto attualmente da oltre 60 società internazionali quotate sul Nyse e sul Nasdaq, Top Analisti si è trasformato nel corso degli anni in una vera macchina da reddito, con oltre 250 singole cedole distribuite, corrispondenti ad un dividendo incassato in quasi ogni giorno lavorativo dell’anno. Nel file PDF relativo al portafoglio, aggiornato ogni settimana e scaricabile ad inizio report, è indicata la percentuale assegnata a ciascuna società.

Fondamentali del portafoglio Top Analisti: Sulla base delle ultime chiusure di borsa, il modello presenta un dividendo medio atteso pari al 3,1% annuo. Il price earning medio del portafoglio è pari a 15,9 volte gli utili attesi per il prossimo anno (Forward P/E). Il Pay Out medio è pari allo 0,6. Il Pay Out indica la percentuale dell’utile annuo destinata agli azionisti come dividendo. In generale, vengono privilegiate società che mantengono livelli di Pay Out più contenuti, a garanzia di ulteriori incrementi delle cedole anche per il futuro. Attualmente il portafoglio presenta una rischiosità inferiore al mercato, con un Beta pari a 0,8. Il Beta è una misura del rischio di una azione e indica la variazione attesa del rendimento del titolo per ogni variazione di un punto percentuale del rendimento di mercato. Una azione con un Beta superiore a 1 tende ad amplificare i movimenti di mercato (il titolo è più rischioso del mercato). Al contrario, una azione con Beta compreso tra 0 e 1 tende a muoversi nella stessa direzione del mercato (il titolo è meno rischioso del mercato).

Prospettive di crescita del portafoglio Top Analisti per i prossimi 6-12 mesi: +13,2% secondo i target medi di 17 analisti internazionali, con un rating medio dei titoli pari a BUY (2,2), in una scala da 1 Strong Buy a 5 Sell, a cui si aggiunge un dividendo medio pari al 3,1% per una crescita potenziale complessiva pari a +9,9%

Movimenti di oggi per il portafoglio Top Analisti:

Vendite: PASSA AL LIVELLO 2

Nuovi acquisti: Utilizziamo la liquidità disponibile derivante dagli ultimi dividendi incassati e acquistiamo oggi PASSA AL LIVELLO 2. Questo nuovo acquisto dovrebbe generare ulteriori 33 dollari annui di rendita aggiuntiva per il portafoglio Top Analisti. Segue analisi dettagliata della società.

Tecnologie mediche all'avanguardia e 47 anni di aumenti dei dividendi - Un solido investimento a sconto per il portafoglio

Principali motivazioni di acquisto 

  • Azienda leader nel settore medico: La società è una delle più grandi aziende mediche al mondo, con una forte presenza in diversi segmenti di mercato, tra cui la chirurgia, la medicina cardiovascolare,le neuroscienze e il diabete.
  • Partnership strategica con Nvidia: Recentemente, la società ha annunciato una importante partnership con Nvidia, per integrare l'intelligenza artificiale nelle sue tecnologie mediche, con una opportunità significativa per l'azienda di accelerare l'innovazione e migliorare i risultati dei pazienti. L'accordo prevede lo sviluppo di soluzioni innovative basate sull'intelligenza artificiale per migliorare i risultati dei pazienti in diverse aree terapeutiche, tra cui la chirurgia, la medicina cardiovascolare, le neuroscienze e il diabete. In questo modo, l'obiettivo è di combinare l'esperienza della società nello sviluppo di dispositivi medici con l'expertise di Nvidia nell'informatica AI e nei processori grafici (GPU), creando piattaforme AI aperte e interoperabili per favorire la collaborazione e l'innovazione nell'ecosistema sanitario.
  • Solido track record di innovazione: La società ha una lunga storia di sviluppo di prodotti innovativi che hanno migliorato la vita di milioni di pazienti. L'azienda investe pesantemente in ricerca e sviluppo, con un flusso costante di nuovi prodotti e tecnologie in arrivo.
  • Forte posizione finanziaria: La società ha una solida posizione finanziaria, con un flusso di cassa costante e un basso indebitamento. Questo permette all'azienda di investire nella crescita e di restituire capitali agli azionisti sotto forma di dividendi e riacquisti di azioni.
  • Quota di mercato in crescita in mercati ad alta crescita: La società è ben posizionata per beneficiare della crescita in mercati ad alta crescita come i mercati emergenti e l'invecchiamento della popolazione.
  • Elevate performance storiche: Questa azienda operante nel ricco settore della salute è uno di quei titoli che non dovrebbe mancare in ogni portafoglio diversificato che punti a performance superiori abbinate a dividendi crescenti. La società è uno dei principali investimenti del nostro portafoglio Top Analisti, presente senza interruzioni dal 2010 ad oggi. I dati storici testimoniano una delle storie di maggiore successo degli ultimi decenni a Wall Street. Considerando il reinvestimento dei dividendi, un importo di 10.000 dollari investiti sul titolo nel 1972, si è trasformato oggi in un capitale milionario pari a 3.902.133 dollari, con una performance complessiva record pari a +38921%, corrispondente ad un rendimento del 12,2% annuo composto per 52 anni consecutivi (fonte Morningstar).

