venerdì 16 settembre 2011

Come ottenere il 27% annuo con una facile tecnica che punta ai dividendi - Aggiornamento

clicca per ingrandire
Questo articolo riprende ed aggiorna un nostro precedente report del 6 gennaio scorso, che ha riscosso un particolare interesse tra i nostri lettori ed investitori a dividendo. L'articolo è stato infatti il più cliccato nel corso del 2011 tra tutti quelli pubblicati dal nostro portale. Abbiamo pertanto deciso di riprendere l'analisi di questa metodologia di ricerca dei migliori titoli internazionali a dividendo, con un aggiornamento ad oggi delle performance ed una estensione del back test andando indietro fino al 2001. Lo studio degli ultimi 10 anni sul portafoglio ci ha riservato delle sorprese positive: dal 05/01/2001 ad oggi, con questo semplice portafoglio da cassettisti siamo riusciti a realizzare un rendimento composto pari al 27,7% annuo. Un capitale di 10.000 dollari investito nel portafoglio è più che decuplicato nel periodo ($115.057 con dividendi reinvestiti), nonostante la difficile situazione dei mercati azionari internazionali a cavallo tra il 2007 e il 2009. Lo stesso capitale investito sull'indice S&P500 nello stesso periodo sarebbe oggi appena superiore alla pari ($11.251). La performance che abbiamo ottenuto risulta ancora più interessante per tre ragioni:

1) Abbiamo selezionato soltanto Blue Chips, ovvero alcune delle aziende a maggiore capitalizzazione, tutte appartenenti all'indice S&P500 contenente le 500 principali società quotate a Wall Street, facilmente negoziabili con qualsiasi banca o intermediario di trading online.

2) Abbiamo considerato soltanto 5 società, selezionando all'interno dell'indice quelle con il dividendo più elevato.

3) Abbiamo mantenuto i titoli in portafoglio per 12 mesi, cambiandoli soltanto una volta all'anno, con un turnover molto contenuto.

Il nostro lavoro è partito da uno studio effettuato da John Slatter nei primi anni 80, denominato "Dogs of the Dow". Secondo questo analista, per battere il mercato bastava acquistare al primo di gennaio di ogni anno i 10 titoli dell'indice Dow Jones con il dividendo più elevato e mantenerli in portafoglio senza variazioni fino all'anno successivo, per rifare poi una nuova selezione. Questa facile tecnica, secondo Slatter, dal 1928 al 2007 ha messo a segno una performance annua composta del 13,2%, contro un rendimento dell'indice pari 10,6% annuo nel periodo. Partendo da questa base, abbiamo riadattato lo studio portandolo sull'indice S&P500 e rendendolo ancora più aggressivo limitando la selezione soltanto a cinque titoli. In sintesi, abbiamo creato un "Dogs Five of The S&P500", ovvero una tecnica per investire sui cinque titoli  a maggiore dividendo  appartenenti all' importante indice Usa.
Come accennato in precedenza, i risultati sono stati particolarmente rilevanti, con un risultato ampiamente superiore al 20% annuo composto, includendo anche tutte le fasi negative dei mercati e battendo numerose e diverse tecniche di portafoglio più sofisticate.
Vediamo ora i cinque titoli che escono dal sistema per chi inizia a metà settembre 2011 secondo questa metodologia:

Cinque titoli da mantenere in portafoglio fino al 16 settembre 2012

CompanyTickerDividendo attualeGiudizio brokerPrice earning
Frontier CommunFTR10.67%2.2130.47
Centurylink IncCTL8.47%1.5820.15
Windstream CorpWIN7.79%2.2716.54
Pitney Bowes InPBI7.31%2.339.15
Donnelley (Rr)RRD6.98%2.007.77
Medie6.59%2.0816.11

Come si evidenzia dalla sezione i cinque titoli costituiscono una potente macchina da reddito, con un rendimento medio da dividendo del 6,6% e una raccomandazione BUY da parte dei broker. Le cedole sono tutte trimestrali, per un  totale di venti entrate previste nel corso dell'anno. Ecco nel grafico sotto il rendimento ottenuto dal portafoglio nel periodo (linea verde) confrontato con l'indice (linea rossa):









Ed ecco i dati statistici del modello:

STATISTICS  ex.: $10,000 startStrategyS&P 500
Total Compounded Return 1050.612.5
Total Compounded Return $$115,057 $11,251
Compounded Annual Growth Rate 27.71.2
Win Ratio 9070
Winning Periods/Total Periods9 of 107 of 10
Avg. # of Stocks Held5
Avg. Periodic Turnover 51.1
Avg. Return per Period 35.53.5
Avg. Winning Period 43.815.2
Largest Winning Period 157.732.3
Avg. Losing Period -39-23.8
Largest Losing Period -39-39.1
Max. Drawdown -39-39.1
Avg. Winning Stretch (# of Periods)4.53.5
Best Stretch (# of Periods)75
Avg. Losing Stretch (# of Periods)11.5
Worst Stretch (# of Periods)12

Attualmente, alcuni di questi cinque titoli usciti dalla nostra ricerca fanno attualmente parte del nostro portafoglio Top Dividend, riservato in forma integrale agli utenti del portale Strategyinvestor iscritti al Secondo Livello. Il modello Top Dividend, uno dei più seguiti dai nostri abbonati e lettori che ricercano cedole più elevate, viene monitorato costantemente, con modifiche e aggiornamenti inviati via email, e raggruppa in un unico portafoglio di dieci titoli le migliori società internazionali a dividendo con una revisione della composizione una volta al mese. I risultati ottenuti da questa strategia confermano la nostra visione positiva a lungo termine sui titoli ad elevato dividendo.

2 commenti:

  1. salvatore venuti17 settembre 2011 06:58

    gentilissimi, volevo solo saper, se ho capito bene, ipotizzando di investire 10mila dollari in questi 5 titoli, vanno acquistate azioni per circa 2mila a titolo.
    o, invece, la quantità da acquistare cambia da titolo in titolo.
    se si, quale sarebbe la quantità da acquistare?
    grazie anticipatamente!
    buon lavoro, grazie.

    RispondiElimina
  2. Ti confermiamo quanto da te scritto: i titoli andrebbero mantenuti in portafoglio per 12 mesi e l'importo da destinare a ciascuna posizione è un quinto della cifra complessiva!

    RispondiElimina