4

Nonostante i forti rialzi conseguiti, il titolo quota ora ad un livello inferiore del 40% rispetto ai massimi di agosto 2021 e presenta attualmente uno sconto secondo gli analisti, che attribuiscono potenziali di crescita superiori al 30% rispetto al valore intrinseco calcolato. Con i suoi 47 anni consecutivi di crescita del dividendo, la società risulta attualmente classificata tra le prime 60 aziende per aumenti dei dividendi, sulle oltre 5.000 aziende quotate sul mercato americano. Il grafico sotto (fonte Morningstar), mostra l'andamento del titolo rispetto al valore intrinseco calcolato, dal 2014 ad oggi. Le aree in arancione evidenziano i periodi di sopravvalutazione, mentre le aree in azzurro indicano i periodi di sottovalutazione. Come si evidenzia, da fine 2016 ad oggi il titolo presenta uno sconto crescente in borsa rispetto al valore intrinseco stimato dagli analisti.

3

Descrizione del business: Fondata nel 1949 e oltre 95.000 dipendenti, questa azienda produce e distribuisce in 160 paesi del mondo sistemi diagnostici e terapeutici per la stimolazione antibradicardica, per la gestione delle tachiaritmie, nonché per la prevenzione ed il trattamento degli scompensi cardiaci, tra i quali pacemaker, registratori ECG impiantabili e defibrillatori. L’azienda è presente anche in Italia dal 1976 con oltre 2000 dipendenti.

La società è inoltre leader per attrezzature e tecnologie mediche per la cura del diabete, e collabora da anni con la classe medica con soluzioni e terapie che aiutano milioni di persone in tutto il mondo a ritrovare la propria vita con una migliore qualità e aspettativa. La prevalenza del diabete è in aumento in tutto il mondo, a causa di fattori come l'invecchiamento della popolazione, lo stile di vita sedentario e l'obesità. Il diabete di tipo 2 è la forma più comune di diabete, e rappresenta il 90% dei casi. Il diabete di tipo 1 è una malattia autoimmune che colpisce circa il 10% delle persone con diabete. I paesi con i tassi più alti di diabete sono gli Stati Uniti, il Brasile, la Cina e l'India. In questi paesi, il diabete è una delle principali cause di morte e disabilità. In particolare, il mercato globale delle pompe per insulina è in crescita a un ritmo sostenuto, grazie all'aumento della prevalenza del diabete e al miglioramento dell'accesso a queste tecnologie. Secondo le stime di Grand View Research, il mercato dovrebbe raggiungere un valore di 15,4 miliardi di dollari entro il 2028, con una crescita annua composta del 7,3% dal 2023 al 2028.

Trend del dividendo: La società vanta un importante primato nei confronti dei suoi azionisti, con aumenti del dividendo per 46 anni consecutivi. Il dividendo attuale è pari al 3,4% annuo, corrisposto in quattro rate trimestrali, con un Pay Out pari al 49%. Grazie ai costanti aumenti degli ultimi anni l'attuale dividendo corrisponde ad un rendimento del 5,9% sui nostri prezzi originali di carico (Yield on cost). Il Pay Out indica la percentuale dell’utile annuo destinata agli azionisti come dividendo. In generale, sono da preferire società che mantengono livelli di Pay Out più contenuti, a garanzia di stabilità delle cedole anche per il futuro. Negli ultimi 10 anni il tasso di crescita del dividendo è stato pari al 9,6% annuo composto. Storicamente, il rendimento del dividendo si è mosso da un minimo di 1,7% nei periodi di sopravvalutazione del titolo ad un massimo del 3% nei periodi di maggiore sottovalutazione del titolo. L'attuale rendimento, pari al 3,4%, indica un forte sconto rispetto alle medie storiche. Per ritornare in area di sopravvalutazione, il titolo dovrebbe aumentare di oltre il 100% dai valori attuali.

Multipli di borsa: Il price earning attuale è pari a 14,6 volte gli utili attesi per l'anno in corso, inferiore del 13% rispetto ai valori medi degli ultimi cinque anni. La capitalizzazione attuale è pari a 106 miliardi, con un rapporto prezzo/ricavi pari a 3,3 volte.

Trend storico degli utili e previsioni: Negli ultimi 5 anni la società ha mantenuto stabile l'andamento degli utili, con una crescita media pari al 3,2% annuo. Per i prossimi 5 anni gli analisti stimano un ulteriore miglioramento del trend, con un aumento degli utili pari al 3,5% annuo.

Giudizio degli analisti e valutazioni: Il giudizio medio dei 26 analisti e broker che seguono il titolo è pari a 2,5 BUY su una scala da 1 a 5 (1= Strong Buy, 2=Buy, 3=Hold, 4=Moderate Sell, 5=Sell), con un target medio per i prossimi 12 mesi pari a +17,5% dai livelli attuali, a cui si aggiunge il dividendo atteso pari al 3,4%, per un potenziale complessivo pari a +20,9%. In aggiunta, nelle ultime settimane, gli analisti di Morningstar assegnano al titolo un rating elevato pari a quattro stelle, con un potenziale di +39,7% rispetto al valore intrinseco calcolato.

5

Applichiamo ora una valutazione del titolo sulla base del Dividend Discount Model (DDM). Questo sistema è un metodo usato per la valutazione dei titoli a dividendo. Secondo questo metodo, il valore intrinseco di una società è pari alla somma di tutti i dividendi futuri previsti, attualizzati al valore di oggi, secondo un tasso corretto per il rischio, e tenendo conto del fattore tempo. Abbiamo considerato i seguenti parametri per il calcolo:

1) Dividendo attuale per azione: 2,76 dollari

2) Stima di crescita futura del dividendo: 7% annuo, valore conservativo, sulla base della crescita dei dividendi ottenuta negli ultimi 10 anni.

3) Tasso di sconto applicato: 10% annuo

2

Applicati questi criteri, otteniamo un valore intrinseco del titolo ad oggi pari a 98.44 dollari. Considerando le ultime quotazioni di borsa pari a 80,13 dollari, il titolo presenta uno sconto pari a 18,6% rispetto al valore calcolato. Sulla base di queste valutazioni, aumentiamo oggi l'esposizione sul titolo per il nostro portafoglio Top Analisti.

martedì 9 aprile 2024

Coca Cola - 62 anni consecutivi di aumenti dei dividendi e target elevati di crescita per il leader mondiale delle bevande

Dividendo 5,4% con 45 anni consecutivi di aumenti delle distribuzioni Dieci campioni dei dividendi con target elevati per maggio 2024. Questo particolare portafoglio ci permette di incassare ogni anno una solida rendita crescente, investendo in un paniere composto da 10 società leader internazionali ad alto dividendo, con target elevati di crescita assegnati dagli analisti e una media di 45 anni consecutivi di aumenti delle distribuzioni. In aggiunta ai ricchi dividendi, queste dieci aziende hanno messo a segno performance record in borsa negli ultimi decenni e offrono ulteriori potenziali di crescita per il futuro. In particolare, nel report di oggi analizziamo nel dettaglio la società Coca Cola, leader mondiale nel settore delle bevande, che offre secondo i principali analisti internazionali elevati potenziali di crescita per i prossimi 12 mesi. Secondo il nostro metodo di valutazione del Dividend Discount Model (DDM), la società offre uno sconto del 13,1% rispetto al valore intrinseco calcolato, a cui si aggiunge un'invidiabile track record di ben 62 anni consecutivi di aumenti dei dividendi.

Dopo le ultime settimane che hanno fatto segnare nuovi massimi storici, i nostri portafogli sono stati caratterizzati da un andamento più debole nelle ultime cinque sedute, sulla scia delle incertezze di Wall Street, dopo alcune dichiarazioni da parte di funzionari della Fed in merito a possibili rallentamenti delle tempistiche previste per le prime riduzioni dei tassi di interesse. Nonostante la debolezza, diverse società appartenenti al nostro portafoglio Top Analisti hanno registrato valori in ulteriore rialzo, in seguito a recenti upgrade da parte degli analisti. In particolare, spicca Rtx Corp (RTX), società leader mondiale nel settore della difesa, con 31 anni consecutivi di aumento dei dividendi, e un guadagno pari a +4,3% da venerdì scorso, dopo il giudizio BUY da parte di Matthew Akers, analista di Wells Fargo, che ha riconfermato un target di 120 dollari, pari a +23% dalle attuali quotazioni. La società è presente nel nostro portafoglio Top Analisti dal 2015, e mantiene intatte le potenzialità di crescita di lungo termine. Come già anticipato nel report del 26 marzo scorso, il comparto della difesa si muove spesso in controtendenza e rappresenta una fonte stabile di entrate. I governi dei principali paesi del mondo, stanno destinando quote crescenti alle spese militari, favorendo in questo modo la stabilità dei ricavi per le aziende operanti nel settore. Considerata la complessità e delicatezza del business, gli attuali competitor operano in una sorta di oligopolio, rendendo molto difficile l'ingresso sul mercato di nuovi operatori. Su queste basi, nonostante i rialzi manteniamo Rtx Corp (RTX) in portafoglio con un rating BUY.

Di seguito pubblichiamo gli aggiornamenti più recenti dei rating da parte degli analisti su alcune delle società presenti attualmente nei nostri portafogli:

Nuovo BUY su PASSA AL LIVELLO 2 – In data 02/04/24 l’analista Edward Kelly di Wells Fargo ha confermato un giudizio BUY, con un obiettivo di 87 dollari, pari a +13,5% dalle attuali quotazioni.

Nuovo BUY su PASSA AL LIVELLO 2 – In data 02/04/24 l’analista Allen Lutz di Bank of America Securities ha confermato un giudizio BUY, con un obiettivo di 95 dollari, pari a +27,4% dalle attuali quotazioni.

Nuovo BUY su PASSA AL LIVELLO 2 – In data 02/04/24 l’analista Scott Ciccarelli di Truist Financial ha confermato un giudizio BUY, con un obiettivo di 271 dollari, pari a +13,2% dalle attuali quotazioni.

Nuovo BUY su PASSA AL LIVELLO 2 – In data 01/04/24 l’analista Corey Tarlowe di Jefferies ha confermato un giudizio BUY, con un obiettivo di 70 dollari, pari a +16,3% dalle attuali quotazioni.

Nuovo BUY su Target Corp (TGT) – In data 01/04/24 l’analista Corey Tarlowe di Jefferies ha confermato un giudizio BUY, con un obiettivo di 205 dollari, pari a +15,7% dalle attuali quotazioni.

Nuovo BUY su PASSA AL LIVELLO 2– In data 01/04/24 l’analista Zachary Fadem di Wells Fargo ha confermato un giudizio BUY, con un obiettivo di 105 dollari, pari a +14,9% dalle attuali quotazioni.

Nuovo BUY su Rtx Corp (RTX) – In data 01/04/24 l’analista Matthew Akers di Wells Fargo ha confermato un giudizio BUY, con un obiettivo di 120 dollari, pari a +23,0% dalle attuali quotazioni.

Dopo l'aggiornamento di martedì scorso del portafoglio Top Analisti ed ETF Italia, il report di oggi è interamente dedicato al portafoglio Top Dividend, il nostro modello composto in maniera costante da dieci società internazionali leader per dividendo. Questo portafoglio, si propone di generare una rendita passiva crescente ogni anno, investendo in un paniere di aziende leader, caratterizzate da lunghi track record di aumenti dei dividendi, con un requisito minimo di almeno 25 anni consecutivi di crescite. Su un totale di oltre 8.000 aziende quotate a Wall Street, solamente 139 società superano attualmente questo importante parametro di selezione. In totale, meno di 2 aziende su 100 sono state capaci di superare questo traguardo, indipendentemente dall'andamento altalenante dei cicli economici, con numerose recessioni e fasi di debolezza. I dividendi sono denaro contante che le società distribuiscono ogni trimestre ai propri azionisti. Per mantenere trend di aumenti costanti dei dividendi, sono necessari bilanci solidi, supportati da business consolidati e lunghi track record di crescite di utili e ricavi. Senza questi requisiti fondamentali, risulta difficile per le società sostenere aumenti delle distribuzioni per periodi prolungati, e di fatto la crescita del dividendo costituisce un indicatore di solidità finanziaria di una impresa. Di conseguenza, questa ristretta élite di titoli, ha premiato gli investitori con performance superiori e una volatilità più contenuta rispetto agli indici di borsa. All'interno di questo gruppo, il nostro portafoglio Top Dividend seleziona solamente quelle società con i dividendi più elevati, con una revisione mensile della composizione. Attualmente, tutti i dieci titoli che compongono il portafoglio, superano ampiamente il requisito di almeno 25 anni di aumenti dei dividendi, raggiungendo una media di 45 anni consecutivi di incrementi, e 4 società che superano i 50 anni di aumenti. Su queste basi, proseguiamo con la nostra metodologia, basata sui dividendi e sui fondamentali, con una rigida selezione di dieci società internazionali sottovalutate, potenzialmente capaci di generare rendite superiori nel lungo termine, con qualsiasi andamento di mercato. L'investimento in società a crescite dei dividendi è una maratona, che genera risultati superiori negli anni, sfruttando il potente effetto dell'interesse composto. Albert Einstein definiva l'interesse composto come l'ottava meraviglia del mondo, affermando: “Chi lo capisce guadagna, chi non lo capisce paga”. Ad esempio, con un rendimento del 15% annuo, un capitale raddoppia ogni cinque anni e quadruplica ogni dieci anni, creando quello che viene definito come l'effetto palla di neve. Se prendiamo una piccola palla di neve e la facciamo rotolare giù da una montagna, questa accumulerà progressivamente altra neve diventando sempre più grande fino ad assumere dimensioni enormi (effetto composto). In sintesi, Top Dividend è uno strumento semplice e potente, che permette di costruire una elevata rendita passiva crescente, abbinata a potenziali capital gain nel medio lungo termine. Top Dividend è uno dei tre modelli di portafoglio inclusi nella registrazione al servizio online di Secondo Livello e viene elaborato utilizzando un sofisticato sistema di ricerca, in grado di identificare un ristretto gruppo di sole dieci società, caratterizzate da dividendi periodici attestati ai massimi livelli e fondamentali a sconto rispetto al mercato, con una revisione mensile della composizione. In aggiunta al requisito di dividendo elevato, per appartenere al portafoglio Top Dividend, le società candidate devono superare un ulteriore rigido parametro di selezione: avere mantenuto un track record di almeno 25 anni consecutivi di crescite dei dividendi, a garanzia della sicurezza e stabilità delle rendite distribuite dal modello. Questo importante criterio conferma il profilo di elevata qualità delle aziende selezionate. Storicamente, le aziende con lunghi track record di aumenti dei dividendi, (dividend growth) hanno sistematicamente ottenuto performance superiori al mercato con una minore volatilità, e hanno dimostrato una maggiore capacità di attraversare indenni anche le fasi più difficili dei mercati, come recessioni economiche, crisi politiche, guerre locali e regionali, gravi attentati e shock petroliferi, che si sono alternate di frequente in questi ultimi decenni nel mondo.

L'importanza dei dividendi nel lungo termine - 62 anni di storia

Molti studi autorevoli hanno confermato in questi ultimi anni l'importanza dei dividendi nel lungo termine. Tra questi, uno studio realizzato da Hartford Funds e Morningstar, prende in considerazione gli ultimi 62 anni di borsa Usa (dal 1960 al 2022). Secondo lo studio, un capitale di 10.000 dollari investito nel 1960 sui titoli a dividendo appartenenti all'indice S&P500, si è trasformato a fine 2022 in un importo pari a 4.053.236 dollari, pari al 10,17% annuo composto considerando il reinvestimento dei dividendi, contro 641.091 dollari, pari al 6,94% senza i dividendi, confermando come nel lungo termine gran parte della ricchezza accumulata sia stata generata proprio dai dividendi, spostando in secondo piano i soli capital gain.

4

Performance e dividendi dal 1871 ad oggi

Considerando l'intero periodo storico del mercato azionario Usa, e analizzando le performance secolari, notiamo che più si allunga l'orizzonte temporale e più i dividendi acquistano maggiore importanza nella determinazione della performance complessiva. Il potente effetto leva generato dell'interesse composto (effetto palla di neve) ha amplificato in maniera esponenziale i guadagni. Un solo dollaro investito sull'indice della borsa Usa nel 1871 è diventato oggi 900 dollari senza considerare i dividendi, con un rendimento del 4,5% annuo composto, e ben 561.524 dollari, con un rendimento del 9,1% annuo composto, calcolando il reinvestimento dei dividendi! (fonte dqydi.net)

2

Anche rettificando i dati per gli effetti dell'inflazione, i risultati storici restano elevati. Un dollaro investito sull'indice della borsa Usa nel 1871 vale oggi 37 dollari in termini reali senza considerare i dividendi, e ben 23.091 dollari calcolando il reinvestendo dei dividendi, con un rendimento pari al 6,8% annuo composto al netto dell'inflazione!

3

Sulla base di queste analisi, possiamo affermare che i dividendi sono stati la maggiore componente per la performance complessiva dei mercati azionari nel lungo termine. Con una redditività elevata, e una media di oltre 40 cedole distribuite ogni anno ai partecipanti, Top Dividend si propone di ottenere un mix di dividendi e performance superiori nel corso di un intero ciclo di mercato. Vediamo ora nel dettaglio il nuovo portafoglio Top Dividend per il mese in corso.

Dividendo 5,4% annuo e 45 anni di aumenti - Le dieci società del nuovo portafoglio Top Dividend per maggio 2024

Per visualizzare tutti i titoli in forma integrale e scaricare il portafoglio  PASSA AL LIVELLO 2

1

Come si evidenzia, la tabella sopra contiene diversi indicatori fondamentali, per permettere ai nostri abbonati di effettuare ulteriori analisi e approfondimenti. Vediamo nel dettaglio i principali parametri fondamentali del portafoglio Top Dividend.

Dividendo %: La nuova selezione dei dieci titoli conferma rendimenti elevati, con un dividendo medio pari al 5,4% annuo, oltre il triplo rispetto all'1,4% dell'indice S&P500, con un massimo di 9,4% annuo per la società con il maggiore dividendo, ad un minimo di 3,3% annuo per la società con il minore dividendo.

Cap in mil $: Indica la capitalizzazione di borsa in milioni di dollari alle attuali quotazioni. Il valore attuale per le dieci società del portafoglio Top Dividend mostra un valore medio di 87 miliardi di dollari, con un massimo di 256 miliardi per la società con la maggiore capitalizzazione, ad un minimo di 2,5 miliardi per la società con la minore capitalizzazione.

Payout Ratio: Il Pay Out indica la percentuale dell’utile annuo destinata agli azionisti come dividendo. In generale, sono da preferire società che mantengono livelli di Pay Out più contenuti ed inferiori a 1, a garanzia di stabilità delle cedole anche per il futuro. Il valore attuale per le dieci società del portafoglio Top Dividend mostra un Pay Out medio pari a 0,9.

Beta 60 mesi: Il Beta è il coefficiente che misura il comportamento di un singolo titolo rispetto al mercato. Un Beta maggiore di uno evidenzia oscillazioni di un titolo superiori al mercato, mentre un Beta inferiore ad uno mostra movimenti del titolo inferiori alle variazioni del mercato. Attualmente il Beta medio del portafoglio è pari a 1, in linea con il mercato.

Fwd Price Earning: E' uno degli indicatori più usati nella valutazione delle società. In questa colonna è riportato il Forward Price Earning, ovvero il rapporto tra prezzo di borsa e utili attesi per l'anno in corso. Attualmente il Price Earning medio delle dieci società del portafoglio è pari a 13,8 volte, contro 19,3 volte dell'indice S&P500.

Giudizio Analisti: Indica i giudizi medi dei broker e analisti internazionali che seguono attualmente le società. Il valore attuale per le dieci società del portafoglio Top Dividend mostra un giudizio medio pari a BUY (2,4), su una scala da 1 a 5 (1= Strong Buy, 2=Buy, 3=Hold, 4=Moderate Sell, 5=Sell).

Numero Analisti: Indica il totale degli analisti che seguono le società. In media, le valutazioni riportate in tabella si basano su un totale di 14 analisti.

Target Analisti: indica il potenziale di crescita medio dai prezzi attuali di borsa calcolato dagli analisti per i prossimi 6-12 mesi. Attualmente l'obiettivo di guadagno medio del portafoglio Top Dividend è pari a +6,7%. Sommando i dividendi previsti, pari ad un ulteriore 5,4% annuo, il rendimento obiettivo totale sale a +12,1%. I target potenziali degli analisti sono pubblicati a scopo informativo e per un maggiore approfondimento da parte dei nostri lettori, ma non vengono considerati nella costruzione del portafoglio. La nostra selezione dei titoli si basa principalmente sulla stabilità e crescite dei dividendi.

Movimenti per il portafoglio Top Dividend:

Vendite: nessuna

Nuovi acquisti: nessuno - Titoli caldi (analisi di una delle società incluse attualmente nel portafoglio): Coca-Cola, quotata sul Nyse con simbolo KO e codice Isin US1912161007, società leader nel settore delle bevande, con un track record di 62 anni consecutivi di aumenti dei dividendi. Per una corretta diversificazione del rischio, abbiamo investito su questa società in abbinamento in parti uguali agli altri nove titoli che compongono attualmente il portafoglio Top Dividend, scaricabile in forma integrale agli abbonati di Secondo Livello. Considerati i dividendi elevati e i fondamentali a sconto in borsa, manteniamo invariati i dieci titoli che compongono attualmente il modello per le prossime quattro settimane, fino a martedì 7 maggio 2024, data di pubblicazione del prossimo aggiornamento mensile del portafoglio.

Coca Cola - 62 anni consecutivi di aumenti dei dividendi e target elevati di crescita per il leader mondiale delle bevande

Descrizione del business: Fondata nel lontano 1886, la società è il leader mondiale delle bevande, con prodotti venduti in più di 200 paesi del mondo e negli Stati Uniti. Lo scopo dichiarato dall'azienda è quello di rinfrescare il mondo e fare la differenza. L'azienda commercializza numerosi marchi da miliardi di dollari ciascuno, in diverse categorie di bevande in tutto il mondo. Il portafoglio di marchi di bevande analcoliche frizzanti comprende Coca-Cola, Sprite e Fanta. I marchi di acqua, sport, caffè e tè freddo includono Dasani, Smartwater, Vitaminwater, Topo Chico, BodyArmor, Powerade, Costa, Georgia, Gold Peak e Ayataka. I marchi di succhi, prodotti lattiero-caseari a valore aggiunto e bevande a base vegetale includono Minute Maid, Simply, Innocent, Del Valle, Fairlife e AdeS.‎ La società ‎trasforma costantemente il portafoglio, dalla riduzione dello zucchero nelle bevande all'introduzione sul mercato di nuovi prodotti innovativi. Insieme ai partner di imbottigliamento, l'azienda impiega più di 700.000 persone, contribuendo a portare opportunità economiche alle comunità locali in tutto il mondo. Coca Cola è l'esempio di uno dei business di maggiore successo degli ultimi decenni. La società risulta presente stabilmente nei portafogli dei grandi investitori internazionali. Tra questi, Warren Buffett, considerato come uno dei Guru di maggiore successo in borsa, detiene attualmente in portafoglio 400 milioni di azioni Coca Cola, per un controvalore attuale di oltre 23 miliardi di dollari ed una quota pari al 9,3% della compagnia, risultando attualmente il maggiore azionista a libro soci. Buffett considera questa società come un titolo "forever" ovvero da mantenere per sempre in portafoglio. Acquistate da Buffett nel 1988 per un controvalore di carico medio pari a 1.299 miliardi, le azioni Coca Cola hanno generato un guadagno pari a +1.732% in 36 anni e producono oggi una rendita da dividendi di ben 766 milioni ogni anno, con un rendimento del 58,9% annuo sul capitale originariamente investito (Yield on Cost)! La scorsa settimana, in occasione del Dividend Day, la società ha staccato a Warren Buffett un assegno di 191,5 milioni di dollari come dividendo trimestrale.

In altre parole, grazie al costante aumento dei dividendi, ogni 10.000 dollari investiti in Coca Cola nel 1988 producono oggi 5.890 dollari annui di soli dividendi, confermandosi come una potentissima macchina da rendita.  Il dividendo attuale è pari al 3,3% annuo, corrisposto in quattro rate trimestrali. Storicamente, il dividendo si è mosso da un minimo di 0,8% nei periodi di sopravvalutazione del titolo ad un massimo di 3% nei periodi di maggiore sottovalutazione del titolo. Per ritornare in area di sottovalutazione, il titolo dovrebbe crescere di oltre il 100% dai valori attuali.

martedì 2 aprile 2024

Nuovo BUY - Dividendo record 9,7% e potenziali elevati per un leader mondiale del tabacco

Nonostante i nuovi massimi storici raggiunti in questi giorni dai principali indici azionari internazionali ci sono ancora sul mercato delle gemme nascoste che offrono quotazioni attraenti e dividendi elevati, abbinati a forti potenziali di crescita per i prossimi anni. Approfittando delle quotazioni a sconto, nel report di oggi investiamo parte della liquidità disponibile presente nel nostro modello Top Analisti, derivante dagli ultimi dividendi incassati, su una di queste società, leader globale nel settore del tabacco, che offre un rendimento tra i più elevati del nostro portafoglio, con un ricco dividendo vicino al 10% annuo, abbinato a target elevati di crescita secondo gli analisti. In base alle nostre valutazioni calcolate con il metodo del DDM (Dividend Discount Model), la società quota con uno sconto di oltre il 30% in borsa rispetto al valore intrinseco. Questo nuovo investimento dovrebbe generare da subito ulteriori 95 dollari di rendita per il nostro portafoglio.

“La rendita passiva da dividendi è la chiave per trasformare i sogni finanziari in una realtà duratura.” - Jack Bogle, fondatore di The Vanguard Group

Come di consueto, iniziamo il primo report di aprile con l'analisi dei dividendi incassati nel mese precedente per il portafoglio Top Analisti, il nostro modello a rendita crescente, con oltre 270 singole cedole accreditate per ogni anno solare. Come si evidenzia dai dati, il mese di marzo appena trascorso ha generato flussi elevati in entrata, con un totale dividendi pari a 4176 dollari netti, ripartiti su 26 cedole, superando i 3812 dollari incassati a febbraio. Complessivamente, il totale dei dividendi del portafoglio è aumentato costantemente anno dopo anno, senza apporti di nuova liquidità e reinvestendo esclusivamente i dividendi percepiti. Questo dato è in linea con i nostri obiettivi di produrre nel tempo una rendita passiva crescente, investendo in un ristretto gruppo di società internazionali leader, caratterizzate da lunghi track record di aumenti di utili e dividendi. L'analisi evidenzia un dato significativo: negli ultimi 15 anni i dividendi del portafoglio Top Analisti hanno contribuito per quasi il 50% della performance complessiva, confermando l'importanza della componente cedole per i risultati di lungo termine. L'aumento della rendita ha evidenziato un andamento costante ogni anno, con crescite stabili indipendentemente dalle oscillazioni di breve termine degli indici azionari. Dopo questi incrementi, il nostro rendimento è attestato ora al 8,3% annuo calcolato sui prezzi di acquisto (yield on cost), e al 3,1% sulle attuali quotazioni di borsa. Per raggiungere questi obiettivi, in questi anni, abbiamo interamente reinvestito tutte le rendite percepite in nuove società ad elevato dividendo, sfruttando il potente effetto leva generato dall'interesse composto. Ipotizzando per i prossimi 10 anni le stesse crescite dei dividendi registrate nell'ultimo decennio, potremmo aspettarci una rendita annua sui prezzi di carico di quasi il 17% annuo nel 2034!

Di seguito pubblichiamo gli aggiornamenti più recenti dei rating da parte degli analisti su alcune delle società presenti attualmente nei nostri portafogli:

Nuovo BUY su PASSA AL LIVELLO 2 – In data 28/03/24 l’analista David Palmer di Evercore Isi ha confermato un giudizio BUY, con un obiettivo di 330 dollari, pari a +17,0% dalle attuali quotazioni.

Nuovo BUY su PASSA AL LIVELLO 2 – In data 28/03/24 l’analista Krisztina Katai di Deutsche Bank ha confermato un giudizio BUY, con un obiettivo di 206 dollari, pari a +16,2% dalle attuali quotazioni.

Nuovo BUY su Microsoft Corp (MSFT) – In data 25/03/24 l’analista Yun Kim di Loop Capital Markets ha confermato un giudizio BUY, con un obiettivo di 500 dollari, pari a +18,2% dalle attuali quotazioni.

Nuovo BUY su PASSA AL LIVELLO 2 – In data 25/03/24 l’analista Matthew Smith di Stifel Nicolaus ha confermato un giudizio BUY, con un obiettivo di 50 dollari, pari a +15,6% dalle attuali quotazioni.

Nuovo BUY su Lowe's Companies Inc (LOW) – In data 25/03/24 l’analista Zachary Fadem di Wells Fargo ha confermato un giudizio BUY, con un obiettivo di 290 dollari, pari a +14,2% dalle attuali quotazioni.

Vediamo ora nel dettaglio le variazioni da apportare ai nostri modelli di portafoglio, inclusi nell’abbonamento di Secondo Livello da 19,99 euro mensili sottoscrivibile con carta di credito o bonifico bancario online.

Portafoglio Top Analisti

Descrizione del portafoglio Top Analisti: Questo particolare modello è attualmente uno dei più visualizzati dai nostri abbonati, e racchiude in un unico portafoglio le raccomandazioni di un pannello di alcuni tra i maggiori analisti e Guru internazionali, presenti nelle migliori classifiche di rendimento e performance. Composto attualmente da oltre 60 società internazionali quotate sul Nyse e sul Nasdaq, Top Analisti si è trasformato nel corso degli anni in una vera macchina da reddito, con oltre 250 singole cedole distribuite, corrispondenti ad un dividendo incassato in quasi ogni giorno lavorativo dell’anno. Nel file PDF relativo al portafoglio, aggiornato ogni settimana e scaricabile ad inizio report, è indicata la percentuale assegnata a ciascuna società.

Fondamentali del portafoglio Top Analisti: Sulla base delle ultime chiusure di borsa, il modello presenta un dividendo medio atteso pari al 3,1% annuo. Il price earning medio del portafoglio è pari a 16,3 volte gli utili attesi per il prossimo anno (Forward P/E). Il Pay Out medio è pari allo 0,6. Il Pay Out indica la percentuale dell’utile annuo destinata agli azionisti come dividendo. In generale, vengono privilegiate società che mantengono livelli di Pay Out più contenuti, a garanzia di ulteriori incrementi delle cedole anche per il futuro. Attualmente il portafoglio presenta una rischiosità inferiore al mercato, con un Beta pari a 0,8. Il Beta è una misura del rischio di una azione e indica la variazione attesa del rendimento del titolo per ogni variazione di un punto percentuale del rendimento di mercato. Una azione con un Beta superiore a 1 tende ad amplificare i movimenti di mercato (il titolo è più rischioso del mercato). Al contrario, una azione con Beta compreso tra 0 e 1 tende a muoversi nella stessa direzione del mercato (il titolo è meno rischioso del mercato).

Prospettive di crescita del portafoglio Top Analisti per i prossimi 6-12 mesi: +6,8% secondo i target medi di 16 analisti internazionali, con un rating medio dei titoli pari a BUY (2,2), in una scala da 1 Strong Buy a 5 Sell, a cui si aggiunge un dividendo medio pari al 3,1% per una crescita potenziale complessiva pari a +9,9%

Movimenti di oggi per il portafoglio Top Analisti:

Vendite: PASSA AL LIVELLO 2

Nuovi acquisti: utilizziamo parte della liquidità disponibile derivante dagli ultimi dividendi incassati, e acquistiamo PASSA AL LIVELLO 2. Questo nuovo acquisto dovrebbe generare ulteriori 95 dollari annui di rendita aggiuntiva per il portafoglio Top Analisti. Segue analisi dettagliata del titolo.

Nuovo BUY - Dividendo record 9,7% e potenziali elevati per un leader mondiale del tabacco

Principali motivazioni di acquisto: Dopo gli ultimi investimenti effettuati lo scorso anno su questa società, approfittiamo delle quotazioni ancora deboli in borsa e dei dividendi particolarmente elevati per aumentare ulteriormente la nostra partecipazione sul titolo. Con oltre 100 anni di storia, questa multinazionale già nel 1912 risultava tra le prime dodici società con la maggiore capitalizzazione di borsa. Oggi l'azienda vanta un portafoglio di oltre 200 marchi, occupa una posizione solida in tutti i paesi nei quali opera, ed è leader del settore in oltre 60 mercati. Negli ultimi dieci anni, la società ha registrato un aumento di circa il 50% della propria quota di mercato a livello mondiale, raggiungendo il 13% circa, posizionandosi così al secondo posto su scala internazionale nel suo settore. Nonostante le forti crescite del business il titolo quota oggi ad un livello inferiore del 50% rispetto ai massimi toccati nel gennaio 2017, creando una rara opportunità di investimento a prezzi scontati. In aggiunta, l'azienda distribuisce un dividendo del 9,7% annuo, corrisposto in rate trimestrali. Il grafico sotto (fonte Morningstar), mostra l'andamento del titolo rispetto al valore intrinseco calcolato, dal 2013 ad oggi. Le aree in arancione evidenziano i periodi di sopravvalutazione, mentre le aree in azzurro indicano i periodi di sottovalutazione. Come si evidenzia, da fine 2017 ad oggi il titolo presenta un forte sconto in borsa rispetto al valore intrinseco stimato dagli analisti.

3

Descrizione del business: Fondata nel 1902, con oltre 54.000 dipendenti, è una delle compagnie di tabacco più antiche e storiche al mondo. Con sede principale a Londra, nel Regno Unito, opera in oltre 180 paesi, con vendite annue di circa 705 miliardi di sigarette ed alcuni dei marchi più diffusi a livello globale. L'azienda è l’unico Gruppo internazionale che s'interessi attivamente anche alla coltivazione del tabacco, collaborando con migliaia di agricoltori in tutto il mondo. Le aziende del Gruppo adottano programmi che prevedono l’assistenza diretta ai coltivatori se questi non dispongono di altri aiuti. Tali programmi riguardano in particolare il supporto agronomico e interventi volti all’adozione di pratiche in materia di salvaguardia ambientale. Negli ultimi anni, le aziende del Gruppo hanno acquistato approssimativamente 440.000 tonnellate di tabacco, prodotto da circa 200.000 coltivatori. L’azienda, nota per la sua leadership nel settore e la sua continua innovazione nei prodotti, è impegnata nella responsabilità sociale e ambientale, ed ha adottato pratiche di produzione sostenibili per minimizzare l'impatto ambientale delle sue attività. La società ha inoltre implementato programmi per promuovere la salute e la sicurezza dei propri dipendenti e fornitori. L’azienda si è posta diversi obiettivi aziendali per il futuro, tra cui:

  1. Crescita e sviluppo: La società mira a continuare la sua crescita e sviluppandosi ulteriormente come azienda a livello globale, attraverso l'espansione della sua presenza in nuovi mercati e l'acquisizione di nuovi marchi.
  2. Innovazione: L’azienda è costantemente impegnata nello sviluppo di prodotti alternativi al tabacco, come prodotti per la vaporizzazione, per soddisfare le esigenze dei consumatori in evoluzione.
  3. Sostenibilità: La società è impegnata nella responsabilità sociale e ambientale e mira a minimizzare l'impatto ambientale delle sue attività attraverso pratiche di produzione sostenibili.
  4. Salute e sicurezza: La società è impegnata a promuovere la salute e la sicurezza dei propri dipendenti e fornitori attraverso programmi di formazione e sensibilizzazione.
  5. Trasparenza: L'azienda mira a essere trasparente nelle sue attività e a collaborare con le parti interessate per affrontare le sfide globali del settore del tabacco.

Tramite questi obiettivi, la società mira a confermarsi come leader nell'industria del tabacco e a soddisfare le esigenze dei propri clienti in tutto il mondo.

Contestualmente, la società ha posto in atto diverse iniziative per creare valore per i propri azionisti, tra cui:

  1. Crescita dei ricavi: L’azienda mira a continuare a crescere i ricavi attraverso l'espansione della sua presenza in nuovi mercati e l'acquisizione di nuovi marchi.
  2.  Crescita dei dividendi: La società mantiene una politica di pagamento di dividendi elevati e regolari per i propri azionisti.
  3. Innovazione: L’azienda è impegnata nello sviluppo di prodotti alternativi al tabacco, per soddisfare le esigenze dei consumatori in evoluzione, creando nuove opportunità di crescita.
  4. Efficienza operativa: L'azienda mira a migliorare l'efficienza operativa e a ridurre i costi per creare valore per i propri azionisti.
  5. Performance finanziaria: La società mira a mantenere una solida performance finanziaria attraverso la gestione attenta del bilancio e della liquidità.

Trend storico degli utili e previsioni: Negli ultimi 5 anni la società ha incrementato gli utili del 2,7% annuo. Per i prossimi 5 anni gli analisti confermano il trend e stimano una crescita annua degli utili superiori, e pari al 5,3% annuo.

Trend del dividendo: La società distribuisce un ricco dividendo del 9,7% annuo, in aumento rispetto alla media di 6,5% degli ultimi 5 anni.

Multipli di borsa: Il price earning attuale del titolo è pari a sole 6,7 volte gli utili attesi per il 2024, uno dei livelli più bassi tra tutte le società del portafoglio Top Analisti. La capitalizzazione attuale è pari a 67 miliardi, con un rapporto prezzo/ricavi pari a 2 volte.

Performance in borsa: Dal 31 ottobre 1984 ad oggi il titolo ha messo a segno risultati record, con un rendimento complessivo pari a +1947% (fonte Morningstar). Grazie a questi incrementi, un importo di 10.000 dollari investito nel 1984 sul titolo si è trasformato in un capitale pari a 204.700 dollari, calcolando il reinvestimento dei dividendi. Nonostante il forte rialzo, il titolo quota oggi ad un livello inferiore del 53% rispetto ai massimi toccati nel 2017, creando una interessante finestra di ingresso a prezzi più contenuti.

4

Giudizio degli analisti e valutazioni: Il giudizio medio dei principali analisti e broker che seguono il titolo è pari a "BUY" (2) con un potenziale pari a +21,1% per i prossimi 6-12 mesi, a cui si aggiunge il dividendo pari a 9,7%, per un Total Return previsto di +30,8%. In aggiunta, gli analisti di Morningstar assegnano attualmente al titolo il rating massimo di cinque stelle, con un potenziale pari a +61% rispetto al valore intrinseco calcolato.

5